Ma anche belfie e helfie

Gli welfie, i selfie dei vip

Gli welfie, i selfie dei vip
12 Febbraio 2015 ore 10:00

Magari, proprio nel momento in cui state leggendo queste righe, siete seduti dietro la scrivania del vostro ufficio. Accanto a voi, tanti colleghi con i musi lunghi e la faccia stanca. Allora, giusto per distrarvi un po’, prendete in mano il cellulare per dare un’occhiata (veloce) ad Instagram. Chiunque, oltre ai propri amici e parenti segue anche vip, influencer o persone che semplicemente gli stanno simpatiche.

E così, mentre il pollice scorre le foto, una dopo l’altra, ogni tanto la nostra mente è scossa dalla visione di alcune immagini: feste lussuose sulle rive di qualche spiaggia caraibica, yatch e jet privati dotati di ogni tecnologia possibile e immaginabile, bottiglie di champagne dai costi esorbitanti. Per non parlare delle auto sempre nuove e all’ultima moda. Queste foto, proprio per la tendenza che hanno di metter in mostra agio e ricchezza sono state ribattezzate con il nome di wealfie.

8 foto Sfoglia la gallery

Per capire che cosa significa questa parola basta cimentarsi in una semplicissima etimologia. Si scoprirà che si tratta di un neologismo nato dalla fusione del vocabolo inglese wealth (benessere o ricchezza traducendolo in italiano) con  la famosissima parola selfie. Con wealfie, allora, si intende un autoscatto che mira a mettere in mostra e a ostentare la propria ricchezza e benessere materiale. I protagonisti indiscussi di questa nuova tendenza social sono i cosidetti rich kids, ragazzi e ragazze benestanti che approfittano della web per ostentare la loro vita lussuosa. Ma anche molti adulti, più o meno famosi che siano, non si tirano indietro di fronte a questa nuova moda che impazza sui social network.

Belfie e Helfie. Nelle righe precedenti ci siamo soffermati sul wealfie, proseguiamo ora con altre due tipologie di selfie che sono divenuti in questi ultimi mesi dei e veri e propri tormentoni sul web. Il primo si chiama belfie e, detto in parole povere, si tratta di fotografie che hanno lo scopo di immortale il proprio lato B per poi pubblicarlo online sui social network come Instagram, Facebook e Twitter. Come molti potranno facilmente immaginare è un tipo di scatto che è molto diffuso tra le donne, visto che consente di mettere in luce e “sponsorizzare” la sensualità e le curve del proprio corpo.

Helfie, invece, deriva dal mix della parola hair, che in inglese significa “capelli”, e l’ormai conosciutissima parola selfie. In brevissimo tempo, anche questa è diventata la nuova mania delle vip più famose di tutto il mondo. In sostanza si tratta di un autoscatto che vuole immortalare la propria acconciatura, magari quando ancora si è sedute sulla poltrona del proprio parrucchiere, dopo essersi fatte un taglio particolare o aver rivoluzionato il proprio look.

4 foto Sfoglia la gallery

L’origine dei selfie. Magari a molti non è mai venuto neppure in mente di chiedersi da dove diamine sia venuto fuori il termine selfie. Oramai è una parola di uso così comune che si dà praticamente per scontata. Secondo alcune fonti, sarebbe stata inventata dal fotografo Jim Krause nel 2005. Secondo altre ricerche, invecem questo termine si troverebbe già in alcuni testi del lontano 2002, quando comparve per la prima volta in un forum australiano. E proprio da quel momento in poi avrebbe fatto fortuna su alcuni altri blog come Flickr MySpace.  Sta di fatto che in breve tempo è riuscita ad entrare tra le parole che vengono più volte ripetute durante il giorno. Negli anni è divenuta così famosa che l’Oxford Dictionary l’ha eletta parola dell’anno 2013: «Un autoscatto generalmente effettuato con uno smartphone o con una webcam che viene poi pubblicato su un social network», questa la definizione del famosissimo dizionario inglese.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia