Dal micropainting al gel

ViolaBlue in via Borgo Palazzo Il paradiso delle unghie

ViolaBlue in via Borgo Palazzo Il paradiso delle unghie
18 Febbraio 2015 ore 11:30

ViolaBlue-Photo-Devid-Rotasperti-Photographer (22)

 

È finita in questo mondo di creatività, gel ed acrilico per puro caso. Così per curiosità, in un giorno di festività natalizia. Cercava una piccola decorazione con cui impreziosire le unghie e si è ritrovata catapultata in un universo dove tecnica e creatività dettano legge. Daniela Ferraris, titolare di ViolaBlue, il beauty shop in via Borgo Palazzo 25/h, è oggi una consulente affermata nel campo della ricostruzione unghie, del beauty e del make up e il suo negozio contiene tutto – ma proprio tutto ciò – che occorre per avere mani perfette: più di ottocento colori in gel, preparatori, smalti semipermanenti, pitture acriliche per decorare le unghie con disegni floreali, soggetti geometrici, preziosismi estetici.

«Puoi fare moltissime cose – racconta Daniela, brillante quarantatreenne, rivenditore di Crystal Nails per le province di Bergamo e Lecco -. Per esempio puoi inserire nel gel qualsiasi tipo di materiale, come pizzo, foglie stabilizzate, scaglie di madreperla e conchiglia. Puoi decorare l’unghia con foglie d’oro e d’argento,  oppure applicare smalti con sfumature che cambiano direzione a seconda della lavorazione». Insomma, tutto è possibile quando si hanno capacità tecniche e tanta creatività. Tantissimi gli strumenti di questo lavoro, fatto di estrema precisione: esistono per esempio le cartine, che, posizionate intorno all’unghia, mostrano le linee per allungarne la forma senza alcuna sbavatura, oppure i magneti che attirano le particelle di ferro presenti in uno smalto, disegnando così sfumature delicate. «La passione per questo campo mi ha portato ad organizzare anche dei corsi – sottolinea la titolare – sia di tecnica che di decorazione. Invitiamo campionesse olimpiche italiane del settore e insegnanti straniere».

Differenti le proposte per le clienti che vogliono avvicinarsi a quest’arte: si va dal corso di micropainting di primo livello, al corso di tecnica gel. Da quello definito Royal Painting all’Ink design dove i tratti del disegno sull’unghia sono tracciati da inchiostro nero. I corsi costano 180 euro e vi è un massimo di dieci iscritti.
Una delle ultime novità? Il Browbar, un luogo dove tutta l’attenzione è focalizzata sulle sopracciglia, che possono essere epilate, per esempio, con la pinzetta ma anche con il threading, un filo indiano che ha origini religiose. Qui si pratica lo Sleek Brows 3D Building & Brow Sculpting, per cui Daniela è unica rivenditrice in Italia, un trattamento completamente nuovo sul mercato che permette di creare qualsiasi tipo di sopracciglio, utilizzando tecniche innovative. «Possiamo migliorare la forma, cambiare il colore, colmare le lacune ed, eventualmente, ricrearlo dove non c’è più. Una vera novità nel campo dell’estetica!», conclude Daniela. Il trattamento non è invasivo e si avvale di due tecniche differenti, di cui la più innovativa riguarda un prodotto specifico, colorato, applicato in tratti sottili per imitare i peli. La texture del prodotto fa sì che il pelo sembri sollevato, come fosse naturale. Un’idea da non sottovalutare, soprattutto per chi vuole riacquistare bellezza e femminilità, anche dopo trattamenti medici invasivi.

20 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia