Chi suona dove

I dodici palchi di Bergamo è rock faranno centro in... centro città

I dodici palchi di Bergamo è rock faranno centro in... centro città
Viva Bèrghem 27 Luglio 2018 ore 12:06

Gaetano Donizetti ha battuto tutti. È il bergamasco più famoso del mondo e la notte preparata in suo onore ha visto in campo energie, creatività e soldi senza pari. La qualità dell’evento ha dato ragione agli organizzatori, la partecipazione della gente pure. "Bergamo Balla", anche se siamo decisamente su un altro livello, è una certezza. Poi ci sono stati arte, sport e shopping (per la partenza dei saldi).

Stasera (venerdì 27 luglio), in tema di notti bianche a tema con centro chiuso (e grazie ai negozianti del Duc), è la volta di "Bergamo è rock", che torna dopo la buona prova dello scorso anno. Perché le chitarre distorte (magari non troppo) piacciono sempre. Musica dal vivo – parliamo di cover - dalle 20 a mezzanotte in dodici palchi.

Classici di genere con i Workin Mojo all’altezza di via XX Settembre 47. Poco più avanti, al civico 58 (El Pan d’na volta), ska, punk e rocksteady con i Crushedcans. Ancora i classici allo 035 Caffè di Passaggio Don Seghezzi con Ira Green, mentre dominano gli Eighties nella scaletta dell’Ordaria Rock Band. Black Limousine (con british rock classics) in Largo Rezzara e cover di Springsteen con Joe & Andrea in via Sant'Orsola 25. Astratto (rock italiano) in Piazza Pontida e Pillbox (pop, rock e blues, in acustico) sulla terrazza del ristorante Ezio Gritti. Si muovono tra i ’70 e gli ’80 gli Slippery Zone, via Tiraboschi 58, così come The Elements (via Monte San Michele) e On the run 2007 (100 Montaditos, in Porta Nuova). Slow rock, pop e soul, infine, al Balzer con Tuesday Fly.