Bel colpo!

Accelerata improvvisa: Musso è il nuovo portiere dell'Atalanta, accordo raggiunto

Un po' a sorpresa, i dirigenti della Dea hanno praticamente chiuso per l'ingaggio dell'argentino per 20 milioni

Accelerata improvvisa: Musso è il nuovo portiere dell'Atalanta, accordo raggiunto
Atalanta 29 Giugno 2021 ore 23:44

di Fabio Gennari

Nei giorni e nelle ore in cui ci si aspettavano le accelerate decisive per Tomiyasu (Bologna) e Koopmeiners (Az Alkmaar), l'Atalanta piazza il colpo tra i pali e prende dall'Udinese l'argentino Juan Musso. Classe 1994, da tre anni all'Udinese, con cui ha collezionato 100 presenze in campionato, il prossimo portiere della Dea farà un salto importante arrivando a Bergamo, visto che dopo la conquista dell'Argentina (è tra i convocati per la Copa America) ci sarà per lui la possibilità di esordire in Champions.

In attesa di avere dettagli sull'affare, alcune certezze già ci sono. Complessivamente si parla di un'operazione da 20 milioni di euro, Musso arriverà a Bergamo probabilmente subito a titolo definitivo e non saranno inserite contropartite tecniche. Per un portiere, fino a qualche anno fa, era impensabile che l'Atalanta potesse fare un investimento del genere. La nuova dimensione dei nerazzurri però è questa, la forza dei conti in ordine è anche quella di potersi permettere un'operazione tanto importante senza nessuna necessità di fare prima una cessione.

Da quanto trapela, c'è un altro dettaglio che rende l'acquisto di Musso una sorpresa, per certi versi. L'arrivo di Musso mette Gollini fuori dai programmi della squadra nerazzurra, ma ad oggi non risulta che il numero 95 di Poggio Renatico sia già stato piazzato in qualche altra squadra. I dirigenti nerazzurri hanno quindi deciso di rompere gli indugi piazzando lo scatto decisivo per il portiere dell'Udinese ancor prima di aver trovato un acquirente sicuro per Gollini.

Nelle prossime ore saranno sistemati tutti i dettagli, attualmente Musso si trova in Brasile con l'Argentina e non sarà certamente a Bergamo per l'inizio del ritiro, ma poco importa. Nella prossima stagione ci saranno Sportiello (sta trattando il rinnovo, attualmente la scadenza è al 30 giugno 2022) e Rossi a completare la lista degli estremi difensori, Gollini sarà ceduto e anche su Carnesecchi forse è giusto fare valutazioni approfondite: un ingaggio come quello di Musso, sia per l'esborso economico che in prospettiva (ha solo 27 anni) è estremamente significativo.