La conferenza stampa

Gasperini: un punto meritato Nostro obiettivo è arrivare sesti

Gasperini: un punto meritato Nostro obiettivo è arrivare sesti
29 Aprile 2017 ore 06:30

Un pareggio che vale quanto una vittoria, quello maturato questa sera tra Atalanta e Juventus. Di Conti il vantaggio iniziale dei nerazzurri, poi raggiunti dall’autogol di Spinazzola e superati grazie a Dani Alves. Poi, quando le speranze sembravano svanire, ci ha pensato Remo Freuler a regalare un punto fondamentale alla squadra di Gasperini, sempre più in corsa per l’Europa League. Ne ha parlato l’allenatore ex Genoa in conferenza stampa.

La partita. «Il gol di Freuler è frutto di una bella azione, mi sembra più fortuito l’autogol che abbiamo subito. Nel primo tempo siamo stati superiori in difesa e per occasioni create, contro una squadra veramente forte come la Juventus. Siamo andati maggiormente in difficoltà sul gioco aereo correndo i maggiori pericoli».
Il gol di Dani Alves. «Ho pensato che avrei dovuto togliere prima Spinazzola e non l’ho fatto, quindi me la sono presa con me stesso. Era in difficoltà nella fase difensiva stasera, poi loro han tolto Cuadrado e mi sono tenuto un cambio per un’altra cosa, invece ci ha segnato Dani Alves e la cosa mi bruciava parecchio».
Risultato perfetto? «Solo quando vinci è perfetto. Sono contento, ai fini della classifica non è determinante, lo è la prestazione che abbiamo fatto. In questa fase del campionato non tutte riescono a fare questo tipo di cammini, comprese le grandi squadre».
Corsa all’Europa. «Vogliamo fare i punti necessari per arrivare in Europa. Poi se Inter e Fiorentina non dovessero vincere la quota matematica si abbasserebbe. Mi auguro di fare altri sei o sette punti da qui alla fine, per il quarto posto dipende da vari fattori e soprattutto dallo scontro diretto con il Milan. Mancano quattro giornate, ma non siamo ancora in grado di fare una tabella certa. Dovremo giocare partita per partita».
La posizione di Hateboer. «Ogni tanto faccio delle prove in allenamento, era necessario giocare così contro la Juventus. Avevamo le caratteristiche per metterli in difficoltà, costringendoli a giocare con grande pressione. Siamo stati molto bravi a ripartire con grande qualità, tenendo anche il possesso del pallone. Poi se giocassimo novanta minuti così saremmo più forti della Juventus. Per quanto si è visto nei novanta minuti questo è un punto meritato».
 
Guidata della settimana. «Siamo davanti, poi i risultati che ci fanno comodo distanziano gli avversari. Il primo obiettivo è arrivare sesti».
I diffidati. «Freuler e Conti erano gli ultimi giocatori diffidati, sappiamo che nelle ultime tre dovremmo essere al completo».
Il calcio di rigore non dato alla Juventus. «Non l’ho ancora visto, ma mi dicono che c’era fuorigioco, rigore, non lo so. E’ chiaro che questo episodio li avrebbe portati in vantaggio, ma tanto avremmo pareggiato (ride, ndr)».
I complimenti ad Allegri. «Ha fatto bene a non fare turnover. Nel secondo tempo hanno alzato il ritmo, spero passino il turno in Champions League. Se abbiamo contribuito a qualcosa, meglio così».
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia