Menu
Cerca
La rete dei negozi storici

Gioielleria Riva in Via Paglia La ricerca e il lusso dell’unicità

Gioielleria Riva in Via Paglia La ricerca e il lusso dell’unicità
Viva Bèrghem 22 Settembre 2014 ore 12:29

L’arte della gioielleria è affascinante e minuziosa, arricchita da storie di eccellenza che accompagnano il valore intrinseco degli oggetti. A Bergamo esiste, da tre generazioni, la gioielleria Riva, una delle più antiche della città. Oggi è il negozio di gioielli prediletto da chi ricerca stile e unicità, storia e design contemporaneo.

Tre generazioni un’unica sede. La gioielleria Riva nacque nel 1928 per iniziativa di Alessandro Riva, nonno degli attuali proprietari. Fu poi il figlio Ferdinando a proseguire la tradizione di famiglia insieme alla moglie Mariolina. Oggi a dettare le direttive dell’azienda di famiglia sono i nipoti Alessandro e Caterina, che, dopo aver seguito un proprio percorso personale, hanno deciso di dedicarsi entrambi ai gioielli, specializzandosi rispettivamente in gemmologia e storia economica. La sede è sempre la stessa di una volta, in via G. Paglia 7/b, e conserva gran parte degli oggetti e delle vetrine originali. Oltre al negozio c’è anche uno spazio espositivo in via Spaventa utilizzato per esposizioni tematiche temporanee.

 

DSCF4790

 

Pezzi unici, dall’antiquariato alla contemporaneità. La gioielleria Riva sta per compiere il suo centenario di attività e ha definito nel tempo una sua precisa linea commerciale. Nonostante il momento attuale si contraddistingua per un generale nervosismo che disincentiva gli acquisti, soprattutto quelli voluttuosi, Alessandro e Caterina sono i referenti di una clientela che ricerca unicità, storicità ed eccellenza.

I servizi offerti dalla gioielleria si differenziano in due ambiti, l’antiquariato e le nuove proposte del settore. La ricerca storica interessa soprattutto argenti e gioielli, realmente unici. Pezzi che conservano una storia, totalmente originali, caratterizzati da un preziosismo stilistico ormai irrecuperabile. Accanto alla proposta antiquaria c’è la selezione di prodotti dell’alta gioielleria contemporanea. Lavorazioni che dalla tradizione riprendono l’accuratezza dei particolari e la purezza dei materiali, declinandole in forme moderne. Una ricerca, questa, che sta avvicinando al negozio una clientela sempre più giovane, interessata all’unicità del prodotto. Occorre poi dire che Alessandro Riva si è specializzato da tempo nella creazione di gemelli destinati ai polsini delle camicie e nella gioielleria da uomo in genere, per la quale è in grado di assicurare il prodotto con le migliori caratteristiche. La conduzione totalmente familiare dell’attività permette di perseguire questa scelta qualitativamente alta e di mantenere l’offerta a livelli d’eccellenza anche con un mercato altalenante.

8 foto Sfoglia la gallery

Il suono di un carillon. Entrando nella gioielleria Riva potrebbe capitare di essere accompagnati nell’acquisto della piacevole musica di un carillon. È forse l’esempio perfetto per spiegare l’impostazione del negozio che coniuga la dolce tradizione di oggetti particolari all’esclusiva proposta di una delle case di produzione ancora attive, impegnate nella creazione di carillon con meccanismi dell’alta orologeria svizzera. In questo modo si incontrano, fra le vetrine, oggetti preziosi, ricercati e di altissima qualità.

La rete dei negozi storici. Alessandro Riva è anche uno dei principali referenti a Bergamo per il Progetto Negozi Storici. L’iniziativa, che raccoglie le attività legate alla tradizione commerciale cittadina, ha preso avvio nel 2009 e presupponeva, oltre al censimento dei negozi, un dialogo con la regione Lombardia volto alla valorizzazione di queste attività storiche nei distretti commerciali. Purtroppo, le remore su questo progetto sono ancora tante. A fronte di una continua presentazione di proposte da parte delle attività non corrisponde una reale e tempestiva risposta da parte della regione, che non sembra cogliere le potenzialità turistiche dei negozi storici, anche in prospettiva Expo.

Attualmente tutti i negozi storici della Lombardia sono presentati ed elencati in un apposito sito, mentre l’unico progetto attivo (ancora fino al 30 settembre) è il Selfie Prize, un concorso a premi vinto dalla fotografia più votata. In sostanza occorre farsi un selfie in uno dei negozi storici della Lombardia, caricarlo sul sito e sperare di rientrare fra le foto più cliccate. I premi in palio, però, non sono precisamente “allettanti”: un invito esclusivo per due persone alla Cerimonia di Riconoscimento dei Negozi Storici 2014, una targa ricordo personalizzata e una visita guidata alla nuova sede della Regione Lombardia.