Un'avventura

Tutto il fascino dell’Interrail Come funziona e cosa vedere

Tutto il fascino dell’Interrail Come funziona e cosa vedere
Tendenze 02 Agosto 2018 ore 09:20

È iniziato il mese d’agosto, che in tutta Italia è sinonimo di vacanze, e quest’anno sembra che la maggior parte dei nostri connazionali abbia deciso di rimanere nei propri confini per scoprire (o riscoprire) l’infinita bellezza che anima il nostro territorio. Tuttavia, soprattutto tra i giovani, non è tramontata la voglia di viaggiare e confrontarsi coi coetanei degli altri Paesi, ragion per cui molti ragazzi stanno preparando lo zainone in vista del prossimo interrail; alcuni di loro hanno addirittura beneficiato di uno dei 15mila biglietti che l’Unione Europea ha generosamente elargito tra più di 100mila richiedenti nati nell’anno 2000, e si apprestano a vivere per la prima volta l’emozione di un’avventura che difficilmente dimenticheranno.

 

 

Come funziona. L’interrail è un’esperienza di libertà e spensieratezza conosciuta da generazioni di giovani europei: consiste di un biglietto ferroviario unico che permette di viaggiare in 30 Paesi europei (sì, c’è anche l’Inghilterra, se ve lo stavate chiedendo) con 37 compagnie di treni e traghetti. Al contrario delle caratteristiche del viaggio, imprevedibile e aperto ad ogni decisione, l’acquisto però non è così semplice e immediato come si potrebbe immaginare: innanzitutto bisogna scegliere tra due opzioni principali: il viaggio alla scoperta di un solo Paese, per cui potete acquistare il One Country pass, o il viaggio in tutto il continente, per cui conviene acquistare il Global pass, ad un prezzo decisamente diverso.

Anche all’interno del One Country pass dovrete fare la vostra scelta tra una grande varietà di prezzi. Si va dai Paesi balcanici, che sono i più economici, ai più gettonati Francia, Germania e Inghilterra, che costano più del doppio. Ci sono poi le opzioni Premium, valide solo per Spagna e Italia (ma non si può utilizzare il biglietto Interrail per il proprio Paese di origine) che permettono di evitare i costi di prenotazione. L’Interrail effettivamente è pensato soprattutto per viaggi lenti sui treni locali, e prevede tariffe aggiuntive per l’utilizzo dell’alta velocità e dei treni notturni. Il viaggiatore ideale deve sapersi adattare a tragitti lenti, che hanno comunque il grande vantaggio di favorire il contatto con le realtà e le persone del posto.

 

 

Improvvisazione o pianificazione? Dai numerosi racconti dei viaggiatori, l’Interrail viene dipinto come un itinerario libero e improvvisato, pronto a prendere la piega determinata dalla circostanza. Gli amici incontrati durante gli spostamenti, il desiderio improvviso di vedere un’attrazione appena conosciuta, una festa che si protrae fino alle prime ore del mattino e vi fa perdere il treno previsto sono tutti fattori che possono indirizzare il viaggio su binari inaspettati, e sarebbe riduttivo privarsi di queste possibilità. Per questo è necessario scegliere prima con attenzione l’opzione del viaggio: la gratuità infatti è prevista per un numero limitato di giorni, all’interno di un determinato periodo. Il Global pass prevede un minimo di 5 giorni di viaggio all’interno di un periodo di 15 giorni di vacanza e un massimo di un mese consecutivo di spostamenti, decisamente più adatto a un viaggio improvvisato. Il One Country pass invece è differente: prevede da un minimo di tre giorni di spostamenti in un mese a un massimo di otto giorni, e richiede dunque una pianificazione maggiore per ridurre le spese, prenotando anticipatamente ostelli o B&B.

 

 

Il viaggio. Dopo l’acquisto comincia la parte più creativa e avventurosa. Sarete voi a costruire il vostro viaggio, giorno per giorno oppure con anticipo. Le possibilità sono davvero infinite, ed è facile perdersi tra le migliaia di attrazioni europee. La cosa migliore da fare è mettersi davanti a una cartina dell’Europa e tracciare linee e collegamenti a matita, immaginare, cancellare e ridisegnare, fino al momento della partenza. Per confondervi un po’ le idee, cliccando su questo link potrete trovare i consigli di chi l’Interrail lo organizza, ma non perde l’occasione per sfruttarlo. Al primo posto c’è una località italiana, non quella che immaginate, e a seguire altri luoghi più o meno inaspettati. Dunque, ora non dovete far altro che chiudere gli occhi e lasciarvi ispirare…

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità