Menu
Cerca
roma-atalanta

L’Atalanta, a Roma, manca l’aggancio al secondo posto: troppi i gol mangiati, finisce 1-1

L’Atalanta, a Roma, manca l’aggancio al secondo posto: troppi i gol mangiati, finisce 1-1
Atalanta 20 Aprile 2021 ore 10:00

Secondo tempo

95′ – Muriel calcia altissimo. Finisce qui la partita, l’Atalanta manca l’aggancio al secondo posto. I nerazzurri hanno veramente buttato al vento una grande occasione: troppe le palle gol non sfruttate oggi.

94′ – ESPULSO IBANEZ. Il difensore brasiliano, ammonito poco fa per aver bloccato Muriel in contropiede, fa un fallo importante sui venti metri per bloccare Freuler, che si era involato. Posizione molto buona.

92′ – Sponda di Dzeko, mancino rasoterra appena dentro l’area di Carles Perez, stavolta Gollini è bravissimo a respingere. Che brivido!

90′ – Quattro i minuti di recupero. Intanto una fiammata di Muriel, che riceve palla dal limite, si gira e calcia: palla fuori.

87′ – Colpo di testa da posizione pericolosissima di Dzeko. Per fortuna l’attaccante non colpisce bene e la palla finisce alta. Finale di sofferenza per la Dea.

85′ – Fonseca prova il tutto per tutto: fuori Mkhitaryan e dentro Borja Mayoral. Doppia punta per la Roma.

83′ – Dopo la grande occasione che si è mangiato venti minuti prima, Muriel ha l’occasione per farsi perdonare, ma “mastica” il destro e calcia malissimo, sprecando un buon contropiede.

80′ – Si fa perdonare Gollini con un grande intervento su Dzeko, imboccato benissimo da Pellegrini. Il destro del bosniaco viene messo in angolo dal 95 nerazzurro in tuffo.

75′ – CRISTANTE PAREGGIA. Un’azione che non pareva pericolosa la trasforma in gol l’ex Cristante: dai trenta metri destro forte e rasoterra ma non angolatissimo, Gollini la tocca solo ma se la fa passare sotto la mano. Pareggio dei giallorossi.

73′ – Gasperini si copre, comprensibilmente: fuori Zapata e dentro Toloi.

72′ – Occasione per Dzeko! Karsdorp mette dentro un pallone basso su cui l’attaccante bosniaco è bravissimo a girarsi e a calciare col sinistro mentre cade all’indietro. Palla alta di pochissimo.

69′ – GOSENS ESPULSO. Il terzino era già ammonito, ha tentato l’anticipo su Veretout ma è entrato male col piede a martello e si è preso il secondo giallo. Purtroppo, decisione giusta.

64′ – COSA SI È MANGIATO MURIEL! Zapata, da destra, mette dentro un pallone perfetto per Muriel, che deve solo appoggiare a rete e invece tira incredibilmente a lato. Assurdo.

60′ – Brivido per la Dea! Grande azione personale di Mkhitaryan, che si libera benissimo e lascia partire un violento sinistro dal limite che però finisce alto.

58′ – Doppio cambio per la Dea: fuori Malinovskyi e Ilicic, dentro Muriel e Pasalic.

57′ – Punizione da buona posizione per la Roma, fermata dopo un bel contropiede. Il destro di Veretout finisce alle stelle per fortuna.

55′ – Tre minuti di fuoco per i nerazzurri, che però non trovano il raddoppio. Stavolta, dopo un’altra bellissima azione, la palla arriva a Romero, rimasto alto dopo un calcio d’angolo, ma il suo sinistro a giro si spegne sul fondo.

54′ – Accelera l’Atalanta! Grande palla dentro per Freuler, la cui palla in mezzo all’area viene messa in angolo da Ibanez.

53′ – Bellissima azione dell’Atalanta, con Zapata e Ilicic che al limite cercano il varco giusto finché non trovano Gosens, il cui tiro viene deviato in angolo.

48′ – Batte proprio Malinovskyi, palla sulla barriera.

47′ – Villar stende al limite dell’area Malinovskyi e viene ammonito. L’ucraino era stato lanciato da solo e la Dea si trovava in un tre contro due favorevole. Fallo fondamentale per i giallorossi. Ora, però, occasione Dea.

46′ – Inizia la ripresa. Un cambio nella Roma: fuori il giovane Calafiori, che era al suo debutto dal primo minuto in Serie A, e dentro Bruno Peres. Per il giovane terzino sinistro il riacutizzarsi di un problema muscolare.

Primo tempo

45’+1′ – Si chiude dopo un solo minuto di recupero il primo tempo. L’Atalanta è meritatamente in vantaggio, ma ha gettato al vento diverse occasioni per il raddoppio senza mai rischiare. Insomma, l’1-0 sta stretto ai ragazzi di Gasp.

39′ – Troppo leziosa l’Atalanta davanti e butta via un’altra occasione per il raddoppio. Bellissima azione in ripartenza, poi Maehle, invece che tirare, crossa sul palo lontano per Zapata, che invece che controllare e calciare, fa da torre per Freuler, il quale manca però il pallone. Arriva Malinovskyi in corsa, ma il suo sinistro va alle stelle.

34′ – FREULER! Ennesima occasione per l’Atalanta! Sbaglia Villar il disimpegno e la palla arriva a Freuler, che da solo in area calcia ma trova l’ottima risposta del portiere giallorosso, che mette in angolo.

32′ – Zapata riceve una buona palla al limite dell’area avversaria, si gira e lascia partire un destro centrale che Pau Lopez blocca in due tempi.

27′ – Roma in stato confusionale, l’Atalanta sulle ali dell’entusiasmo: è un ottimo momento per i nerazzurri.

25′ – MALINOVSKYIIIIIIIII!! Atalanta in vantaggio! La palla scorre veloce al limite dell’area della Roma da destra a sinistra, Gosens trova un varco e mette la palla dentro rasoterra, sul primo pallo. Bravissimo l’ucraino, in uno stato di forma pazzesco, ad anticipare tutti e battere Pau Lopez. Vantaggio meritato.

24′ – Calcio d’angolo da sinistra, in area sul palo lontano svetta Romero, ma la sua zuccata finisce di poco a lato.

21′ – ANCHE ILICIC SBAGLIA! Grande anticipo di Palomino, Malinovskyi si invola centralmente e, potendo servire Zapata a sinistra e Ilicic a destra, sceglie quest’ultimo, che da solo calcia di destro a botta sicura. Pau Lopez è bravo ad allungarsi e mettere in angolo.

19′ – CHE OCCASIONE PER ZAPATA! Malinovskyi bravissimo a lanciare il colombiano, che però poi, da buona posizione, calcia in bocca a Pau Lopez. Che occasione sprecata…

17′ – Finora l’Atalanta sta soffrendo soprattutto i lanci profondi di Mancini per Dzeko, con il bosniaco che riesce sempre a trovare spazio lateralmente. In questo caso, bel controllo dell’attaccante su Palomino e tiro al volo di sinistro che finisce a lato. Bisogna stare attenti.

15′ – Sulla ripartenza, Zapata si invola a sinistra, entra in area e lascia partire un tiro che si spegne però di molto a lato. Poteva fare di meglio il colombiano.

14′ – Risponde la Roma! Dzeko si allarga a sinistra e lascia partire un cross lungo e alto su cui Gollini non è precisissimo. La sua risposta di pungo finisce sui piedi di Pellegrini, che tenta il tiro di prima intenzione respinto da Djimsiti. La porta era sguarnita.

13′ – ZAPATA! Se ne va bene sulla destra Maehle, che poi mette dentro un cross basso e teso sul primo palo su cui si avventa Zapata, che pressato da Ibanez riesce solo a sfiorare. Pau Lopez blocca a terra, ma bella occasione per l’Atalanta.

8′ – MALINOVSKYI! Batte veloce una punizione sulla trequarti la Dea, palla per l’ucraino che entra in area dal lato sinistro e scarica un mancino potente ma centrale. Ribatte coi pungi Pau Lopez.

6′ – Solito pressing alto dell’Atalanta, con la Roma che fatica ad uscire dalla propria metà campo. Per ora, però, nessuna occasione degna di nota.

3′ – Primo guizzo dei nerazzurri: trova una buona corsia a sinistra Gosensa, tocco centrale al limite dell’area avversaria per Malinovskyi che con un grande colpo di tacco innesca Zapata. L’attaccante viene chiuso in angolo, ma il guardalinee aveva alzato la bandierina per segnalare il fuorigioco.

Le formazioni

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Villar, Calafiori; Pellegrini, Mkhitaryan, Dzeko. All.: Fonseca.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Ilicic, Zapata. All.: Gasperini.

Il prepartita

Questo finale di campionato è a dir poco entusiasmante. Ieri il Milan ha perso e per la Dea l’occasione è troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire. Battere la Roma di Fonseca significa salire al secondo posto. Gasperini propone alcuni ritocchi alla formazione, un piccolo turnover che applica sempre quando si giocano tre partite ravvicinate. Rientra Romero e con lui viene riproposta la difesa a tre, mentre davanti il mister dà spazio a un Ilicic ispirato, insieme a Malinovskyi (di questi tempi fortissimo) e a Zapata; con Muriel, Pasalic e Pessina pronti a intervenire a gara in corso per compiere l’impresa.