Legno Vivo

Gioppino batte il coronavirus: burattini in scena a Gazzaniga e Pradalunga

Continua in Val Seriana la rassegna "in divenire" grazie al mestiere senza tempo di Virginio Baccanelli: «Due randellate il nostro eroe le avrebbe date anche al Covid-19»

Gioppino batte il coronavirus: burattini in scena a Gazzaniga e Pradalunga
Val Seriana, 01 Settembre 2020 ore 10:03

Un’estate a dir poco difficile, soprattutto per chi vive di spettacolo, cultura e contatto con il pubblico. Fra le iniziative che hanno comunque animato l’estate 2020 in Val Seriana, c’è la rassegna “Legno Vivo”, dedicata all’arte senza tempo dei burattini e giunta alla quinta edizione grazie alla direzione artistica di Virginio Baccanelli. Originario di Bottanuco e residente in Val Gandino, Baccanelli è oggi fra i pochissimi che in Bergamasca realizzano in proprio burattini, scenografie e sceneggiature per divertire bambini «dai 3 ai 103 anni», come recitano le artigianali locandine con cui annuncia gli spettacoli. Virginio si appassionò alla tradizione bergamasca dei burattini quasi per caso, assistendo in Piazza Vecchia a Bergamo a uno spettacolo di Daniele Cortesi.

Virginio Baccanelli

«Ho avuto la fortuna e l’onore di averlo come maestro – spiega Baccanelli -, collaborando per anni al certosino lavoro della sua bottega. È un mestiere affascinante, perché unisce alla manualità artigianale necessaria per realizzare i vari personaggi e il teatrino, la creatività per preparare scenografie e sceneggiature, che hanno ovviamente al centro il mitico Gioppino Zuccalunga. I burattini hanno la capacità di interagire attivamente con gli spettatori di ogni età, troppo spesso abituati a schermi piatti e avventure in 3D. La socialità più genuina, ma anche i contenuti positivi della lotta fra buoni e cattivi, nascono nel contesto irripetibile di uno spettacolo di piazza, con occhi sgranati davanti alla “baracca” e qualche randellata bonaria, di quelle che Gioppino dispensa ai cattivi e che probabilmente avrebbe volentieri riservato anche al tremendo Covid-19».

Allestire un vero e proprio cartellone per l’edizione 2020 di “Legno Vivo” è stato praticamente impossibile, ma dopo le date (molto partecipate) a Cazzano Sant’Andrea e Clusone, ecco in divenire due nuovi appuntamenti per inizio settembre. Giovedì 3 settembre, alle ore 21, nell’Arena Civica Donatori Sangue di Gazzaniga, grazie al patrocinio del Comune, il trigozzuto personaggio orobico cui Baccanelli dà voce e movimento proporrà La vendetta della Strega Maccherona.  Sabato 12 settembre, alle 16.30, i burattini saranno invece in scena a Pradalunga, nel Parco don Bosco, con Gioppino e la Principessa stregata. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Pradalunga. Gli spettacoli sono a ingresso libero e fino a esaurimento posti, con le necessarie prescrizioni anti Covid-19. Informazioni (anche per ulteriori spettacoli da inserire in calendario) al numero 340.0017108.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia