Dai giallisti alla migliore amica

Sei libri per sei tipi di lettori da regalare ora che è Natale

Sei libri per sei tipi di lettori da regalare ora che è Natale
25 Dicembre 2015 ore 06:00

Un libro salverà il Natale: non è il titolo di una campagna a favore della lettura, semplicemente una constatazione. Perché quando mancano pochi giorni alla festa più attesa dell’anno e non si ha ancora finito di comprare i regali, veramente un libro può salvare il Natale. Sarà forse un dono banale, ma la vastità del mercato letterario ci permette di trovare il titolo giusto per ogni persona, senza contare che regalare un libro ci fa fare sempre la sua bella figura. Certo, anche scegliere un libro non è facile, soprattutto se non si ha la minima idea di quali siano i gusti del ricevente. E allora, in questi casi, le ipotesi sono tre: o ci si fa guidare dall’istinto (ipotesi anche detta: comprare a caso), o ci affidiamo al nostro gusto (anche detta: se piace a me, deve piacere pure a te), oppure ci si fida delle recensioni dei giornali e dei siti, in questo periodo pieni di consigli per gli acquisti (anche detta: aiuto!!).

Poiché per le prime due ipotesi il nostro aiuto servirebbe a poco, abbiamo pensato di dare qualche dritta per tutti quei tiratardi dei regali che hanno optato per regalare dei libri ma non sanno come muoversi in un mercato che pullula di offerte. Abbiamo scelto sei opere, consigliate da gente che ne sa (più di noi) e adatte a ogni tipo di lettore.

 

Per il giallista – Fred Vargas, Tempi Glaciali
[Einaudi Stile Libero, 20 €]

cover49

Per il giallista più incallito, questo è il libro adatto e non banale. E a consigliarlo, in qualche modo, siete stati proprio voi visto che questa estate, un po’ a sorpresa, Tempi Glaciali ha conquistato il primo posto nelle vendite. È l’ultima opera di Fred Vargas, pseudonimo della medievalista Frédérique Audouin-Rouzeau, e che va a inserirsi nelle storie con protagonista il commissario del 13° arrondissement di Parigi Jean-Baptiste Adamsberg. Uomo lento, in controtendenza rispetto al mondo che gira vorticosamente attorno a lui (e a noi), non è un investigatore brillante in stile americano. Ha i suoi ritmi, i suoi tempi, così come la narrazione di Vargas, che ha dichiarato di scrivere «gialli poetici». C’è chi questa cosa non la sopporta, ma visto il successo che riscuote ogni suo romanzo (senza alcuna spinta mediatica, va detto) sono tanti i lettori che si sono appassionati alle sue storie. Forse Tempi Glaciali non è il suo giallo meglio riuscito, ma è comunque al di sopra della media dei thriller presenti sugli scaffali delle librerie.

 

Per il malato di serie tv – Henry Jacoby, La Filosofia del Trono di Spade
[Ponte delle Grazie, 15 €]

cover

È l’unico libro di questa nostra lista non targato 2015, ma poco importa. Del resto il successo de Il Trono di Spade nel nostro Paese ha avuto il boom proprio negli ultimi due anni. Si tratta di un’opera adatta a tutti i “malati di serie tv”, ma assolutamente non banale: un’analisi filosofica del fantastico mondo partorito dalla mente di George R.R. Martin. Partendo dalle vicende dei protagonisti della saga, Jacoby analizza i valori, i risvolti etico-morali e le tante sfaccettature della vita trattate con grande verve dal telefilm. Insomma, tutti i temi estetici, politici e metafisici de Il Trono di Spade riletti con gli occhi della filosofia. A consigliarlo sono quelli di Wired.

 

Per l’inguaribile romantico – Fabio Volo, È Tutta Vita
[Mondadori, 19,50 €]

9788804658221.1000_1_0

Piaccia o meno, negli anni Fabio Volo s’è imposto come autore di bestseller italiani. Certo, non è Sciascia, ma che ci vogliamo fare. Saggiamente Mondadori ha messo sul mercato il suo ultimo romanzo sotto Natale, consapevole che si tratta del regalo perfetto da fare a chi vive la letterature come un divertissement momentaneo, senza arzigogolati retro pensieri. Scorrevole e leggero, anche questo romanzo di Volo offre una facile immedesimazione al lettore: il libro, infatti, parla dei classici problemi che una coppia si trova ad affrontare giorno dopo giorno per fare in modo che la relazione diventi un percorso di vita insieme. Lo consiglia Corretta Informazione.

 

Per il riflessivo – Ta-Nahisi Coates, Between The World And me
[Spiegel & Grau, 24 $]

91JuO6j-C5L._SL1500_

È il libro rivelazione dell’anno in America. La versione italiana ancora non c’è, ma siamo certi che arriverà, perché è un libro bellissimo. A consigliarlo sono un po’ tutti negli States e l’eco di questo successo è arrivato anche in Italia, con Internazionale che gli ha dedicato un approfondito e interessante articolo. Ta-Nehisi Coates, giornalista e scrittore originario di Baltimora, negli ultimi anni si è affermato come la voce più potente, originale e ascoltata sui temi delle discriminazioni e del razzismo, caldissimi oggi in America. Il libro non è altro che una lunga lettera dell’autore a suo figlio, Samori, in cui gli spiega cosa significa «essere un afroamericano in una società razzista» e come comportarsi quando si ha a che fare con le autorità, soprattutto quando l’autorità si manifesta sotto forma di una divisa della polizia. Samori ha 15 anni, tre in meno di Michael Brown, ucciso da un agente di polizia a Ferguson, in Missouri, nell’estate del 2014; tre in più di Tamir Rice, ucciso a fine 2014 in un parco di Cleveland, in Ohio, da un agente arrivato sul posto perché qualcuno aveva chiamato la polizia denunciando la presenza di un ragazzo con una pistola «probabilmente finta». Toccante, profondo, tagliente. Un libro da leggere a piccoli sorsi.

 

Per la migliore amica – Elena Ferrante, Storia della Bambina Perduta
[Edizioni e/o, 19,50 €]

71X2tid4fAL

Care lettrici, se volete regalare un libro alla vostra migliore amica, questo è ciò che cercate. Si tratta dell’ultimo capitolo (il quarto) della serie L’Amica Geniale di Elena Ferrante e che racconta la storia di Lina ed Elena, alias Lila e Lenù, e della loro amicizia. Il romanzo narra di un rapporto di amicizia dove le due donne, poli opposti di una stessa forza, si scontrano e s’incontrano, s’influenzano a vicenda, si allontanano e poi si ritrovano, si invidiano e si ammirano. È la ciliegina sulla torta della saga italiana di maggior successo nel mondo, merito della scrittrice napoletana anonima che si firma col nome di Elena Ferrante. Proprio il mistero sulla reale identità ha costruito un alone di leggenda attorno alla sua figura, che resta però una delle più brillanti della letteratura italiana contemporanea. Basta dire che a consigliare questo libro è niente di meno che il New York Times, mentre il New Yorker ha così recensito l’opera: «Quando leggo i romanzi di Elena Ferrante, vorrei non smettere mai. Mi irritano gli ostacoli – il mio lavoro, gli incontri in metropolitana – che rischiano di tenermi lontana dai suoi libri. Mi dispero quando devo separarmene (come potrò mai aspettare un anno prima di poter leggere il prossimo?). Sono preda di un desiderio vorace di continuare a leggere». Volete forse privare di tanta meraviglia voi e le vostre amiche?

 

Per gli alternativi – Zerocalcare, L’Elenco Telefonico degli Accolli
[Bao Publishing, 17 €]

1444310936_zerocalcare

Un perfetto bigino dell’essenza del popolarissimo fumettista di Rebibbia. Uno stile dolceamaro, in cui Zerocalcare riflette sulle responsabilità che derivano dal successo e sull’impossibilità di essere all’altezza delle aspettative degli altri. Un diario aperto sul suo mondo, in cui l’autore si racconta ripercorrendo le storie degli ultimi due anni del blog, tra cui le ormai classiche Salva ogni cinque minuti, Quando muore uno famoso, I litigi su internet e Il demone della reperibilità. Un libro a fumetti di classe, consigliato da Corretta Informazione così come da tanti altri, adatto sia per chi è già fan del noto fumettista che per chi lo conosce solo di nome. Forse non proprio un libro come siamo soliti intenderlo, ma certamente regalo gradito dalle persone più particolari e fuori dal mainstream della letteratura classica.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia