Da «Mai ésta öna Dea issé» a...

Dieci frasi in bergamasco sul 2017

Dieci frasi in bergamasco sul 2017
30 Dicembre 2017 ore 05:00

Anche il 2017 si avvia inevitabilmente alla fine. Dopo la maratona di Natale, approfittiamo di una breve pausa prima di lanciarci nei festeggiamenti di Capodanno. È il momento della riflessione e dei bilanci, che cominciano ad affiorare tra una fetta di panettone e l’ennesimo brindisi. Ma com’è stato davvero questo 2017? Ognuno di noi ha la sua risposta. Qui ne trovate dieci, suddivise per argomenti. Buona lettura, e buon anno a tutti.

 

Politica
1) Ol sìndech a l’và ‘n regiù

S’era capito da subito che il nostro sindaco avrebbe ambito ad altri lidi. L’election day nella primavera dell’anno prossimo ci dirà se le sue aspirazioni sono ragionevoli, o regionevoli. Chissà se, visto il territorio più vasto, abbandonerà la fedele bicicletta. [Trad. Il sindaco va in regione]

 

 

Mobilità
2) Gh’è sèmper i bambe

Grande sorpresa e interesse hanno suscitato le Mobike, biciclette che si possono lasciare dove si vuole. Qualcuno ha preso il messaggio troppo alla lettera, e le ha gettate nel Morla e in alcune fontane. Da lì il commento. [Trad. Ci sono sempre gli stupidi]

 

 

Calcio
3) Mai ésta öna Dea issé

Molti tifosi non riescono a ricordare un’annata altrettanto esaltante, con il cammino spedito in Europa e le brillanti prestazioni in campionato. C’è da augurarsi che continui così. [Trad. Mai vista una Dea così]

 

 

Meteo
4) A l’piöv tròp póch

Anno davvero asciutto, questo 2017. Il nostro animo contadino sa che questo non fa bene alla terra. E nemmeno a noi, se si guardano i dati sull’inquinamento. Speriamo che piova. [Trad. Piove troppo poco]

 

 

Urbanistica
5) I è dré a fa cossé ‘n Sità Ólta?

C’è chi grida allo scempio e chi parla di inevitabile adeguamento ai tempi. Indubbiamente, già il cantiere della teleferica fa discutere, e pensiamo che continuerà a farlo anche l’anno prossimo. [Trad. Cosa stanno facendo in Città Alta?]

 

 

Sport
6) I nòste fómne i è fórte

Che le nostre donne siano una forza lo sappiamo. E non si parla di forza morale, perché con Monica Carenini hanno vinto un titolo internazionale di braccio di ferro. Ma gli esempi di bergamasche vittoriose sono tantissimi, da Sofia Goggia e Miki Moioli nello sci a Martina Caironi nell’atletica fino a Chiara Consonni e Martina Fidanza nel ciclismo, solo per elencarne alcuni. [Trad. Le nostre donne sono forti]

 

 

Enogastronomia
7) A m’sè bràe pò a fa de maià

I dieci ristoranti stellati, con in testa Da Vittorio, ma anche la vittoria di Carlo Beltrami a Bake off, la kermesse in occasione del G7, l’evento Forme.Bergamo Capitale Europea dei Formaggi. Niente da dire, anche a tavola ce la sappiamo cavare bene. [Trad. Siamo bravi anche a far da mangiare]

 

 

Economia
8) I dis che ‘l laurà l’gh’è

La formula dubitativa dovrebbe far pensare. Che il lavoro ci sia lo si dice, ma molti di noi questa sensazione proprio non ce l’hanno. Sarà che siamo sempre stati abituati troppo bene? [Trad. Dicono che il lavoro c’è]

 

 

Salute
9) A l’te tóca spetà di ure

Tra luci e ombre, il nuovo ospedale prosegue la sua attività tra polemiche per il parcheggio, allagamenti ciclici e, soprattutto, lunghissime attese al Pronto Soccorso. Ma anche eccellenze sanitarie, diciamolo. [Trad. Bisogna aspettare delle ore]

 

 

Cultura
10) Coi lìber m’à fàcc bèl

Che i bergamaschi non leggano forse non è poi così vero, visto il successo di pubblico della Fiera dei Librai, che ha attirato 175.000 visitatori e ha venduto 25mila libri. Tra i quali quelli di due autori di Bergamo Post, entrambi nella top ten dei più venduti. [Trad. Con i libri abbiamo fatto bene]

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia