L’Atalanta rimborsa ai tifosi le spese sostenute per Graz

L’Atalanta rimborsa ai tifosi le spese sostenute per Graz
25 Luglio 2015 ore 10:08

Atalanta–Besiktas, amichevole in programma sabato 1 agosto a Graz alle 17, è stata cancellata «per cause di forza maggiore». La società nerazzurra, anch’essa danneggiata da organizzatori poco professionali, ha però deciso di andare incontro ai tifosi che avevano già sborsato soldi per essere presenti in Austria annunciando che «rimborserà le spese documentate e sostenute in anticipo». È quanto è riportato in un comunicato apparso sul sito ufficiale atalanta.it: «Nel ribadire che l’annullamento dell’amichevole contro il Besiktas non è dipeso dalla volontà di Atalanta, ma da cause di forza maggiore, scusandosi nuovamente per il disagio arrecato, la Società informa che rimborserà le spese documentate e sostenute in anticipo a coloro che si erano già organizzati per seguire la squadra in Austria. I tifosi interessati sono invitati a scrivere una mail all’indirizzo amministrazione@atalanta.it evidenziando il proprio nome, cognome, recapito telefonico ed allegando tutte le ricevute di spesa eventualmente anticipate per la trasferta a Graz». Un apprezzabile gesto di attenzione verso i tifosi dopo l’infortunio di una partita annunciata e poi cancellata.

Tuttavia, già nella giornata di venerdì 24 luglio la società nerazzurra ha trovato una soluzione per rimpiazzare la sfida con i turchi: domenica 2 agosto, fischio d’inizio alle ore 12.45 locali (le 13.45 italiane), la squadra di Edy Reja giocherà a Londra contro gli inglesi del Queens Park Rangers. La sfida si disputerà nello stadio della squadra londinese che si chiama Loftus Road e  ospita le partite interne dei biancazzurri fin dal lontano 1917.

Il comunicato dell’Atalanta. «Per cause non imputabili a sua responsabilità – si legge sul sito ufficiale -, accertata l’indisponibilità dello stadio di Graz e quindi anche per problemi di sicurezza e ordine pubblico, scusandosi in anticipo con i tifosi per il disagio arrecato, la Società informa che è stata annullata l’amichevole contro il Besiktas in programma il 1° agosto. Per ragioni di natura tecnica la squadra disputerà il 2 agosto l’amichevole contro il QPR, in programma alle 12.45, ora locale, al Loftus Road Stadium di Londra. Volendo però mantener fede alla promessa fatta dal Presidente, la Società farà il possibile per organizzare una nuova trasferta europea che possa agevolare la presenza dei tifosi nerazzurri».

Il cambio di programma ha preso tutti in contropiede. I primi dubbi sono emersi quando è iniziata a circolare la voce che la partita non si sarebbe giocata alla UPC Arena di Graz. In uno scambio di documenti via mail tra l’Atalanta e gli organizzatori, la società nerazzurra ha verificato che la sede della partita era stata fissata in un campo di periferia vicino al centro di allenamento dei turchi in Austria e non allo stadio. Peccato che la struttura non fosse nemmeno lontanamente simile all’arena di Graz e non idonea per ricevere i tifosi e garantire sicurezza e ordine pubblico.

E ora che fanno i tifosi? A questo punto, quando alla partita manca poco più di una settimana, i circa 350 tifosi che si erano già prenotati per seguire la squadra in Austria con la Curva Nord (le adesioni erano state addirittura sospese perché gli ultras erano alla ricerca di mezzi disponibili per soddisfare tutte le richieste), ma anche tutti quelli che in autonomia erano riusciti a trovare un modo per raggiungere la Stiria, dovranno rinunciare o cercare di riorganizzarsi.

Per chi volesse andare a Londra con l’aereo, da Bergamo il collegamento diretto è con l’aeroporto di Stansed. Il costo si aggira sui 400 euro per la soluzione in giornata (partenza ore 6.30 e rientro a tarda sera) , i collegamenti con il centro e con lo stadio sono molteplici e si può arrivare all’impianto del QPR con facilità.

Anche il QPR ufficializza. Nella tarda serata di venerdì anche il Queens Park Rangers ha ufficializzato l’amichevole con l’Atalanta. E da quel che si legge, i promotori che organizzano questo tipo di eventi hanno evidentemente causato disagi anche in altre realtà. Il 2 agosto, infatti, la formazione londinese avrebbe dovuto giocare in casa ma contro il Chievo-Verona. Sul sito ufficiale degli inglesi, si racconta di problemi con gli organizzatori e della nuova possibilità (subito sfruttata) di affrontare un’altra squadra della serie A, cioè l’Atalanta.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia