Racconto e foto

Un matrimonio spettacolare

Un matrimonio spettacolare
Viva Bèrghem 11 Ottobre 2014 ore 12:26

In una giornata dipinta d’autunno, con una Piazza Vecchia che straripava di volti e voci concitate, Michelle e Tomaso hanno pronunciato il loro sì.

Un evento carico di emozione, dove tutto è stato curato nei minimi dettagli: dall’allestimento floreale con rose e ortensie bianche, ai pannelli dipinti con i nomi degli sposi e disposti lungo l’antico scalone che porta alla Sala dei Giuristi. Anche la data ha un significato ben preciso. Il 10 ottobre è infatti il primo compleanno della figlia Sole. Ed ecco che sui pannelli, sopra le scritte di Tomaso e Michelle compare il grande astro, dipinto di un giallo carico.

Verso le 16 tutto ha inizio. Impeccabile e puntuale, con un completo blu davvero di gran classe ed il volto sereno, arriva lo sposo. Alla giacca di taglio sartoriale ha appuntato una delicata boutonniere di fiorellini bianchi, fil rouge di tutta la decorazione floreale. Con passo elegante, seguono i primi ospiti acclamati dalla folla curiosa. I flash scattano a ritmo frenetico, illuminando i volti di Antonio Ricci, testimone della sposa, e Gaia Trussardi, elegantissima nel suo abito morbido di chiffon color tortora. Poi è la volta dell’avvocato Giulia Buongiorno, in un completo severissimo, e del fotografo di moda Giovanni Gastel. Infine, arriva con passo deciso Renzo Rosso, personalità eclettica e patron della Diesel.

Le celebrità sfilano dinnanzi ad una folla sempre più corposa, si fermano richiamati dalle voci insistenti dei fotografi e poi salgono le scale per assistere alla celebrazione. Gli arrivi sono cadenzati, e il ritmo di respiro tra una presenza e l’altra è sufficiente per aumentare la tensione. Quando compare Aurora, in un fresco abito aragosta e con il cuscino porta-fedi in mano, in compagnia della piccola Sole, esplode il delirio. La ragazza ha grandi occhi scuri e sorride emozionata. Sole è vestita con un candido abito firmato Antonio Riva e osserva con sguardo perplesso ciò che accade. Arriva Haron, il fratello di Michelle. Seguono poi Alvin, Alessandro Cattelan e Silvia Toffanin con Ilary Blasy, entrambe in abito lungo ma di gusti diametralmente opposti: sofisticata ed elegantissima la prima, decisamente eccentrica la seconda.

La folla attende, grida i nomi delle celebrità, spinge i fotografi in avanti per vedere i volti e gli abiti di quelle celebrità che sono ormai parte del quotidiano. Arrivano Beatrice Trussardi, Vittorio Feltri, Giorgio Gori. Tutti vengono fermati da Moreno di “Striscia la notizia”, che abbottonato in un completo bianco, chiede loro un augurio per gli sposi.

Il tempo scorre veloce e l’orologio del Campanone segna ormai le 16.45. Le grida delle persone annunciano l’arrivo dell’auto della sposa, un porsche color ruggine, nella quale si intravede il volto raggiante di Michelle. Le guardie del corpo si interpongono tra la folla e la sposa, vestita con un prezioso abito color cipria, in pizzo, organza e chiffon. Il modello, con il corpetto senza spalline e la vita alta leggermente arrotondata per la nuova gravidanza, è un capolavoro di sartorialità Made in Italy. La lunga coda ha il tessuto che disegna romantiche volute geometriche, caratteristiche dei modelli del famoso stilista Antonio Riva. La sposa ha i lunghi capelli sciolti, con due rose puntate sotto la nuca che conferiscono un magistrale tocco di classe e ne sottolineano la femminilità. Bellissima, diranno.

Il fratello Harold attende la sposa sul primo gradino. Michelle gli porge la mano, ed insieme iniziano a salire. La folla grida ancora, chiama la sposa a gran voce e lei ricambia alzando il braccio per salutare, felice. Poi tutto ha inizio. La celebrazione con rito civile nella Sala dei Giuristi, lo scambio degli anelli, il bacio. Come sempre, il tempo vola tracciando nel cuore le linee di un istante indimenticabile. Mentre gli sposi firmano il registro alla presenza del sindaco, nelle prime file della piazza vengono distribuiti sacchettini con il riso, chiusi da un nastro decorato con il nomi degli sposi. È una gara. Tutti vorrebbero il cadeau nuziale, un ricordo di questa gioia, così memorabile.

Alla fine, gli sposi escono mano nella mano sulla scalinata. Salutano, sorridono, si baciano. Poi sfrecciano via verso Palazzo Trussardi, dove ad attenderli ci sono molti ospiti illustri e una cena firmata da quattro nomi di chef stellati: Carlo Cracco, Antonino Cannavacciuolo, Norbert Niederkofler e, per i dolci, Chicco Cerea. Luci delicate, suoni d’autore e tutta la sontuosità di un Palazzo storico in Città Alta per festeggiare i neo sposi. Al banchetto di nozze parteciperanno anche Silvio Berlusconi, in compagnia di Francesca Pascale, Massimo Giletti con Antonella Clerici e Franca Sozzani, direttrice di Vogue.

Auguri!

 

37 foto Sfoglia la gallery

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità