Sabato 4 e domenica 5

Il piacere di dialogare con gusto Ardesio diventa… DiVino

Il piacere di dialogare con gusto Ardesio diventa… DiVino
Viva Bèrghem 02 Agosto 2018 ore 06:00

Giosuè Carducci ad Ardesio sarebbe di casa, visto e considerato che «per le vie del borgo, dal ribollir de’ tini, va l’aspro odor dei vini l’anime a rallegrar». Sabato 4 e domenica 5 agosto l’Alta Valle Seriana torna ad essere meta obbligata di buongustai e intenditori, grazie alla quattordicesima edizione di Ardesio DiVino, la mostra-mercato enogastronomica proposta dalla Pro Loco nel borgo ai piedi delle Orobie. Il primo weekend di agosto è dal 2005 punto d’incontro obbligato per selezionati viticoltori (arrivano anche da Slovenia, Spagna e Francia) e artigiani del gusto che propongono in assaggio e in vendita i propri prodotti.

 

 

Il vino. L’idea è assolutamente semplice, quanto curata nei dettagli e nel ragionato allestimento del programma: unire l’emozione dei cinque sensi in un contesto ricco di storia (il borgo di Ardesio, dominato dal Santuario dell’Apparizione), scoprendo angoli nascosti anche fra corti e cortili, proponendo eccellenze vinicole e gastronomiche. Il tutto con il plus di un faccia a faccia fra visitatori e produttori che apre dialoghi sereni e intriganti su modalità di coltivazione, trasformazione, conservazione ed abbinamento dei vini. Ad Ardesio ci si scopre intenditori senza sofisticazioni ed etichette, esploratori del gusto e di un borgo affascinante, con contrade incastonate fra i monti. A far da guida c’è una cordialità diffusa che i giovani della Pro Loco “vinificano” in entusiasmo contagioso.

Le cene. In centro storico vengono proposte le tradizionali cene eco-sostenibili all’aperto (sabato e domenica dalle 19.30), e sui palchi si alternano proposte musicali di ottimo livello. Il prologo è come tradizione al venerdì (3 agosto ore 21), con la Cena Divina proposta nelle rinnovate sale dello storico Albergo Ardesio Da Giorgio grazie allo chef Alberto Zanoletti, 39 anni originario di Ardesio, fregiatosi del prestigioso Bocuse d’Or Italia nel 2011. A coordinare la serata sarà il sommelier Paolo Tegoni, docente al master Comet dell’Università di Parma (posti limitati, info 034633289).

 

 

Stand e degustazioni. Sabato 4 agosto (10/13.30 e 16/21) e domenica 5 agosto (orario continuato dalle 10 alle 20) largo a migliaia di visitatori e ad un programma elementare nella struttura quanto apprezzato da chi sale verso le sorgenti del Serio: un centro storico punteggiato di locali e piccoli stand dove scoprire vini dalla tiratura limitata e dai sapori sconfinati, uniti a miele, formaggi, cereali, salumi e mille altre delizie. Incontri e degustazioni si aggiungono all’estemporanea di pittura Arte tra le Corti con gli Artisti sul Serio, alla mostra fotografica Ardesio Divino nel Mondo , ai laboratori Stappa la fantasia! dedicati ai bambini (domenica 10-12 e 15.30-18.30).

Gli incontri. Fra le piazze e le corti da percorrere calice in mano saranno all’opera gli esperti del Seminario Permanente Luigi Veronelli, che propone riflessioni e degustazioni d’autore sul tema Vini da meditazione: i territori, le tecniche e gli stili (sabato 17.30). Domenica alla stessa ora toccherà invece a Il vino che non c’era – Invenzioni, stravaganze e sperimentazioni dei vignaioli bergamaschi (domenica 17.30). Un’iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA. Domenica (ore 11.30 in piazza Moretto), lo chef Alberto Zanoletti mostrerà i segreti della preparazione di uno squisito raviolo, con gustosi assaggi per tutti grazie alla collaborazione dell’ardesiana Rosi Carissimi, titolare dello storico pastificio Poker.

 

 

La musica e le visite. Nei giorni di Ardesio DiVino la musica accompagna ma non domina, grazie a note vellutate e ritmi suadenti, pur non disdegnando proposte dinamiche e travolgenti. Sul palco di Ardesio DIVino si esibiranno sabato pomeriggio i Mismountainboys (i ragazzi del Monte Misma in salsa country con l’attivo una collaborazione con Bobby Solo) e I Meneguinness, mentre sabato sera ci sarà il grande concerto de Antani Project. Domenica si alterneranno invece MacGuffin, The Orobians (musica ska bergamasca dal sound accattivante) e The Rock ‘n Roll Kamikazes.

Vivi Ardesio proporrà visite guidate gratuite domenica alle 15 al Santuario della Madonna delle Grazie e alle 16.30 al Museo Etnografico MetA, dove sono esposte le opere cinquecentesche dell’artista ardesiano Alessandro Bonvicino (il Moretto). Il programma, eventualmente rimodulato, è confermato anche in caso di maltempo. La botte piccola di Ardesio resta il luogo ideale per degustare e dialogare. Un luogo… DiVino.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità