Con tanti corsi per imparare

Bugan Coffee Lab in via Quarenghi Il regno del caffé, quello giusto

Bugan Coffee Lab in via Quarenghi Il regno del caffé, quello giusto
07 Aprile 2015 ore 04:25

Un profumo forte ed avvolgente, riconoscibile al primo impatto. Una sensazione che racconta una storia, fatta di piantagioni e sole, e una raccolta meticolosa. Il Bugan Coffee Lab è il primo laboratorio di caffè in Italia che affronta il mondo del caffè in modo professionale e innovativo. Aperto in Via Quarenghi 32, il locale si divide in quattro zone: la prima è il Coffee Shop, dove possono essere degustate diverse monorigini di caffè; accanto si apre la sala degustazione dove si svolgono i corsi di cupping (assaggio); nella terza sala si ha invece il cuore del locale, di cui regina incontrastata è una tostatrice di raffinata fattura. Infine, l’ultima sala è dedicata ai corsi di caffetteria per baristi e amanti del caffè in generale.

«Lo scopo principale di quest’avventura – racconta Maurizio Valli, titolare con la sorella Sonia del Bugan Coffee Lab – è diffondere nel maggior modo possibile la cultura del mondo del caffè, attraverso una conoscenza che sia base per riconoscere la qualità». Dal 2012, Maurizio è Ast, Authorised Trainer Scae (Scae sta per Speciality Coffee Association of Europe), e promuove corsi di formazione dedicati interamente al caffè. C’è quello base di caffetteria (10 ore), che mira alla realizzazione dell’espresso perfetto e del cappuccino perfetto, e il più avanzato, che prevede un affinamento delle tecniche apprese, soprattutto dal punto di vista pratico. Poi c’è quello dedicato alla Latte Art (base e avanzato), per la realizzazione di cappuccini decorati da infiniti disegni, e il corso di degustazione per imparare come riconoscere un caffè di qualità.

4 foto Sfoglia la gallery

«Siamo l’unico locale in Italia – prosegue Sonia Valli – strutturato con un’accademia di Caffetteria, e qui si può trovare tutto ciò che serve per un ottimo caffè, tostato direttamente da noi. Bisogna ricordare che il caffè nasce dolce e acido, ma non amaro. Il sapore amaro è indice di una tostatura non corretta, troppo elevata, che caramellizza gli zuccheri dando il via ad un sapore difettoso». Non solo. Al Bugan Coffee Lab la qualità è d’obbligo anche nel cappuccino. Per questo il latte è sempre versato di fresco nella lattiera, evitando di riscaldare quello avanzato dalla preparazione di un cappuccino precedente. «Il latte non va mai riscaldato una seconda volta – precisa infatti Sonia – perché si crea un battere chiamato tannato di caseina».

Dunque qui troverete caffè e cappuccini dal gusto pieno, rotondo e morbido, e mai amari. Assaporerete un caffè proveniente da El Salvador, dai sentori di frutti rossi, cacao e caramello, oppure un caffè etiope, dal sentore di agrumi e fiori. Anche la macchina del caffè utilizzata è la numero uno al mondo: la marca è La Marzocco, l’unica che permette al barista di scegliere manualmente la pressione con cui erogare l’espresso. «A seconda della pressione scelta – conclude Andrea Magrini, barista del locale – posso accentuare delle note piuttosto che delle altre. Dunque ogni caffè è diverso e molto fa la competenza di chi preparerà l’espresso».

Una curiosità: il caffè è nato in Etiopia, gli Italiani hanno inventato la macchina per l’espresso e l’America lo ha prima importato, e poi coltivato. Il maggior consumatore? Il Nord Europa. Ecco perché la scelta di aprire in via Quarenghi: perché il caffè accomuna tutto il mondo. Quale zona migliore di una strada multietnica?

20 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia