La trasformazione verde

Piazza Vecchia, ghiaccio e palloni Un panorama in via di disfacimento

Piazza Vecchia, ghiaccio e palloni Un panorama in via di disfacimento
Viva Bèrghem 09 Settembre 2017 ore 07:30

Già domenica bambini e turisti si aggiravano stupiti e anche un po’ sorpresi tra quei vasi colorati (con piante di luppolo e di orzo), sdraiandosi sulla moquette sintetica ma che profuma di prato vero. Dove c’era la piazza oggi c’è l’erba, potremmo dire ribaltando la Via Gluck di Celentano. E ancora mancavano i 93 balloon sospesi, arrivati direttamente dal Giappone, e neppure c’era il blocco di ghiaccio da 36 mila litri d’acqua a campeggiare in mezzo alla piazza, in via di scioglimento. Ieri è stata inaugurata ufficialmente la Piazza Vecchia rivoluzionata, come è ormai tradizione dal 2011 a settembre, per la settima edizione della rassegna I Maestri del Paesaggio, dal 7 al 24 settembre. Un progetto che alla fine sarebbe costato attorno al mezzo milione di euro.

Si chiama Cool Landscape. Questo il nome dell’allestimento. La seconda parola significa paesaggio. La prima freddo, ma in inglese ha tante altre accezioni, tra cui figo. La firma del progetto è di Lodewijk Baljon. Il ghiaccio che si scioglie e palloni che si sgonfiano dovrebbero rappresentare il surriscaldamento a livello planetario. Il luppolo sarebbe dovuto essere più lungo, ma l’estate secca l’ha limitato a un metro di lunghezza: peccato, perché piante più alte sarebbero arrivate a toccare le valvole di chiusura dei palloni giganti, creando un legame tra terra e cielo.

 

Oltre 40 gli eventi (imaestridelpaesaggio.it)

4 foto Sfoglia la gallery

Green Square. Oltre all’allestimento di Piazza Vecchia a cura del paesaggista olandese Lodewijk Baljon, cuore della manifestazione, anche diverse aree urbane di Bergamo Bassa sono state allestite grazie all’intervento di alcune importanti attività commerciali di Bergamo Bassa: Borgo Palazzo, Porta Nuova, Pan-Home (via Angelo Maj), Spontini (viale Roma), Rulli Carasau (viale Vittorio Emanuele), Il legno dalla natura alle cose (Sentierone).

Green Tour. The Landscape Route, un percorso di 7 km, da Piazza Vecchia al cuore del Parco dei Colli di Bergamo. Inoltre la provincia aprirà ai visitatori alcuni gioielli come la seicentesca villa Pesenti Agliardi (Sombreno di Paladina), opera dell’architetto Leopold Pollack, che sarà visitabile tutte le domeniche della manifestazione. Il 14, 16, 21 e 23 settembre, invece, il gruppo Guide Turistiche Città di Bergamo proporrà due percorsi guidati volti a promuovere la diffusione della cultura del paesaggio e del giardino.

Green Show. Piazza Vecchia sarà teatro di uno spettacolo inedito grazie alla collaborazione di ABenergie, dal titolo Atmosfere ABenergie. L’energia del colore e la magia del suono: una sorpresa per la città che verrà svelata solo il 14 settembre e proseguirà anche il 15 e 16 settembre. La natura sarà ancora una volta protagonista in Piazza Vecchia con la scuola di ballo Danzarea che, sabato 23, metterà in scena insieme ad Unicef Rhapsody in white: un’iniziativa per sensibilizzare e sostenere la Onlus.

Green Eye. Durante la manifestazione tutti gli appassionati potranno partecipare al concorso fotografico Obiettivo sulla Piazza Verde e dintorni che premierà i migliori scatti agli allestimenti creati per I Maestri del Paesaggio. La Città Alta e la Città Bassa di Bergamo sempre più cool: i commercianti parteciperanno al

Green Book. I giorni 9, 10, 22, 23 e 24 settembre l’Associazione Parolario metterà in scena Greenbook: un ricco programma di incontri con autori di libri sui temi del paesaggio, del verde e della sostenibilità.

Temi legati all’arte. Diversi sono inoltre gli eventi legati all’arte: Tra realtà e astrazione. Il paesaggio dell’arte da Bellini e Fontana è un percorso che inizia alla Pinacoteca Carrara - accompagnando i partecipanti alla scoperta dell’evoluzione del paesaggio nell’arte - e si conclude alla Gamec. La mostra Terra sem males degli acquarelli di Margherita Leoni e delle sculture di Mello Witkowski Pinto, a cura di Sandra Nava, è allestita nell’Aula Picta di Piazza Duomo. La Mostra Erbari e Bestiari, con opere degli allievi del liceo Artistico Giacomo e Pio Manzù di Bergamo è allestita invece presso il Passaggio del Carmine. Via Bartolomeo Colleoni, 21 - Bergamo Alta. Lo spazio ParolaImmagine Gamec si animerà invece il 16 settembre con l’azione di quattro performer dal titolo Awakening Cap. II 9, 13, 16 settembre si terranno interessanti workshop dedicati alla Land Art, a cura del professore norvegese Jan–Erik Sorenstuen dell’Università di Agder in collaborazione con Gamec. Il 23 e 24 settembre si terrà un workshop a cura dell’artista Margherita Leoni in collaborazione con Accademia Carrara dal titolo Let live the nature: is a cool experience!. Il 21 settembre il Giardino La Crotta di Bergamo Alta sarà animato dal PiCa Festival, un evento che unisce la coltura e la cultura legate al Peperoncino e alla Canapa: due prodotti naturali che all’interno del festival dialogano tra loro attraverso molteplici ambiti; dallo sviluppo economico al benessere e alla buona gastronomia, dal senso di condivisione comunitaria fino alla promozione turistica. Inoltre, per tutti i 18 giorni, dalle ore 21, la Torre del Gombito si trasformerà in un fascio di luce grazie all’illuminazione a cura di Claypaky.

Green Food. Incontri dal gusto rigorosamente green con Aperitivi di paesaggio: uno storytelling sul valore del cibo come espressione culturale e come veicolo di socializzazione. 8 appuntamenti con esperti e ospiti d’eccezione, a cura di Scay e in collaborazione con East Lombardy e La Marianna. Taste, il ristorante didattico dell’Istituto Alberghiero iSchool, si trasformerà in Cool Container - Music&Food, un punto di incontro dove far convivere arte, musica e buon cibo. Sarà allestito nel Passaggio della Torre di Adalberto un Beer Bistrò, una cool beverage zone, a cura del birrificio Maspy e de La Marianna. Prosegue la collaborazione tra I Maestri del Paesaggio e Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota il 9, 10, 16, 17, 23, 24 settembre con una mostra tutta da gustare: Big Picnic. Cibo sicuro, responsabile, biodiverso su biodiversità, stili di vita, scelte individuali e collettive, merende scolastiche, soluzioni offerte da natura e agricoltura. Il 14, 15, 16, 21 settembre avranno luogo 4 serate dedicate alla scoperta dei vini dell’associazione Sette Terre accompagnati da musica e performance jazz.

Kids. 8, 15 e 22 settembre si terrà un laboratorio espressivo di pittura dedicato a bambini tra i 6 e i 10 anni, curato dall’artista Paola Meneghetti, che guiderà i piccoli verso lo sviluppo della manualità, della creatività, del senso dell’osservazione, delle basi di disegno-pittura e verso lo sviluppo di concetti e temi legati a Bergamo Alta. Sabato 16 e domenica 17 settembre tornerà anche Arte in Erba, curato da Cinzia Ester Invernizzi che offrirà l'occasione di osservare da vicino il mondo delle piante per poi rappresentarlo con gli strumenti del disegno e del colore.

Green Design. Location speciali normalmente non accessibili al pubblico si sveleranno in tutto il loro fascino. Corti e chiostri di Bergamo Alta, in collaborazione con Gardenia, apriranno le porte ai visitatori e accoglieranno le aziende con allestimenti, eventi e prodotti di design capaci di dialogare con il contesto architettonico creando scenari inattesi:

- Casanova Interior Designer Con Kettal – Portico Di Piazza Della Cittadella

- Casanova Interior Designer Con Pratic – Giardino La Crotta

- Catellani&Smith – Giardino Condominio Tresoldi

- Il Legno Dalla Natura Alle Cose – Sala Dei Giuristi

- Obi – Piazza Mascheroni

- Pedrali & HW Style– Lavatoio Di Via Mario Lupo

- Zenucchi Con Roda – Portico Della Biblioteca Angelo Mai

Educational. Diversi i momenti educativi e di dibattito che animeranno la kermesse: un calendario, coordinato dal Bergamo Landscape and Garden Institute, pensato per favorire scoperte, incontri e riflessioni a tu per tu con le più famose archistar del paesaggio ospiti all'International Meeting of the Landscape and Garden e ai numerosi seminari, convegni e incontri di approfondimento in calendario, tutti in linea con il focus Cool Landscape. Nella cornice del Lavatoio, trasformato in un salotto green grazie all’allestimento Green Design di Pedrali e HW Style, Gardenia propone 4 conversazioni il 7, 14, 19, 21 settembre condotte dal direttore Emanuela Rosa-Clot.: quattro approfondimenti dei temi più cool del momento. L’8 settembre  appuntamento con l’Universitè d’Etè, giunta alla sua 14° edizione, che quest’anno avrà come oggetto l’economia circolare e il paesaggio e si avvarrà del supporto del partner Fertil e della collaborazione del Cic (Consorzio Italiano Compostatori). Il 9 settembre si terrà un incontro di approfondimento che avrà come oggetto Garden And Landscape Design: progettare e comunicare il verde con le nuove tecnologie a cura di ImparaFacile. Il 9 e 10 settembre andrà in scena l’Alpine Seminar, un ciclo di conferenze in alta quota per proporre una riflessione sul tema portante della manifestazione, declinato sull’ambiente alpino, grazie al contributo della Fla (Fondazione Lombardia per l’Ambiente) e della Comunità Montana Valle Seriana. Dal 13 al 23 settembre si terrà la 4° edizione della Summer School: un team di 20 postgraduate che per 10 giorni porteranno avanti progetti concreti sotto la guida dei più importanti paesaggisti internazionali, grazie al contributo di BigTLC e il Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca. I giorni 14, 21, 28 settembre e 5 ottobre sarà possibile partecipare al corso di arteterapia con Arte terapia e verde terapeutico: un laboratorio artistico, un flusso di emozioni immersi nel verde del Giardino privato in via Tassis. E poi tanti convegni, con la collaborazione dell’Università degli Studi di Bergamo. Punta di diamante del ciclo Educational, l’International Meeting che si terrà il 22 e 23 settembre, per un momento di incontro e dibattito sulla cultura del paesaggio.