Da «Stàe mèi 'ndo sére» a...

10 frasi in bergamasco sul rientro

10 frasi in bergamasco sul rientro
23 Agosto 2019 ore 07:30

È vero che siamo lavoratori instancabili, però negli ultimi anni lo spirito delle origini si è un po’ annacquato, e molti di noi vedono con sollievo l’avvicinarsi del sospirato periodo di ferie. Alcuni ne hanno già visto anche la fine, e sono tornati al lavoro con stati d’animo diversi. A parte quelli che non hanno fatto e non faranno mai una vacanza, perché non ne concepiscono il senso.

 

1. Stàe mèi ‘ndo sére

Riflessione davanti alla macchinetta del caffè che intende comunicare la nostalgia per il periodo trascorso senza lavorare, ma in realtà è poco più di una formula rituale, considerando la nostra connaturata operosità. [Trad: Stavo meglio dov’ero]

 

2. Quìndes dé i ó gna és-cc

Per alcuni la percezione del tempo cambia vistosamente, e le due settimane appena passate sembrano un periodo eccezionalmente breve. Il contrario esatto avviene nella prima settimana di lavoro. [Trad: Quindici giorni non li ho neppure visti]

 

3. Mé ndó a setèmber

Costretti ad osservare con malcelata invidia le partenze altrui, i lavoratori che hanno pianificato le loro ferie alla fine dell’estate si godono la loro rivincita. Se il tempo non fa i capricci. [Trad: Io vado a settembre]

 

4. Só zamò stöf

Non tutti siamo stacanovisti. Per alcune categorie di persone l’impatto con il primo giorno di lavoro può rivelarsi devastante, con effetti psicofisici immediati. [Trad: Sono già stanco]

 

5. I è amò vià töcc

Tra le piccole soddisfazioni di chi è già rientrato c’è anche la scorrevolezza del traffico, facilitata dalle numerose assenze. Anche gli squilli del telefono sembrano rarefatti, per un inizio meno traumatico. [Trad: Sono ancora via tutti]

 

6. Me só mia möìt

Alcuni, per scelta o per necessità, non si sono proprio allontanati da casa, e non se ne lamentano. Sarà perché il nostro territorio offre comunque tutto quello che si può desiderare. [Trad: Non mi sono mosso]

 

7. Ó sèmper lauràt

Non può mancare chi ignora anche il concetto stesso di ferie e prosegue imperterrito nella propria attività, fedele all’immagine del bergamasco che non si ferma mai. [Trad: Ho sempre lavorato]

 

8. Sére stöf de stà a cà

Qualcuno proprio non sopporta di rimanere con le mani in mano, e non vede di buon occhio una lunga permanenza lontano dal lavoro. In alcuni casi la tipologia del coniuge è un’aggravante. [Trad: Ero stanco di stare a casa (dal lavoro)]

 

9. Ol prim dé ó fàcc fadiga

È naturale che riprendere i nostri elevati ritmi lavorativi non sia sempre semplice. Ma si tratta solo di un breve periodo di rodaggio, prima di ricominciare con uno slancio ancora superiore. [Trad: Il primo giorno ho fatto fatica]

 

10. Lönedé m’sè amò a cà

La tradizionale chiusura delle ferie per noi non può essere che la festa del nostro patrono, Sant’Alessandro, con la sua fiera che attira da generazioni adulti e bambini di città e provincia. [Trad: Lunedì siamo ancora a casa (per la festa del patrono)]

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia