Tradizione lunga oltre due secoli

Ogni 5 anni Montisola fiorisce (in questi giorni, non perdetevela)

Ogni 5 anni Montisola fiorisce (in questi giorni, non perdetevela)
19 Settembre 2015 ore 16:00

Una tradizione centenaria che si rinnova, quella della festa di Santa Croce a Carzano. Per chi non lo sapesse, è una località situata nel Nord-Est di Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa, piazzata proprio al centro del lago d’Iseo. Magari l’avete sentita nominare come la “festa dei fiori di Montisola”, magari non ne avete mai sentito parlare; siamo qui apposta.

 

festa-santa-croce-0421

 

Una storia che parte da lontano… Anzitutto la location: qualora non l’abbiate mai visitata, è caratteristica e particolare già di norma. Una piccola e incantevole isola dove le strade sono strette, tanto che ci si vedono in giro solo motorini e minivan, ma proprio mini, dimensione apecar (è così perfino l’ambulanza). È più facile trovare un quadrifoglio in uno dei tanti pratic che una macchina. E già questo può iniziare a rendere l’idea della particolarità dell’isola. Ma immaginate poi come può essere, a Monte Isola, una festa che si svolge una volta ogni lustro. Secondo alcuni, tutto ebbe inizio con la peste del 1600, quella di cui scrisse il Manzoni; il lago è diverso ma il male è lo stesso. Per ringraziare di esserne scampati, gli unici nella zona, gli abitanti di Carzano decisero di organizzare questa grande festa religiosa a cadenze regolari.

Secondo altre voci, invece, il motivo per cui venne organizzata per la prima volta la festa fu un violento attacco di colera avvenuto nei primi anni del 1800: per salvarsi, gli abitanti di Carzano e Novale (altro borgo dell’isola), chiesero una grazia alla Santissima Croce. In cambio la promessa di organizzare una grande festa a cadenza quinquennale. Promessa mantenuta, da 200 anni o quasi, e che continua a essere presa sul serio. Molto sul serio. Unica eccezione nel 1945, per ovvi motivi, ma ci si organizzò subito per rimediare l’anno successivo. E così, quinquennio dopo quinquennio, arriviamo al 2015.

8 foto Sfoglia la gallery

Fiori e colori. Altro che anno olimpico, mica si scherza qui: la festa vera e propria si svolge dal 14 al 20 settembre, ma i preparativi sono iniziati già un anno fa. In gran segreto però, perché come in tutte le tradizioni c’è rivalità e competizione tra gli abitanti nel realizzare l’opera migliore. Ma che tipo di opera? Fiori, signore e signori. Li potete già ammirare nelle fotografie, ma prima vi consigliamo di leggere cosa li rende speciali: non sono veri. Il regolamento impone che siano riprodotti solo ed esclusivamente fiori realmente esistenti in natura, ma sono realizzati in prima persona dagli abitanti dell’isola, con un po’ di carta e un quantitativo industriale di maestria, affinata negli anni fino ad arrivare al risultato che vedete (adesso potete guardare): assolutamente sbalorditivo, perfino le api e le farfalle si posano sui fiori di carta credendoli veri.

Un’atmosfera unica. Per dare il giusto merito a questi artisti (non sapremmo come altro definirli), in tutto il borgo vengono allestiti 300 e più archi di legno, su cui si posa e trova sostegno la fantasia degli abitanti. Altra chicca di sicuro impatto sono i lumini posti sugli archi, realizzati con le conchiglie del lago riempite di olio e munite di apposito stoppino. I segreti per realizzare i fiori più belli si custodiscono gelosamente nelle diverse famiglie e si tramandano di generazione in generazione, fino ad arrivare a ciò che che possiamo ammirare, stupiti, anche oggi. Piccola nota a margine, una nota non da poco: tutta la festa è completamente autofinanziata dagli abitanti, che si tassano volontariamente pur di riuscire a mantenere la promessa fatta dai loro avi alla Santissima Croce, e a rispettarla nel miglior modo possibile. Ovviamente, per chi volesse, è possibile contribuire acquistando alcuni dei fiori di carta messi in vendita o partecipando alle iniziative organizzate ad hoc, quali la pesca di beneficienza e i locali gratta e vinci. Saranno presenti anche degli spazi dimostrativi in cui gli artisti dell’isola faranno vedere come effettivamente vengono realizzati i fiori di carta (non è facile per niente, fidatevi), e chi volesse fare delle fotografie a tema potrà poi partecipare a un concorso che premierà lo scatto migliore con un premio in denaro.

Gli appuntamenti da non perdere. L’inizio, lunedì 14 settembre, è subito importante e solenne, con l’esaltazione della Santa Croce, la processione per il borgo della reliquia della Croce di Cristo, seguita dallo spettacolo dell’accensione dei flambeau sul lago, incredibilmente suggestivo. In verità c’è già stato un prodromo alla festa, il 19 luglio, quando è stata innalzata la cosiddetta antèna, il primo palo di sostegno alla realizzazione degli archi nella piazza del Port Antic, con tanto di spettacolo pirotecnico e spaghettata in compagnia. Ma tant’è, se ve lo siete perso vi consigliamo di non mancare adesso, perché la settimana prosegue con spettacoli musicali, danzanti e canori fino ad arrivare a sabato pomeriggio con la gara dei naècc, l’imbarcazione da pesca tipica e caratteristica del lago d’Iseo. Unica, non ci sono altri aggettivi da utilizzare. Gran finale previsto per la sera di domenica 20 settembre, con una miriade di fuochi d’artificio a salutare la conclusione delle celebrazioni e a dare a tutti un arrivederci al 2020. E alla fine, pur di rivedere una festa così, si spera sempre che il tempo voli.

 

https://youtu.be/TMdf4-gJYmo

 

Il programma

Lunedì 14 Settembre 2015
10.00 – Santa Messa
19.00 – Santa Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Morandini. A seguire Processione Sacra Reliquia con Accompagnamento del Corpo Bandistico Santa Cecilia di Monticelli Brusati
21.30 – Accensione Flambeau sul Lago

Martedì 15 Settembre 2015
10.00 – Santa Messa
17.00 – Santa Messa
21.00 – Coro Isca Iseo; canti religiosi e di montagna (chiesa parrocchiale)

Mercoledì 16 Settembre 2015
10.00 – Santa Messa
17.00 – Santa Messa
21.00 – Esibizione “I Malghesetti“: concerto del gruppo folk bresciano con canzoni popolari e dialettali presso il parco pubblico

Giovedì 17 Settembre 2015
10.00 – Santa Messa
17.00 – Santa Messa
21.00 – Ballo liscio con l’Orchestra Standard presso i parco pubblico

Venerdì 18 Settembre 2015
10.00 – Santa Messa
17.00 – Santa Messa
21.00 – Esibizione dei Renò4 Acustica presso il parco pubblico: concerto di cover italiane e internazionali

Sabato 19 Settembre 2015
15.00 – Gara dei Naècc (tipica imbarcazione da pesca del Lago d’Iseo)
17.00 – Santa Messa
21.00 – Esibizione dei Lune Blu presso il parco pubblico: danza artistica mediorientale. Nel corso della serata intrattenimento musicale con DJ Arcangelo

Domenica 20 Settembre 2015
8.20 – Santa Messa
17.00 – Santa Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Foresti
23.00 – Grande spettacolo pirotecnico sul lago

 

Come raggiungere Carzano (e Montisola)

Per raggiungere Carzano di Monte Isola è sufficiente dirigersi verso l’imbarcadero di Sale Marasino (Brescia) e prendere il traghetto. Presente un servizio diretto con frequenza di 20 minuti e, nei giorni di maggiore afflusso, a ciclo continuo. Gli orari di tutti i traghetti possono essere consultati in questa tabella.

Per raggiungere Carzano da Sulzano: il traghetto di linea porta a Peschiera Maraglio, altro borgo dell’isola. Da qui si arriva a Carzano, dove si svolge la festa, tramite il servizio pubblico di autobus comunale o i battelli di linea. È anche possibile arrivare a piedi in soli 25 minuti, percorrendo una strada panoramica che costeggia il lago. Di seguito tutti gli orari dei mezzi per raggiungere Carzano:

Orari dei traghetti da Sulzano a Peschiera: QUI
Orari dei bus da Peschiera a Carzano: QUI
Orari dei battelli da Peschiera a Carzano: QUI

Da Sulzano partono anche dei battelli che arrivano direttamente a Carzano. Gli orari di questi battelli, si possono consultare QUI. In questa tabella è possibile trovare anche gli orari di partenza dei battelli per Carzano da tutti i paesi del Lago d’Iseo (Lovere, Pisogne, Castro, Iseo, Sarnico ecc..). Eventuali variazioni degli orari o dei percorsi dei battelli non dipendono dall’Associazione Pro Festa Santa Croce, ma solo ed esclusivamente dalla società Navigazione Lago d’Iseo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia