Atalanta

Nuove maglie, stessa passione Ecco l'Atalanta 2015-2016

Nuove maglie, stessa passione Ecco l'Atalanta 2015-2016
Atalanta 12 Luglio 2015 ore 10:34

È ufficialmente iniziata la stagione 2015/2016 dell’Atalanta. Dopo un paio di giorni a Zingonia, i giocatori e lo staff per le prossime tre settimane lavoreranno nel ritiro di Rovetta e dormiranno a Lantana di Dorga (Castione della Presolana), in Alta Val Seriana. Prima di partire per il ritiro, il gruppo nerazzurro ha salutato i tifosi allo stadio e, come sempre, l’incitamento per Denis e compagni non è mancato.

 

presentazione maglie 2015-06

 

Prima volta in Curva Nord. Con i lavori in corso nella tribuna Centrale dello stadio, i circa 4mila presenti hanno gremito, per la prima volta in un'occasione del genere, la Curva Pisani. Nonostante il gran caldo, quasi tutta il settore era pieno nella parte alta e i cori sono partiti alle 11 in punto, quando i giocatori sono stati chiamati uno ad uno dallo speaker per la classica presentazione all’americana. Da Bassi a Bellini, ultimo ad entrare sul terreno di gioco, i protagonisti che verranno "spremuti" nel ritiro di Rovetta hanno ricevuto gli applausi dei tifosi. Ovazioni vere e proprie per i ragazzi della vecchia guardia, da Migliaccio a Raimondi, passando per Denis, Cigarini e Bellini, con cori per quei giocatori che nelle ultime stagioni si sono rivelati fondamentali, in campo e fuori dal campo. Nei prossimi giorni arriveranno a Rovetta anche i vari Sportiello, Carmona, Pinilla, Kurtic e Moralez, che hanno avuto alcuni giorni in più di vacanza.

24 foto Sfoglia la gallery

Le parole di Reja. Dopo il capitano GianPaolo Bellini, emozionato e felice per il rinnovo del contratto arrivato un paio di giorni fa, ha preso la parola il tecnico nerazzurro Edy Reja che ha salutato il pubblico con ancora negli occhi la fantastica accoglienza che gli è stata riservata alla Festa della Dea: «Ringrazio davvero tutti, ieri sera ho vissuto qualcosa di incredibile: mi hanno fatto fare perfino un giro su Marte. Eccezionale. C’è grandissimo entusiasmo e una voglia pazzesca di iniziare. Già da domani». Il lavoro a Rovetta sarà fondamentale per la stagione e il tecnico conferma che ci sarà da sudare: «I ragazzi lo sanno, è un periodo duro ma che cercheremo di seguire al meglio lavorando nello stesso modo con tutti. Ringraziamo un pubblico così caldo, che anche l’anno scorso ci è stato vicino nei momenti più duri, dimostrando un attaccamento veramente grandioso».

 

presentazione maglie 2015-06

 

L’arrivo del presidente Percassi. Il numero uno nerazzurro, Antonio Percassi, è arrivato in campo per ultimo sulle note di We will Rock You, ha abbozzato un balletto salutando uno ad uno i giocatori e ha poi preso la parola davanti ai tifosi: «Dobbiamo fare meglio rispetto all’anno scorso, i giocatori dovranno uscire ogni domenica con la maglia sudata. Giocheremo come sempre per la salvezza, adesso iniziano i lavori e noi cercheremo di completare al meglio la squadra. Voi tifosi ci siete sempre, il nome della campagna abbonamenti “Andiamo all’Atalanta” è pensata con il motto che ogni tifoso conosce bene. Fate i bravi, ci vediamo martedì alla Festa della Dea!».

24 foto Sfoglia la gallery

Dopo il saluto finale, il presidente Percassi ha incontrato la stampa parlando del presente e del futuro: «Manca ancora qualcosa, ci stiamo lavorando. Credo che da qui a fine agosto due elementi in difesa arriveranno. Belotti e Defrel? Vediamo, sono giocatori importanti ma li vogliono in tanti. Denis? L’ho visto entusiasta di restare, l’offerta arrivata dall’Argentina l’abbiamo rispedita al mittente e per noi resta. Come Cigarini e Sportiello». Percassi ha anche parlato della cessione di Baselli e Zappacosta e della lettera inviata dal Cagliari alla Federazione: «Qualcuno dice che potevamo vendere meglio? Abbiamo ceduto i due giocatori ad una cifra che riteniamo giusta. Adesso il mercato continuerà e Sartori conosce benissimo le necessità del gruppo. Non voglio commentare la vicenda scommesse né rispondere al Cagliari: dico soltanto che noi, una cosa del genere, non l’avremmo mai fatta».

Le nuove maglie. Nel frattempo, con mezz’ora di anticipo rispetto alla presentazione ufficiale dell’Atalanta 2015/2016 al pubblico bergamasco assiepato in Curva Nord, sono state svelate le maglie che i nerazzurri indosseranno nel 55esimo campionato di Serie A della loro storia. Confermate sia le attese che le nostre anticipazioni. La prima maglia sarà, chiaramente, nerazzurra, la seconda bianca e la terza verde.

8 foto Sfoglia la gallery

La nuova prima maglia. L’Atalanta ha scelto, ancora una volta, di rispettare la tradizione. La seconda stagione targata Nike della storia atalantina offre, come prima maglia, una casacca nerazzurra a strisce verticali con colletto semplice a girocollo. Rispetto alla versione 2014/2015, le bande sono leggermente più larghe ma l’impatto visivo è molto simile. Lo sponsor di riferimento sarà ancora SuisseGas, azienda operante nel campo della fornitura di energia ad aziende e privati; ci saranno anche lo sponsor tecnico Nike e il logo Atalanta mentre non ci sarà più quello di Konica Minolta, secondo sponsor di maglia dal 2011. Come avvenuto in passato, lo sponsor presente sotto il numero, sulla schiena dei giocatori, potrebbe cambiare di domenica in domenica.

Le casacche da trasferta. Dopo la versione “Ice” e la maglia “Orange” scelte nel recente passato, la società torna al classico bianco da trasferta e rispolvera il verde che nella passata stagione fu scelto come colore per il Christmas Match giocato contro il Palermo. La seconda maglia bianca avrà, rispetto alla casacca nerazzurra, il colletto lavorato, mentre il verde “Irlanda” della terza casacca si presta molto per l’utilizzo lontano da casa quando si andrà a giocare con formazioni che scendono in campo con i colori chiari o con varianti molto accese in tinta unita.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter