Sabato 19 maggio

Aspettando il royal wedding (la famiglia di Meghan fa disastri)

Aspettando il royal wedding (la famiglia di Meghan fa disastri)
Tendenze 18 Maggio 2018 ore 06:30

Capita in tutte le migliori famiglie: a pochi giorni dal matrimonio, qualcuno fa il pazzo. Mentre siamo tutti qui in fibrillante attesa, sudditi e non, curiosi (okay, curiose) di spettegolare sull’abito da sposa – che sicuramente sarà bellissimo, ma un difetto qualcuno lo troverà – la famiglia di Meghan è totalmente fuori controllo.

La famiglia di Meghan, fuori controllo. Il fratellastro ha recentemente inviato a Harry una lettera (per leggerla tutta, qui) consigliandogli di non sposare un'”arrampicatrice sociale” egoista e arrivista, una che sta recitando la sua parte da “attrice di serie C” (pesantino, Thomas, eh?). Anche se a giudicare dallo sguardo perso e luccicante del principe rivolto alla futura moglie, c’è il sospetto che l’appello resti inevaso. Ma non basta.

 

La messinscena del padre di Meghan

 

La sorellastra, Samantha Grant, fa sapere tramite i suoi profili social, che considera profondamente ingiusto e irrispettoso che degli sconosciuti siano stati invitati alle nozze e non alcuni componenti della famiglia di Meghan. Con tutta probabilità si riferisce ai milleduecento invitati – sudditi che si sono distinti per svariati motivi – che potranno assistere ai festeggiamenti da una postazione privilegiata. Insomma, i royal cognati non sembrano averla presa bene.

E il padre. La porta all’altare, non la porta, c’è, non c’è. Un susseguirsi di notizie infinito. Tutto inizia quando escono sui giornali delle fotografie: lui mentre si misura un abito elegante, deducibilmente quello per le nozze della figlia (okay), mentre guarda le foto di Harry (cuore di suocero), legge un libro di storia britannica (Mr. Markle, in famiglia sapete come divertirvi). Poi, la paparazzata della paparazzata, il consuocero di Elisabetta (non è esilarante?) beccato che entra in un bar con un fotografo. Viene fuori che gli scatti sono una messinscena, accuratamente posati e profumatamente venduti ai giornali. Le scuse di Mr. Markle, goffe: «Volevo riscattarmi».

 

 

La risposta della regina. Davanti alla prospettiva di imparentarsi con una famiglia di pasticcioni, palesemente incapace di gestire un evento così enorme (e forse bisogna capirli) con l’aplomb e la sicurezza che dimostra Meghan, è facile immaginare una Elisabetta britannicamente annoiata e nobilmente nervosa. Trapela anche dal tenore del comunicato che Kensington Palace divulga sul punto. «This is a deeply personal moment for Ms Markle in the days before her wedding. She and Prince Harry ask again for understanding and respect to be extended to Mr Markle in this difficult situation».

Il passato di Meghan. Piatto ricchissimo, questo matrimonio, per i tabloid che si sono anche avventurati nello scandagliare la vita sentimentale passata di Meghan, i quali sembrano – non senza un po’ di ipocrisia – trascurare accuratamente che si tratta di una bellissima donna di trentasei anni, con un matrimonio fallito alle spalle, una vita sentimentale che, a dirla onestamente, è vivace come quella di tante donne e che, bazzicando i set di serie tv americane, è incappata in qualche relazione, come dire, artistica. Fra le più evidenziate quella con Simon Rex, che si fa chiamare Dirty Nasty, rapper con trascorsi da pornoattore. Bisogna baciare tanti rospi prima di trovare il Principe? Fatto.

 

 

Invitati e non invitati. Tra gli illustri non invitati, i Trump e gli Obama. Eppure quanto avremmo amato vedere Barack scherzare con il piccolo George – che sarà paggetto e accompagnerà la damigella Charlotte – come ai tempi d’oro. Niente di personale, comunque: la Famiglia Reale, infatti, ha deciso di limitare l’invito a chi avesse un rapporto diretto con uno dei due sposi e di non coinvolgere nessun politico. Resterà a casa anche la May. Eccezion fatta per la cugina di Harry, Amelia, parente stretta eppure esclusa perché talmente bella (sfila per Dolce & Gabbana) da rischiare di oscurare la sposa. Per la famiglia di Meghan, dati i rapporti non proprio distesi, solo la mamma Doria sarà presente e, a quanto pare, per lei non ci sarà nemmeno un testimone. Harry, ovviamente, avrà William. Grande assente, la mai dimenticata Diana, che immaginiamo sarebbe stata bellissima e fierissima. Per portarla un po’ con sé in questo giorno importante, i fiori che decoreranno la chiesa saranno rose bianche, provenienti dal White Garden, parco allestito in onore della principessa per i vent’anni dalla scomparsa. L’appuntamento, dunque, è per sabato 19 maggio, reti e social unificati, per il matrimonio più atteso dell’anno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli