Da 1 a 2,50 euro per ogni assaggio

Sapori di Spagna in Porta Nuova A Bergamo arriva 100 Montaditos

Sapori di Spagna in Porta Nuova A Bergamo arriva 100 Montaditos
23 Dicembre 2015 ore 09:05

Montadito, ovvero un pezzetto di storia culinaria spagnola. Quando si va in terra iberica, solitamente, ci si appassiona alla oramai famose tapas, ma ci si dimentica spesso di provare quella semplice ma gustosa leccornia che sono i montadito. Il temine fa riferimento a un’antica tradizione della cucina spagnola, dove si impreziosivano piccoli pezzi di pane (magari anche avanzato dal giorno prima) con salse, carne, pesce o verdure. Una sorta di mini-panini, dei bocconcini prelibati da godersi in un sol boccone, ancora meglio se con un bel boccale di birra fresca ad allietare lo spuntino. I montaditos sono così semplici da preparare e gustosi che limitarli solo all’aperitivo o a uno spuntino fuori pasto è un peccato. E proprio su quest’idea, nel 2000, un piccolo ristorantino sulla spiaggia di Islantilla, Huelva, ha pensato di trasformare i montaditos nel suo piatto forte. Una mossa più che azzeccata.

 

100-montaditos-italia--644x362

 

La nascita di 100 Montaditos. Oggi quel ristorantino è diventata una catena guidata dal Gruppo Restalia con quasi 400 locali in tutto il mondo e un nome tanto semplice quanto evocativo: 100 Montaditos. Un’onda di sapori e sonorità gustative iberiche che lo scorso weekend ha conquistato anche Bergamo con l’apertura di un locale in Largo Porta Nuova 8, proprio nel cuore della nostra città. Si tratta dell’ennesima apertura in Italia degli ultimi giorni: pochi giorni prima, infatti, un altro punto 100 Montaditos aveva aperto nella zona dei Navigli di Milano, dove solo la sera dell’inaugurazione sono stati consumati ben 2.500 i Montaditos, accompagnati da oltre 500 boccali di birra. I montaditos piacciono eccome.

I montaditos alla conquista del mondo. Del resto la semplicità vince sempre. Come detto, i montaditos non sono altro che mini-panini gustosissimi, che la catena di ristoranti spagnola offre in ben 100 diversi abbinamenti e con prezzi che variano, per ogni bocconcino, da 1 a 2,50 euro. Prezzo abbordabilissimo per passare una serata diversa, gustando anche sapori inediti. L’80 percento del menù del locale è infatti uguale in tutto il mondo, mentre il restante 20 percento è composto da montaditos appositamente pensati per il Paese in cui si trova il punto vendita. In Italia, e dunque anche a Bergamo, possiamo trovare ad esempio il montadito con pomodoro, mozzarella e pesto, che non c’è in Spagna, Belgio, Stati Uniti, Messico, Colombia, Cile e Guatemala. I punti vendita fuori dai confini iberici sono, al momento, 42, ma presto cresceranno soprattutto in Italia, che diventerà il secondo Paese per numero di punti 100 Montaditos dopo la Spagna.

 

carta-1

4 foto Sfoglia la gallery

Una volta entrati al ristorante, non dovrete fare altro che sedervi, consultare la lista dei 100 montaditos in menù, scegliere i numeri corrispondenti e ordinare. A quel punto sarà un altoparlante a comunicarvi quando ritirare i prelibati bocconcini, attraverso il vostro nome (o soprannome, come avviene in Spagna). Insomma, informale e semplice, oltre che buono, qualità che hanno reso 100 Montaditos un vero e proprio brand amato in tutte le città in cui è presente. Non stupisce dunque scoprire che il gruppo è in continua espansione: l’obiettivo dichiarato è toccare gli oltre 30 punti vendita in Italia entro la fine del 2016 e i 100 per la fine del 2017. Solo quest’anno ne sono stati aperti 17: a gennaio 2015, infatti, i 100 Montaditos tricolore erano 3, mentre oggi siamo a quota 20.

 

Last Call BERGAMO ! Apriamo alle 18:00! Vi aspettiamo!

Posted by 100 Montaditos Italia on Lunedì 21 dicembre 2015

 

Provare (a 1 euro) per credere. In occasione del lancio, la catena ha pensato a un’iniziativa che ha riscosso grande successo, anche a Bergamo. Si chiama “Euromania” e permette a tutti gli avventori di provare ogni montadito del menù al prezzo di solo 1 euro. Come non approfittarne? Ángel Sandoval, Europe Manager del marchio, parla espressamente di «casual food», cioè un’ottima via di mezzo tra l’offerta di una classica taverna o osteria spagnola e quella di un moderno fast food, che non dimentica, nonostante il basso costo, la qualità delle materie prime: tutti i locali hanno infatti la cucina a vista affinché i clienti possano “controllare” la preparazione dei loro montaditos, a partire dal pane utilizzato, prodotto appositamente dai singoli ristoranti giorno per giorno seguendo una ricetta che è stata addirittura brevettata. Il resto dei prodotti utilizzati viene all’80 percento dalla Spagna, mentre la percentuale restante da selezionati fornitori del territorio locale. Chissà se i montadito conquisteranno anche i bergamaschi. Una cosa è certa: molto meglio delle solite, banali tapas.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia