Cercano 400 persone

Correte, a Oriocenter assumono

Correte, a Oriocenter assumono
05 Aprile 2017 ore 04:30

«Ho rischiato tanto. Tutti mi dicevano: “Sarà un flop, non funzionerà, hai preso un’area nella nebbia e fra le zanzare”. Era un’idea rivoluzionaria: nessuno in Italia aveva mai pensato di costruire un centro commerciale così grande su due piani, con parcheggi coperti per 4.500 vetture, anche questi su due livelli. In molti dicevano che la struttura era talmente grande che sarebbe stato impossibile reggere il business, ma la nostra era un’altra visione: non solo un ipermercato circondato da negozi ma uno shopping center internazionale, un luogo dove fare acquisti e trascorrere la giornata». Così Antonio Percassi ha raccontato a BergamoPost l’idea che aveva, oltre venti anni fa, di quello che sarebbe poi diventato Oriocenter.

Il polo del lusso in arrivo. Questo è, a diciotto anni dalla sua inaugurazione, Oriocenter. Una città nella città, un “non luogo” diventato cattedrale dello shopping. Adesso questa definizione è quasi riduttiva, e ancor di più lo sarà a fine maggio, quando è prevista l’apertura della nuova ala del grande centro commerciale, quella diventata nota con il nome di “polo del lusso”, dato che ospiterà diversi brand dall’allure internazionale. Un ulteriore passo verso il futuro, dunque, per Oriocenter.

4 foto Sfoglia la gallery

I curriculum in Comune. Intanto, proprio in questi ultimi giorni, sono state aperte ufficialmente le procedure per il reclutamento del personale per gli ottanta nuovi negozi che sorgeranno in questa ala. Si sta parlando di almeno quattrocento assunzioni (una stima per difetto), a cui si aggiungeranno i posti di lavoro dell’enorme multisala targata Uci. Dopo molte indiscrezioni, il 10 marzo scorso la Finser S.p.a., società del Gruppo Stilo e facente parte della business company Percassi, ha recapitato alle amministrazioni di sette Comuni (Bergamo, Azzano San Paolo, Orio al Serio, Grassobbio, Zanica, Seriate e Stezzano) una lettera in cui si comunica che, «a seguito degli obblighi derivanti dall’Accordo di Programma, la Finser ha incaricato Monster Italia» di recepire tutti i curricula dei soggetti interessati a trovare un posto di lavoro all’interno dei nuovi negozi di Oriocenter.

Le amministrazioni potranno dunque raccogliere i curriculum degli interessati direttamente in municipio e poi girarli alla Monster, che parallelamente riceverà le candidature di singoli anche attraverso il proprio sito. Un modo per creare un ulteriore legame tra centro commerciale e territorio. Un doppio canale, quindi, che porterà alla creazione di un grande database di tutti i potenziali candidati idonei alle assunzioni, da cui le aziende potranno poi “pescare” eventuali profili di loro interesse.

Naturalmente le assunzioni saranno ad opera dei marchi che apriranno i nuovi negozi e non di Oriocenter, che attraverso Finser, e più precisamente tramite l’agenzia interinale Monster Italia, sta offrendo loro un servizio. Le aziende, infatti, non saranno obbligate ad assumere i soggetti presenti nel database di Monster, ma avranno la possibilità di usufruirne gratuitamente e questa è una grande opportunità che certamente verrà sfruttata.

 

 

Profili e requisiti richiesti. I profili ricercati sono principalmente tre: store manager, ovvero responsabile di negozio (coloro che si occuperanno di gestire anche il personale presente nel punto vendita), vice store manager e addetti alle vendite, ovvero i cari vecchi commessi. A queste figure si aggiungono un numero limitato di magazzinieri e baristi o camerieri, anche se per il settore food & beverage le procedure di assunzione prevedono requisiti specifici. I requisiti generali richiesti, invece, sono il diploma e (preferibilmente) la conoscenza di almeno una lingua straniera. L’esperienza precedente nel settore è invece necessaria solo per ruoli specifici quali lo store manager, mentre non è assolutamente obbligatoria per chi fosse interessato a un posto di addetto alle vendite o magazziniere.

Si attendono migliaia di curriculum. Ad oggi, Monster Italia ha ricevuto dai Comuni interessati già più di quattrocento curriculum e il numero è naturalmente destinato a salire. Non sono al momento noti i dati relativi invece alle candidature singole, ma ci si aspetta che, da qui alle prossime settimane, saranno migliaia i profili dei candidati che andranno ad arricchire il database a disposizione delle aziende. Questo particolare, e per certi versi innovativo (almeno in Italia), metodo di recruiting è già stato testato dalla business company Percassi anche per il nuovo outlet inaugurato il 24 marzo a Settimo Torinese. Anche in quel caso, la Arcus Real Estate, società controllata dal Gruppo Stilo, ha incaricato Monster Italia di raccogliere e gestire tutte le candidature per poi metterle a disposizione delle aziende che avrebbero aperto un punto vendita nell’outlet. Alla fine sono stati circa diecimila i curriculum ricevuti. Dato l’ottimo risultato, ora l’iniziativa si sta ripetendo anche con Oriocenter e la Finser si aspetta che la risposta si attesti, anche in questo caso, sulle diverse migliaia di candidature.

4 foto Sfoglia la gallery

Perché un’agenzia interinale. Come sottolineato, la Finser non avrà alcun ruolo attivo nelle assunzioni, ma si è comunque occupata di retribuire la Monster Italia per il servizio che l’agenzia sta offrendo ai nuovi marchi di Oriocenter. Il motivo, fanno sapere dalla società del Gruppo Stilo, è che anche questo tipo di investimenti rientra nella filosofia di offrire un servizio il più possibile elevato alla clientela del centro commerciale. Affidarsi a una agenzia interinale esterna, infatti, non solo offre maggior trasparenza, ma garantisce a tutti i candidati che i curriculum verranno letti e valutati, così che avvenga un primo filtro alle candidature che poi saranno sottoposte all’attenzione delle aziende interessate alle assunzioni. L’obiettivo è avere un personale qualificato e di qualità, elemento sempre più importante, in un mondo in cui la concorrenza è accesissima e dove Oriocenter ha intenzione di interpretare ancora a lungo il ruolo di protagonista.

Come fare, dunque. Chiunque fosse interessato a candidarsi per le posizioni aperte, quindi, può seguire due strade: se risiede a Bergamo, Azzano San Paolo, Orio al Serio, Grassobbio, Zanica, Seriate o Stezzano, potrà consegnare il proprio curriculum direttamente in municipio; altrimenti basta visitare il sito internet di Monster Italia, cercare tra le posizioni aperte e candidarsi ai ruoli che si ritengono più interessanti. In bocca al lupo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia