I 10 gol più belli dell’Atalanta È stato il 2015 delle rovesciate

I 10 gol più belli dell’Atalanta È stato il 2015 delle rovesciate
28 Dicembre 2015 ore 09:52

Dal punto di vista stilistico, il 2015 è stato un anno spettacolare per l’Atalanta. Parliamo dei gol segnati dalla squadra guidata prima da Colantuono poi da Reja, che nei 12 mesi in chiusura ha saputo conquistare punti e vittorie con giocate godibili. Stile, tecnica, una buona dose di follia e tanta voglia di provarci hanno reso le partite di Pinilla e compagni qualcosa di molto emozionante, da raccontare ai nipotini. Eccole, quindi, le 10 marcature più belle del 2015. Quattro volte (doverose) Pinilla, tre  Gomez e una a testa per Baselli, de Roon e Denis: chi vince la classifica del gol più bello?

 

10 – 10 maggio 2015, Palermo-Atalanta 2-3. Baselli

http://dai.ly/x2ppefw

In decima posizione, ecco il primo gol nel giorno della salvezza sul campo del Palermo. Rispetto a molti altri gol del 2015, specie a quelli presenti in questa selezione, la combinazione Carmona-Gomez-Pinilla-Baselli potrebbe sembrare facile e perfino fuori luogo, ma quel giorno al Barbera l’Atalanta si giocava tantissimo (senza nemmeno Sportiello) e non era facile provare a dipingere calcio.

 

9 – 1 febbraio 2015, Atalanta-Cagliari 2-1. Pinilla

È il giorno della genesi, quello in cui tutta Bergamo ha scoperto cosa è capace di fare Mauricio Pinilla quando si alza in volo e guarda il mondo a testa in giù. Nei minuti di recupero di una gara importantissima per la salvezza, Atalanta e Cagliari sono sull’1-1 quando un’idea di Emanuelson trova Cigarini in area di rigore. Il primo cross del numero 21 emiliano è rimpallato, sulla successiva giocata la palla arriva a centro area al cileno, che scarica nel modo più spettacolare il gol del 2-1. Il tutto sotto la Curva Pisani.

 

8 – 6 dicembre 2015, Atalanta-Palermo 3-0. De Roon

http://dai.ly/x3h3i45

Nel finale di gara contro i rosanero, con la partita rimessa in bilico dal rosso diretto a Migliaccio, ecco spuntare un tulipano nerazzurro. La palla, dopo un veloce contropiede sulla destra, viene servita al centro da D’Alessandro: la traiettoria è un po’ arretrata ma de Roon ci crede e ci si sfionda addosso, scaricando in corsa un sinistro violento dalla traiettoria perfetta: palla all’angolino, stadio in festa e tutti a casa.

 

7 – 20 dicembre 2015, Atalanta-Napoli 1-3. Gomez

https://youtu.be/du2Au_93tjs

Primo gol del “Papu” in classifica. La gara è di quelle ostiche, contro il Napoli, e dopo il rigore di Hamsik, Gomez conquista palla sulla sinistra e serve in area Moralez. Il piccolo argentino gioca di sponda su Denis, la palla viene difesa e scaricata dal Tanque verso il connazionale, che di prima intenzione segna all’angolino. Azione da manuale, espressione perfetta del gioco rapido che piace a Reja.

 

6 – 28 ottobre 2015, Atalanta-Lazio 2-1. Gomez

https://youtu.be/7iGunUSb7pU

Contro i capitolini, la gara è difficile e si gioca sotto una pioggia battente. Dopo la rete del vantaggio di Biglia, l’Atalanta trova il pareggio grazie ad un cross di Gomez che Basta insacca alle spalle del portiere Marchetti. Sembra che la gara si trascini verso il pari, ma nel finale ecco il lampo d’autore: palla in area dalla destra, controllo perfetto di Gomez e destro a giro che si insacca chirurgicamente all’incrocio dei pali.

 

5 – 18 ottobre 2015, Atalanta-Carpi 3-0. Gomez

Nel giorno del compleanno nerazzurro numero 108, ecco una gemma in regalo alla Dea. Direttamente dalla bandierina, Gomez trova la traiettoria della vita, col pallone che si insacca direttamente alle spalle dell’estremo difensore degli emiliani. Gol bello e stupefacente. In Sudamerica lo chiamano “Gol olímpico” e in pochissimi sono riusciti a farlo: Maradona, Roberto Carlos, Riquelme, Recoba… E da quest’anno pure il Papu.

 

4 – 4 aprile 2015, Atalanta-Torino 1-2. Pinilla

http://dai.ly/x2lqzii

La zona del podio è inevitabilmente monopolizzata dalle “rovesciate”. Detto che le biciclette volanti sono tutte da applausi, la valutazione del gran gol di Pinilla contro il Torino tiene conto sia della difficoltà tecnica che dell’importanza della rete. Con i granata avanti 2-0, il cileno si alza in volo e gira alle spalle di Padelli un pallone perfetto, trovando la giusta coordinazione a sfidare parecchie leggi della fisica. Rete da vedere e rivedere.

 

3 – 13 settembre 2015, Sassuolo-Atalanta 2-2. Pinilla

https://youtu.be/0fif2Xz2V9A

La “chilena” di Pinilla contro il Sassuolo merita la terza piazza. Una rovesciata è sempre un colpo a sorpresa, ma se di solito un giocatore salta e colpisce col piede “più lontano” rispetto alla provenienza del cross, stavolta il numero 51 nerazzurro stupisce tutti, inventandosi una torsione rapidissima e agganciando la sfera col destro. Ne esce un colpo a sorpresa, morbido ma perfetto. Coefficiente di difficoltà altissimo e gol da antologia che andrebbe mostrato ai bambini.

 

2 – 29 aprile 2015, Cesena-Atalanta 2-2. Pinilla

https://youtu.be/r3C1FVYhhl8

Piazza d’onore per l’ennesimo gol a testa in giù di Pinilla. Sul campo di Cesena, il cileno fissa sul 2-2 il risultato finale con una conclusione da applausi: pochi istanti per coordinarsi e stretto spazio a disposizione, con l’attaccante che quasi si arrampica in cielo per calciare la sfera. Gol bello ma soprattutto pesantissimo per la corsa salvezza.

 

1 – 12  aprile 2015, Atalanta-Sassuolo 2-1. Denis

È di Denis il gol più bello del 2015. Perché Atalanta-Sassuolo non era una gara facile in ottica salvezza, e poi perché la perla non è soltanto del Tanque, ma di tutta la squadra. Il tacco di Cigarini e la testa di Moralez confezionano una palla coi fiocchi per l’argentino, che poi la scarica in porta con classe. Uno di quei gol che resteranno negli annali catalogati alla voce “capolavori”. Una piccola chicca: oltre al video che mostra il triplo gesto atletico, gustatevi anche quello registrato live in Curva Pisani. Pelle d’oca.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia