23-25 ottobre, in via Valtellina

La Street Food Parade di Milano (E i locali che trovate tutto l’anno)

La Street Food Parade di Milano (E i locali che trovate tutto l’anno)
25 Ottobre 2015 ore 09:00

È vero che abbiamo già rispolverato i cappotti e stiamo per tirare fuori cappelli e guanti di lana dalla naftalina, ma l’inverno non è ancora arrivato e sembra fortunatamente aspettarci un temperato weekend di sole. Per approfittarne, potreste fare un giro a Milano, magari per dare un’occhiata a Bookcity 2015, la manifestazione della lettura con 200 spazi in tutta la città, e poi chiudere il sabato in Piazza Duomo, con i concerti gratuiti di Marco Mengoni e dei Duran Duran.

Ma se volete soddisfare le esigenze dell’intelletto, attenzione a non perdere di vista quelle dello stomaco, un languorino potrebbe sempre cogliervi impreparati. E allora perché non un bel cartoccio di cibo buono ed economico, da mangiare passeggiando o seduti su una panchina sotto gli ultimi raggi caldi dell’autunno? Ora lo chiamano street food e dal 23 al 25 ottobre Milano ospiterà niente meno che l’International Street Food Parade 2015, un’Expo in miniatura dedicata al cibo di strada italiano e straniero. Ci saranno 70 food truck e stand che occuperanno l’area di Milano Camper Park in via Valtellina 7, non lontano dalla fermata di Zara. Oltre a praticamente tutte le regioni di Italia, saranno presenti i chioschi di ventitré stati stranieri, dall’Argentina fino al Giappone, passando da molti Paesi europei. Insieme al cibo, si potranno provare i prodotti di birrifici artigianali e vinerie. Inoltre, anche le mamme potranno comodamente fare un salto, dal momento che è stata allestita un’area bimbi con uno spazio per l’allattamento sotto l’assistenza di un’ostetrica. Tra un boccone e un bicchiere, sarete intrattenuti con musica, cabaret e artisti di strada. L’evento durerà per tutto il weekend, ma non scordatevi che Milano, quanto a cibo di strada, non manca anche durante l’anno di punti di riferimento fissi che soddisfano i desideri più diversi e in alcuni casi vantano una tradizione importante. Eccone alcuni.

 

Giannasi

12038506_667501563352391_8684264831679479229_n

Se avete gusti semplici, cominciamo con il ruspante pollo allo spiedo di Giannasi che, con il suo chiosco in Piazza Buozzi, è un caposaldo di Porta Romana. I polletti, che arrostisce dal 1967, han guadagnato al signor Dorando l’Ambrogino d’oro. Varrà dunque la pena farci un salto.

 

Il Kiosko

IlKiosko24-124

Se invece preferite il pesce, Il Kiosko in Piazza 24 maggio fa al caso vostro. Si tratta anche in questo caso di uno storico chioschetto che, oltre al pesce fresco, vende cartocci di fritto accompagnati da un bicchiere di bianco e porzioni di crudo freschissimo da mangiare passeggiando lungo la Darsena. È adatto a un economico pranzo mordi e fuggi o a un aperitivo serale sui navigli.

 

Spontini

12088442_961605660544817_5467591208710553872_n

Per un classico trancio di pizza, Spontini, ça va sans dire. Formula veloce, gusti semplici e prezzi contenuti, è una soluzione che mette sempre d’accordo tutti. Ormai le pizzerie sono dieci, ben due le nuove aperture nei pressi del Duomo (in via Santa Radegonda, 11 e in via Dogana, 2). Ma prima o poi varrebbe la pena fare un salto dove nacque Spontini nel 1953, cioè appunto in via Gaspare Spontini, 4. Meno scintillante dei nuovi locali, è più genuino e porta fortuna.

 

Sciatt’ à Porter

11750674_373798709486017_4002667651051524681_n

Dato che con sollievo abbiamo lasciato alle spalle le bollenti temperature estive, possiamo tornare a cibi più sostanziosi, come quelli della cucina valtellinese. Da un paio d’anni ha aperto Sciatt’ à Porter, che la guida di Gambero Rosso definisce «bottega di qualità» con «meraviglioso street food di montagna». Se nel cuore di Milano foste colti dal desiderio di un cartoccio di frittelle di grano saraceno ripiene di Casera, correte a gambe levate in Viale Monte Grappa, 18, dove vi aspetta un angolo di Valtellina in formato locanda.

 

Il Birroccio

12000864_1625124731090254_7360133932944538044_o

Tra locali storici e new entry, chiudiamo con un ibrido, il Biroccio. Si tratta di un elegante Ape Car che prende il nome dal carretto a due ruote trainato dai cavalli. Lungo le strade di Milano vende per 7 euro delle porzioni di tipico risott giald, cucinato secondo la ricetta de La Pesa Trattoria dal 1902. Cibo sano e corroborante, realizzato secondo tradizione ma venduto in moderno stile take away. Sulla pagina Facebook del Biroccio si può controllare dove trovarlo ogni giorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia