7 vittorie della Dea sul Napoli in vista della sfida impossibile

7 vittorie della Dea sul Napoli in vista della sfida impossibile
30 Settembre 2016 ore 12:41

Atalanta-Napoli è una sfida quasi impossibile. Le partite vanno sempre giocate, nel calcio può succedere di tutto e bisogna sempre lottare, ma questa volta la formazione partenopea arriva a Bergamo con tutti i favori del pronostico. Nelle prossime ore ci concentreremo sulle scelte degli allenatori, sebbene i valori sono chiari e tutti a Bergamo sanno che servirà una grande impresa. Per dare un po’ di fiducia, però, proviamo a guardare al passato. Nei 45 precedenti giocati a Bergamo in A, l’Atalanta è in vantaggio per 19 vittorie a 8. I pareggi sono stati 18 e considerando il momento delle due squadre anche un punto, per gli orobici, sarebbe oro colato.

Abbiamo aperto gli almanacchi, siamo andati alla ricerca di qualche bella impresa e ne abbiamo trovate 7 che, per un motivo o per l’altro, meritano di essere raccontate. Ci sono vittorie sonanti come il 3-0 firmato Denis (doppietta) e Moralez, risultati striminziti e goleade incredibili come il 5-1 del 2 dicembre 2007, ma il dettaglio che forse spiega meglio di tutti perché bisogna sempre crederci è vecchio di oltre 30 anni. Correva l’anno 1984, domenica 28 ottobre, e al Comunale scese in campo per la prima volta Diego Armando Maradona. Sapete come finì? Vinse 1-0 la Dea grazie ad una sassata di Soldà su punizione. Anche i grandi, qualche volta, possono inciampare.

 

1) 2013/2014, 2 febbraio 2014: Atalanta-Napoli 3-0

L’ultima vittoria a Bergamo della Dea contro i partenopei è datata 2 febbraio 2014 e porta la firma di Denis (doppietta) e Maxi Moralez. La formazione di Colantuono, dopo un primo tempo chiuso in parità, sfruttò al massimo le occasioni concesse nella ripresa dall’undici di Benitez e nella ripresa schiantò con un perentorio 3-0 gli avversari. Curiosità: il direttore di gara era Rizzoli, lo stesso che arbitrerà la prossima sfida.

 

2) 2012/2013, 31 ottobre 2012: Atalanta-Napoli 1-0

Nell’ultimo giorno di ottobre del 2013, in notturna e sotto una pioggia battente, la partita venne decisa da Carlos Carmona dopo una ventina di minuti e anche se quel Napoli non aveva tutti i nomi di oggi è doveroso sottolineare come nemmeno la Dea schierava chissà quali campioni. Quella sera, Colantuono scelse Cazzola, Schelotto e Brivio, avendo però la meglio sulla formazione di Mazzarri al termine dei 90 minuti.

 

3) 2008/2009, 16 novembre 2008: Atalanta-Napoli 3-1

Era l’Atalanta di Del Neri, quel giorno Vieri tornava dal primo minuto e sulla panchina del Napoli c’era Edy Reja. Atalanta-Napoli del 16 novembre 2008 è una delle gare più emozionanti che Bergamo ricordi: dopo il vantaggio di Ferreira Pinto, gli ospiti pareggiarono con un gol su rigore (inventato) di Hamsik, ma nel finale ecco il micidiale uno-due. Prima la punizione di Manfredini, poi la rete di Floccari mandarono il Comunale in delirio.

 

4) 2007/2008, 2 dicembre 2007: Atalanta-Napoli 5-1

È la vittoria più larga di sempre contro il Napoli. Quel giorno la Curva Pisani era chiusa per una squalifica che durò fino a marzo del 2008 dopo il tombino di Atalanta-Milan dell’11 novembre 2007, ma i partenopei vennero spazzati via dalla furia orobica: Floccari, Langella, Doni, Carrozzieri e Ferreira Pinto demolirono l’undici di Reja e la splendida rete del “Pampa” Sosa servì solo per rendere un po’ meno amara la sconfitta.

 

5) 1997/1998, 15 febbraio 1998: Atalanta-Napoli 1-0

Una vittoria di misura, firmata Cristiano Lucarelli, nel giorno del primo anniversario della morte di Federico Pisani. Sotto il sole del Comunale, il 15 febbraio 1998 un gol del bomber livornese dopo un quarto d’ora del primo tempo regalò tre punti alla Dea. La grinta di Mondonico nel finale, le tante occasioni sprecate e i pericoli corsi furono il contorno di un successo che mancava da ben tre mesi.

 

6) 1992/1993, 1 novembre 1992: Atalanta-Napoli 3-2

Una partita pirotecnica sotto l’acqua, con Marcello Lippi sulla panchina orobica e Claudio Ranieri su quella azzurra, decisa da una doppietta di Ganz sotto la Nord e da un gol di Perrone. Il Napoli si fermò alle reti di Fonseca in avvio e Ferrara in chiusura. Uno strepitoso Ferron chiuse ogni varco e la Dea festeggiò.

 

7) 1984/1985: 28 ottobre 1984: Atalanta-Napoli 1-0

Sonetti in panchina, Soldà in gol e una vittoria per 1-0 raccontata dal mitico Tonino Carino a 90esimo minuto. Atalanta-Napoli del 28 ottobre 1984 non è importante solo per i protagonisti nerazzurri, quel giorno il Comunale vide per la prima dal vivo Diego Armando Maradona: arrivato all’ombra del Vesuvio il 5 luglio con 80mila persone ad accoglierlo, il Pibe de Oro non fece una grande partita e alla fine dovette piegarsi alla Dea guidata da Stromberg.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia