Spike Boarding e gli altri

6 sport stranissimi per l’estate

6 sport stranissimi per l’estate
Tendenze 06 Giugno 2018 ore 09:15

Se piscine e spiagge continuano ad essere le palestre all’aperto preferite dell’estate, è sempre più vero che le possibilità sportive non si esauriscono a bordo vasca o in riva al mare. Dall’evoluzione della boxe a una pratica yoga in alto mare, sono tante le nuove proposte per tenersi in forma, che propongono anche sport tradizionalmente invernali in un ambiente decisamente estivo. Qui un piccolo assaggio di alcune attività da provare in questa estate ormai alle porte.

 

Spike Boarding

Se perfino il Wall Street Journal è arrivato a dedicargli un articolo, proponendolo come sport fondamentale per una sana attività fisica e un alto consumo calorico, qualcosa di speciale lo spike boarding lo avrà, a partire dagli strumenti necessari per praticarlo, ovvero una specie di skateboard e un bastone da sci nordico. Lo scopo è quello di muoversi utilizzando la tavola da spikeboarding come se fosse uno skateboard, con la differenza che, per far lavorare anche la parte superiore del corpo e le braccia, ci si serve di un bastoncino da sci nordico, che si usa come puntello per avanzare, piegando nel contempo gambe e braccia. Uno sport completo, che unisce fatica e attività aerobica potenziando l’equilibrio.

 

Boxing splash e sandbox fitness

Che dalla boxe si fosse passati al kick-boxing e all’abbinamento di calci e pugni a tempo di musica era cosa risaputa. Che il passo successivo (come già accaduto per il passaggio dallo spinning all’hidrobike) fosse quello di praticare questo sport in acqua non era così facile da immaginare. Quasi prevedibile è, al confronto, l’arrivo del sandbox fitness, una disciplina che, al grido di «Sabbia soffice, corpi tosti», propone circuiti da fare in gruppo sulla sabbia, sfruttando il terreno morbido per aumentare la difficoltà di una serie di esercizi.

 

Paddleboard

Ad alcuni potrebbe sembrare un’evoluzione del surf o la versione estiva dello step; la verità è che il paddleboard è un po’ tutti e due. Partendo da una tavola simile a quella utilizzata dai surfisti, la si guida a pelo d’acqua con un remo, restando in equilibro e godendosi il panorama. Da non sottovalutare, poi, lo sforzo muscolare che questo sport comporta, e che, quasi senza accorgersene, consente di bruciare fino a 700 kcal all’ora, guadagnando nel frattempo un’abbronzatura invidiabile. Gli statunitensi hanno già pensato a un upgrade di questo sport che in Italia è arrivato da poco: pilates o yoga da praticare sulla tavola in una “pausa” tra una remata e l’altra. Procurarsi una tavola da paddleboard costa un bel po’ (attorno ai 2500 euro, anche su Amazon) ma noleggiarla per un paio d’ore in uno stabilimento può essere un’ottima alternativa.

 

Sci di fondo on the beach

Avete letto bene: di sci di fondo si tratta. La differenza è che non si pratica sulla neve, ma sulla spiaggia. Uno dei luoghi migliori per praticarlo in Italia è ad Alassio, dove si svolgono già competizioni annuali di cui l’ultima il 28 aprile 2018.

 

Free Diving

Per i più coraggiosi resta il free diving, uno sport nato dall’esempio di chi, in apnea, raccoglieva conchiglie, perle e coralli e dalle attività di sabotaggio alle navi nemiche. Uno sport estremo che viene praticato in tanti modi diversi, a seconda del livello di profondità che si intende raggiungere, con la presenza di uno o più compagni (fondamentali per prestare immediato soccorso in caso di necessità) oppure in abbinamento alla pesca subacquea.

 

E se questi sport non fossero abbastanza non resta che fare un salto al Rimini Wellness, la fiera italiana del fitness per eccellenza dove dal 31 maggio al 3 giugno verranno presentate le novità per i prossimi mesi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli