Eventi
Un'oasi per conoscere e sperimentare

Wipe Out, l'estate firmata Edoné E poi, "a Bergamo non c'è niente"

Wipe Out, l'estate firmata Edoné E poi, "a Bergamo non c'è niente"
Eventi 26 Maggio 2015 ore 08:10

Dedicato a chi è convinto che a Bergamo non ci sia niente. A chi pensa che cultura, eventi e incontri possano avvenire solo in una grande città, o comunque non qui dove alle 23.30 la musica estiva deve obbligatoriamente lasciare spazio al silenzio. Venerdì 29 maggio inizia Wipe Out, la stagione estiva firmata Edonè, e porta con sè eventi poliedrici, gratuiti e dedicati a chi è giovane, o si sente comunque tale.

edonè fotografo devid rotasperti (8)
Foto 1 di 4
edonè fotografo devid rotasperti (13)
Foto 2 di 4
edonè fotografo devid rotasperti (16)
Foto 3 di 4
edonè fotografo devid rotasperti (26)
Foto 4 di 4

Alla base di tutto c’è un messaggio chiaro ed onesto, essendo Edonè uno spazio comunale deve diffondere cultura, partendo dalle passioni dei giovani. Come una biblioteca, dove però la cultura si fa carne e ritmo, incontro e voglia di sperimentazione. Uno stimolo per le nuove generazioni che qui possono scoprire dimensioni differenti e partecipare ad eventi di fama internazionale come il concerto del gruppo reggae The Skatalites che solo su facebook conta oltre 203.000 fan. Primo appuntamento è il concerto indie-pop di venerdì, alle ore 21, con il live di Maria Antonietta, in collaborazione con il gruppo Hashtag, mentre sabato salirà sul palco per  un concerto country live Amy Lavere+Will Sexton, direttamente da Memphis, una delle stelle nascenti del panorama americano, che diede il volto e la voce a Wanda Jeckson nel film Walk the line.

A sostenere Edonè è un circolo virtuoso di idee e progetti, che qui trovano terreno fertile per germogliare. Ecco perchè le proposte sono continue e variegate: nel calendario di Wipe Out spiccano eventi come il party firmato Allegria, il Bergamo Reggae Sunfest, il Monster Zero Mash – un festival punk internazionale che viene dall’Olanda e ogni anno cambia location, ma non rinuncia per il secondo anno di fila ad Edonè -, Sabotage che fa Hip Hop, e l’evento Band Loch Markt che porta ad Edonè il primo festival del fatto a mano.

edonè fotografo devid rotasperti (6)
Foto 1 di 4
panini edonè foto devid rotasperti (1)
Foto 2 di 4
panini edonè foto devid rotasperti (2)
Foto 3 di 4
panini edonè foto devid rotasperti (3)
Foto 4 di 4

Anche la quotidianità qui ha un sapore del tutto particolare grazie agli oltre 10mila hamburger che ogni estate vengono serviti durante la pausa pranzo e cena, da vivere tutta all’aperto nel grande spazio a disposizione. Una proposta di qualità che va dall’abbondante panino con carne di hangus irlandese, all’ottimo hamburger vegano di frumento servito aperto e accompagnato da saporiti nuggets di frumento e verdura, da gustare uno dietro l’altro. Il pane è sfornato da un panettiere del quartiere, che relaziona direttamente con i ragazzi di Edonè per dar vita ad una forma dedicata ai mitici hamburger. Una filosofia, quella della relazione con le realtà locali, che viene portata avanti per sottolineare le radici dello spazio, sebbene abbia un profilo internazionale.

Nell’ottica poi di un inserimento giovanile, non manca il progetto di un orto urbano, nato nel marzo 2013, grazie ad una collaborazione tra Edonè, il Comune di Bergamo e l’associazione di quartiere Mellow Mood con lo scopo di avvicinare le persone alla natura e alla manualità. L’obiettivo, oltre a creare progetti intergenerazionali, è suscitare interesse e dialogo in contesti ambientali dismessi. Ancora in ambito gastronomico è da segnalare lo street-food fighters, che ogni lunedì porta ad Edonè una proposta diversa sul cibo di strada. Edonè - via Gemelli 17 - è dunque un mondo in cui immergersi per vivere, conoscere e sperimentare. Perchè questa è un’oasi cittadina, in cui trovare un mare di idee! Ecco spiegato il claim Cosa ti muovi a fare se a Bergamo c’è il mare che promuove il Wipe Out!

Seguici sui nostri canali