Si chiama Lexus Slide

Lo skateboard volante ora è realtà Un video che viene dritto dal futuro

Lo skateboard volante ora è realtà Un video che viene dritto dal futuro
07 Agosto 2015 ore 12:27

Siamo oramai nel futuro, ora volano anche gli skateboard. Il merito va al colosso automobilistico Lexus che, dopo l’annuncio della settimana scorsa, ha reso pubblico un nuovo video, effettuato da un drone, con protagonista Lexus Slide l’hoverboard progettato in seno all’azienda. A differenza dei casi precedenti di altri marchi in cui gli hoverboard si rivelavano bufale. Anzi, per smentire le titubanze riguardanti il primo exploit di un mese fa, Slide è stato costruito. E funziona.

Per chi non sapesse in cosa consiste questo skateboard volante, Lexus Slide è una tavola che porta lo skating agli apici della scienza, grazie ad un sistema di levitazione magnetica realizzata tramite magneti permanenti e superconduttori in ceramica, il tutto raffreddato a -197C° con l’utilizzo dell’azoto liquido. Il procedimento sfruttato è simile a quello impiegato sui treni MagLev (o, appunto, a levitazione magnetica), già presenti in Paesi come Giappone, Stati Uniti e Germania, i quali fluttuano su rotaie appositamente costruite.

4 foto Sfoglia la gallery

Questo ci consente di evidenziare uno dei problemi tecnici di un hoverboard: la necessità di una superficie specifica su cui far levitare il mezzo. In questo caso, per averne una ad hoc, la dimostrazione di Lexus Slide è stata registrata nell’hover-park costruito per l’occasione a Cubelles in Spagna, cittadina a circa un’ora di distanza da Barcellona.

Il prototipo presenta poi altre problematiche. Innanzitutto il costo, che si aggira intorno ai 10mila dollari, senza calcolare la costruzione dell’hover-park. E poi, Slide ha un’autonomia di circa 15-20 minuti, in quanto necessita di un costante rifornimento di azoto liquido (materiale, peraltro, di non facile reperibilità).

Non vi resta ora che gustarvi il video qui sotto. Protagonista è lo skater  professionista Ross McGouran che, dopo alcune cadute iniziali determinate dalla strana sensazione dell’assenza di attrito, regala alcune immagini davvero suggestive. Si realizza quindi (in parte) il sogno di tanti fans di Ritorno al futuro”, che speravano un giorno di poter levitare a bordo di un hoverboard per le strade del paese, come il protagonista Marty McFly.

[Una nota: non si sa se sia o meno nelle intenzioni della casa giapponese commercializzare il prodotto. Potrebbe restare semplicemente una trovata pubblicitaria per attirare l’attenzione sulle supercar prodotte e vendute dal brand. Staremo a vedere.]

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia