Da 26 anni

Il Bum Bum di Trescore Balneario Molto più di una festa della birra

Il Bum Bum di Trescore Balneario Molto più di una festa della birra
Viva Bèrghem 23 Agosto 2018 ore 05:00

Da 26 anni, grandi concerti e solidarietà sono alla base del successo del Bum Bum Festival di Trescore. Se fosse un album degli Skiantos, potremmo vedere questa edizione come sospesa tra il tono scherzoso di «Mi piaccion le sbarbine», l’anima rock di «Sono un ribelle mamma» e il remix di «Gratis».

 

 

Giovedì 23 agosto si inizia con lo sguardo ironico e contemporaneo di Ruggero de I Timidi (il crooner che l’Italia ha scovato a teatro) per proseguire, venerdì 24, con una serata creata ad-hoc per celebrare il mito metal degli Iron Maiden con ospiti dalla Germania (Jens Ludwig [Edguy e Avantasia] e 667) e con i COTD (la band di Paul Di’Anno quando è in tour in Italia). Sabato 25 spazio alla dance con un format di grande successo come Dance Revenge.

Domenica 26 agosto, si torna al rock e all’irriverenza di Teo e Le Veline Grasse (autori di veri e propri mashup realizzati dal vivo dove melodia Italiana e rock internazionale si fondono). Lunedì 27 agosto, una data molto attesa ed esclusiva: nel tour di addio alle scene, celebrato dalla prima posizione nella classifica dei dischi più venduti e con continui soldout, arriverà Noyz Narcos: uno dei rapper più apprezzati in Italia. Martedì 28 agosto, a grande richiesta, il ritorno del live travolgente dei Modena City Ramblers che, mercoledì 29 agosto, passeranno il testimone ai Punkreas nel tour che li accompagna ai festeggiamenti per il trentennale della loro attività: anni vissuti «In Equilibrio» per la band di punta del punk-rock Italiano. Attesissima anche l’unica data bergamasca del tour dei Lacuna Coil che torneranno in Italia per il concerto di giovedì 30 agosto: questo è un anno speciale per la band che ha celebrato i 20 anni di attività con un concerto evento a Londra e che ha goduto dei riflettori televisivi grazie all’esperienza di Cristina Scabbia come «coach» al programma The Voice of Italy (Rai Due).

Il mese di agosto si concluderà con il progetto sociale e musicale dei Rezophonic: la nazionale del rock Italiano che destina i ricavi alla costruzione di pozzi per l’acqua nelle aree più disagiate del Pianeta. L’ultimo sabato 1 settembre sarà completamente dedicato alla dance. Si partirà già alle ore 13 con lo Urban Dance Contest che coinvolgerà professionisti e appassionati da tutto il nord Italia per arrivare all’attesissimo dj-set di Mario “Get Far” Fargetta: colonna portante del DEEJAY TIME è anche uno dei produttori e dj Italiani di maggiore successo a livello internazionale.

Domenica 2 settembre, il programma musicale si concluderà con una serata speciale. Largo all’Avanguardia, direbbero i succitati Skiantos che saranno la stella polare di un evento con molti ospiti a sorpresa che verranno annunciati nel corso delle prossime settimane sugli spazi social della manifestazione. Il Cornoltis and Friends sarà anche l’ultimo concerto dei Cornoltis prima di una pausa dall’attività live in vista della produzione di un nuovo album previsto per la primavera 2019. Il modo migliore per congedarsi dai fan dopo anni di continua crescita.

I gruppi di supporto. Anche quest’anno, verrà dedicata molta attenzione alle proposte in apertura di serata: una selezione delle migliori leve musicali Italiane. Si inizia con il pop-rock dei Seraphins già apprezzato a livello internazionale (alla fine del 2016 è uscito il loro album più recente co-prodotto dalla Tedesca BeTrue Music e distribuito da SPV GmbH), per proseguire con il talento cantautorale di TITA (già premiata anche dall’Accademia di Sanremo). Quindi Reaper Knight, giovane crew legata all’hip hop old style suonato dal vivo, e l’apprezzatissima Piccola Orchestra Karasciò (recentemente invitata da Mogol al CET), La Malaleche (trio acustico di patchanka che si è appena aggiudicato il Premio della Giuria Popolare del concorso Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty 2018 ), Genus Ordinis Dei (band più che rodata a livello internazionale, già di supporto a band come Hell, Dark Tranquillity and Suffocation e che ha da poco pubblicato il suo secondo disco per Eclipse Records [USA]), James and The Butcher (pluripremiati anche fuori dall’Italia e con un album di debutto che ha sorpreso moltissimi) e Gambardellas (trio rock sempre in tour e con un batterista cantante: da pochi mesi, hanno pubblicato il nuovo album).

E poi. Ogni sera dalle 19, e domenica 2 settembre dalle 12, ogni attività proposta verrà accompagnata dalla ristorazione. Come sempre ricca e variegata non mancherà di proporre piatti tipici della cucina bergamasca, così come pizze cotte nel forno a legna, grigliate, hamburger e piatti speciali da scoprire sera per sera. Altro fiore all’occhiello della manifestazione è rappresentato dalla birreria. Da 26 anni, accompagna la parte musicale segnalando anche le evoluzioni che il gusto e la cultura birraria hanno vissuto. Si conferma la fornitura in esclusiva di un prodotto creato ad hoc per la manifestazione come la birra artigianale prodotta dal Museo della Birra di Kulmbach. Kulmbach è una vera e propria culla della birra e da qui provengono anche quasi tutte le altre varietà di birra proposte (saranno 10 in totale). Non mancherà nemmeno la birra per celiaci. Ultima novità, l’introduzione dell’area mercatino riservata ad alcuni selezionati espositori.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità