Altro
Ricordo

Raccolta fondi per il Bosco della Memoria: raccolti 23 mila euro

Contributo di Fondazione della Comunità Bergamasca, Ascom e Aspan. Iniziato nel marzo 2021, il progetto dovrebbe essere ultimato nello stesso mese del 2022: il denaro raccolto si aggiungerà ai 126 mila euro raccolti dalla precedente campagna di crowdfunding

Raccolta fondi per il Bosco della Memoria: raccolti 23 mila euro
Altro 19 Ottobre 2021 ore 13:19

Ammonta a 23 mila euro il totale delle donazioni raccolte per il progetto del Bosco della Memoria, promosso dall’Associazione dei Comuni virtuosi e dal Comune di Bergamo, in corso di realizzazione al Parco della Trucca di Bergamo. Sono 13 mila euro quelle raccolte da privati e aziende sui Fondi Ascom Confcommercio Bergamo e Aspan Panificatori Bergamaschi, cui si aggiungono 10 mila euro di contributo di Fondazione Comunità Bergamasca.

Le due associazioni hanno infatti istituito presso la Fondazione due fondi, Ascom nel 2007 e Aspan nel 2003, con l’obiettivo di raccogliere donazioni per sostenere progetti di solidarietà sociale e per esprimere l’attenzione alla comunità da parte di tutti coloro che lavorano nel commercio, nel turismo e nei servizi.

Il Bosco della Memoria, che sorge nei pressi dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, simbolo della lotta alla pandemia, ricorda le vittime del Covid-19 e la sua realizzazione, con la piantumazione dei primi alberi, è iniziata il 18 marzo 2021, prima Giornata nazionale per le vittime della pandemia. Entro il 18 marzo 2022 il progetto sarà ultimato.

«Siamo onorati di aver contribuito alla realizzazione di questo importante monumento naturale a memoria di tutte le vittime della pandemia – ha dichiarato Osvaldo Ranica, Presidente della Fondazione Comunità Bergamasca -. Aderendo a questo progetto, Fondazione si è impegnata a raddoppiare le donazioni raccolte. Questa scelta è espressione concreta del ruolo di Fondazione, che intende continuare ad essere moltiplicatore delle opportunità per le nostre comunità. Oggi più che mai, siamo felici di essere amplificatori di speranza».

«L’obiettivo era quello di coinvolgere la base sociale e associativa della nostra associazione, ovvero i commercianti che hanno dato un forte contributo durante l’emergenza sanitaria – ha aggiunto Giovanni Zambonelli, Presidente Ascom Confcommercio Bergamo -. Desideriamo che il Bosco della Memoria diventi per noi il luogo simbolo della nostra terra e della nostra tenacia: un luogo in cui potersi ritrovare e fare memoria di quanto abbiamo vissuto».

«A nome di Aspan e dei panificatori che rappresenta, esprimo soddisfazione per aver contribuito alla realizzazione del Bosco della Memoria attraverso lo strumento concreto che è il nostro Fondo Panificatori presso la Fondazione della Comunità Bergamasca – ha detto Massimo Ferrandi, Presidente di Aspan Bergamo -. Il Bosco della Memoria è un luogo di ricordo, da mantenere sempre vivo, dei momenti difficili vissuti dalla nostra comunità e dell’impegno dei panificatori e commercianti durante il periodo più duro della pandemia».

Gratitudine per l'iniziativa è stata espressa anche da Marzia Marchesi, assessore al Verde Pubblico del Comune di Bergamo: «Sono molto grata ad Ascom Bergamo, Aspan e Fondazione della Comunità Bergamasca per aver attivato quest’iniziativa di raccolta fondi dedicata alla realizzazione del Bosco della Memoria e per l’importante contributo raggiunto. La donazione andrà ad incrementare in modo significativo gli oltre 126 mila euro raccolti tramite la piattaforma di crowdfunding dove circa 600 tra istituzioni, associazioni, soggetti pubblici e privati, singoli cittadini hanno scelto di aderire con grande generosità».