Tendenze
Borgo Santa Caterina

Il coraggio di aprire in zona rossa: primo mese di vita per The Alchemist Bar

Un raffinato cocktail bar ha preso il posto della Chupiteria. Un’iniziativa dei barman Paolo Veneziani e Massimo Borella

Il coraggio di aprire in zona rossa: primo mese di vita per The Alchemist Bar
Tendenze Bergamo, 11 Febbraio 2021 ore 03:07

Il tessuto commerciale nel 2020 ha tenuto: il saldo annuale delle imprese che non ce l’hanno fatta ne conta 10, una perdita contenuta. Non solo: sono aumentati bar, ristoranti e trattorie, che contano 33 nuove aperture a fronte di 29 cessazioni. Segno che si spera in una pronta ripartenza del movimento, anche quello serale, legato all’aperitivo (ma quello vero, non anticipato alle 4) e al dopocena.

E se si parla di movimento (perché movida ci sembra fuori luogo) non si può prescindere da Borgo Santa Caterina, indiscutibilmente da anni la zona più vivace della città. Qui, al 34/b, al posto della Chupiteria (che ha chiuso), è nato a gennaio, a ridosso della zona rossa, The Alchemist Bar, piccolo tempio dei cocktail dall’atmosfera raffinata (con uno stile fondamentalmente industrial, però, alla portata di tutti) che punta sul bere bene con prodotti di qualità. Un’iniziativa di un nome noto della mixology bergamasca, Paolo Veneziani, in società con Massimo Borella.

4 foto Sfoglia la gallery

«Abbiamo aperto a gennaio quando si poteva fare solo asporto e ci siamo trovati immediatamente in zona rossa - racconta Veneziani -. Stiamo comunque continuando a crescere mentre attendiamo il giorno che ci permetteranno di aprire anche la sera. Allora sì che potremo finalmente fare al meglio il nostro lavoro».

Paolo Veneziani, classe 1973, è nel giro da vent’anni. Ha lavorato in numerosi locali e hotel. «Fino allo scorso anno – ci dice – gestivo nella veste di bar manager Terrazza Fausti. Questo fino al primo lockdown. L’estate l’ho fatta al Balzer, ma poi è arrivata la chiusura del serale. Allora ho preso la grande decisione: aprire un piccolo cocktail bar. Ne ho parlato con uno dei miei barman della “Terrazza” e lui mi ha detto sì».

Si beve bene, all’Alchemist: la lista dei drink è originale e in continua evoluzione, gli analcolici vengono fatti con frutta fresca. E in sottofondo c’è buona musica blues. L’orario? Per ora dalle 9 alle 18, in attesa di buone notizie da Roma.