Viva Bèrghem
Dal 15 maggio al 30 giugno

Golosi di tutta Bergamo unitevi arriva il gelato da leccarsi gli occhi

Golosi di tutta Bergamo unitevi arriva il gelato da leccarsi gli occhi
Viva Bèrghem 21 Marzo 2015 ore 11:05

Preparate gli occhi, la bocca e lo stomaco! Arriva Bergamo Expo Gelato 2015 “un gelato da leccarsi gli occhi” e promette di essere una delle iniziative più golose dell’anno, un’occasione di consapevolezza nutrizionale, nonché un omaggio ad un’eccellenza, genuinamente italiana. Obiettivo è quello di mostrare un’intera filiera che coinvolge tutti i comparti del food, tradizione, agricoltura, tecnologia, design, packaging e marketing. A metterlo in vetrina sarà, dal 15 maggio al 30 giugno, l’allestimento ideato dall’architetto Francesca Perani, che ha curato un percorso sensoriale, culturale e gastronomico fatto di coni gelato sospesi e allestimenti in grado di coinvolgere lo spettatore a 360 gradi. Un progetto spazialmente flessibile e dinamico dove prendono vita attività spontanee di scoperta, intrattenimento e sosta in un gioco di trasparenze e colori accesi, divisi per settori.

 

Cover ExpoGelato 2015

 

Tre i luoghi storici nel cuore del centro Piacentiniano di Bergamo, dove sarà possibile scoprire, fare e mangiare il gelato, proprio in questa sequenza: il Chiostro di Santa Marta (soprannominato dagli ideatori Chiosco di Marta), la galleria, ed infine Piazza Matteotti. I tre luoghi saranno legati da un pavimento morbido, nero che sarà l’inaspettato palcoscenico neutrale della multiforme varietà di gusti tipici del gelato artigianale. Lastre luminescenti in acrilico trasparente colorato racconteranno gli artigiani protagonisti, mentre sedute triangolari in gomma riciclata percorreranno la piazza per ricreare un soffice salotto urbano. Saranno anche coinvolte le scuole alberghiere di Sarnico e San Pellegrino, che vedranno una decina di studenti immersi in un mondo al sapore di fragola e fiordilatte, cioccolato e pistacchio.

«L’idea è quella di portare Expo a Bergamo, e Bergamo ad Expo – ha spiegato Emanuele Prati, segretario generale della Camera di Commercio di Bergamo – attraverso grandi progetti, di ampio respiro e risonanza, legati all’alimentazione». «Bergamo Expo Gelato 2015 è un’iniziativa davvero speciale – ha proseguito Giovanna Ricuperati, presidente dell’associazione Marketing+39  - perché racconterà in modo completo una filiera tipicamente Made in Italy. Si parla di energie, perché alla fine il gelato artigianale si riconduce all’uomo e al suo lavoro, e di un prodotto da esportare nel mondo». Un prodotto, quello del gelato artigianale, apprezzato e conosciuto in tutto il mondo, e che ha grandi potenzialità per un suo ampliamento. Basti pensare che se l’Italia conta ben 39.000 gelaterie, sparse lungo tutto lo Stivale, l’America ne conta solo 900, mentre la Cina ne ha poco più che 500. Se si pensa che da una stima citata da Massimo Bosio, presidente del Comitato Gelatieri Bergamaschi, le gelaterie orobiche sono oltre duecento, è facile capire il potenziale del nostro know-how in chiave di esportazione.

 

planimetria-generale-francescaperani

4 foto Sfoglia la gallery

Diverse le realtà coinvolte nel progetto Bergamo Expo Gelato 2015: non solo il Comune e la Camera di Commercio di Bergamo, ma anche UBI-Banca Popolare di Bergamo, il Comitato Gelatieri Bergamaschi e l’Università che parteciperà con un gruppo di ricerca dedicato al mondo del gelato. Non solo. I ragazzi del terzo anno della Facoltà di Economia, lungo tutta la durata dell’iniziativa, avranno anche il ruolo di Ciceroni nella zona dedicata all’esposizione. È e sarà, per dirla con le parole del sindaco Giorgio Gori, un lavoro di squadra, costituito da una progettazione molto articolata. «L’Expo bergamasca è fatta di molti progetti legati in modo indissolubile – ha proseguito il sindaco – di cui i primi beneficiari saranno proprio i bergamaschi. Sarà infatti per loro un’occasione per prendere consapevolezza di un patrimonio industriale che forse non conoscevano». Dunque una grande occasione, un evento ben pensato per prendere per la gola anche i buyer stranieri di aziende pronte ad importare il goloso prodotto Made in Italy, in Paesi come Marocco, Polonia e Germania.

«Abbiamo pensato ad un’agorà per creare una centrale operativa, dove far convergere tutta una serie di attività che mettano in luce le eccellenze produttive e commerciali della realtà bergamasca – ha concluso Aurora Minetti, presidente del Comitato Scientifico Expo Gelato 2015 -. Un’iniziativa questa, lo ricordiamo, che si colloca tra due grandi eventi d’eccezione: la mostra di Palma il Vecchio e la riapertura della preziosa Accademia Carrara di Bergamo».

Expo Gelato metterà dunque in mostra la filiera del gelato artigianale, di cui Bergamo e la Lombardia (prima regione italiana con 5.882 gelaterie) rappresentano una sintesi unica. All’interno della galleria, la filiera produttiva bergamasca racconterà quindi il proprio valore umano, storico ed economico, fatto di materie prime di altissima qualità, ingredienti semilavorati, macchine ed impianti, packaging e contenitori. Al progetto parteciperanno moltissime aziende, quali Astori Group, Fabbri, Ferrero, Granulati Italia, Ostificio Prealpino, Puntogel, Nordpol, Centrogel, Cereda Anito, Frigogelo, Gel Matic, Ice-Berg, Innova Italia, Pavoni Italia, Technogel, Bergamo Espansi, Domogel, Editrade e Sigep. L’iniziativa è patrocinata da Expo Milano 2015.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter