La giornata

Un chilometro e mezzo col sorriso alla decima festa di Borgo Palazzo

Un chilometro e mezzo col sorriso alla decima festa di Borgo Palazzo
Viva Bèrghem 22 Settembre 2018 ore 10:00

La voglia di uscire di casa è in crescita. «C’è solo la strada su cui puoi contare», cantava Gaber. E in strada, sempre di più, ci scende la gente per vedere gli artisti, valicare le nuove frontiere gastronomiche (con lo street food), incontrarsi. Riscoprendo i luoghi storici della città. L’associazione Le Botteghe di Borgo Palazzo l’ha capito già dal 2009. Domenica dalle 10 alle 20 trasforma per la decima volta il quartiere con ottocento anni di storia in un’unica grande festa a cielo aperto, pedonalizzando la strada dal cavalcavia della circonvallazione fino a via Camozzi. Un chilometro e mezzo di passeggiata con la presenza di duecento negozi, 65 street food point (dalla piadina alle specialità nordafricane e messicane), gruppi musicali, spettacoli di magia, teatro di strada in collaborazione, per il secondo anno consecutivo, con il Bergamo Busker Festival.

24 foto Sfoglia la gallery

Sedici le postazioni disseminate lungo la via (sette aree musicali, poi tre busker, tre baby, tre sport). Dieci le band. Il viaggio nel magico mondo del teatro di strada partirà sulle note ipnotiche dei Baraccone Express e dell’arte on the road di Raul Amoros. In Piazza Sant’Anna la scena si apre con le acrobazie del Duo Tobarich, gli artisti cileni che hanno conquistato il Circque du Soleil e Circo Medrano, e con gli spettacoli italo-argentini di Lannutti e Corbo, un crescendo pirotecnico di comicità, poesia e follia. E ancora, ci sarà da ridere con la comicità di Matteo Pallotto e Falle Girare Cabaret. Le performance diventano l’occasione per fermarsi, trasformando la strada da luogo di passaggio a punto di sosta e di incontro. Proprio da qui nasce e si riconferma anche la collaborazione con la manifestazione internazionale I Maestri del Paesaggio che, per il secondo anno consecutivo, hanno messo radici nel borgo disseminando lungo la via le tre aree relax, rigorosamente green, con progetti curati da Patrizia Marchesi, Arianna Mora e 6ab architects&co.

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pag. 38 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 27 settembre. In versione digitale, qui.