Momento clou della stagione

Al via la fase finale del Campionato Primavera 1, l'Atalanta punta alle final four

Una gara secca per decretare il passaggio alle semifinali. Chi vince se la vedrà con l'Inter, prima classificata nella stagione regolare

Al via la fase finale del Campionato Primavera 1, l'Atalanta punta alle final four
Pubblicato:
Aggiornato:

di Alessandro Giovanni Pagliarini

La stagione della Primavera dell’Atalanta è finalmente arrivata al momento clou. Dopo aver concluso la regular season al quarto posto, i nerazzurri sono pronti ad affrontare la fase finale del Campionato Primavera 1 Tim 2023/24 che metterà in palio lo scudetto di categoria. Il primo ostacolo sul cammino dei bergamaschi verso il trionfo si chiama Sassuolo.

Oggi (venerdì 24 maggio), alle 18.30, al Viola Park di Bagno a Ripoli (Firenze) la Dea affronterà i neroverdi nel primo turno della fase a eliminazione diretta. Una gara secca che decreterà chi accederà alla final four per giocarsi il titolo.

Le due squadre arrivano all’appuntamento dopo un’ottima stagione regolare, che li vede separati da un solo punto in classifica (Sassuolo quinto a quota 54 punti, Dea quarta a 55). Sarà il terzo incrocio stagionale dopo il successo del Sassuolo per 3-2 nel match d’andata e la vittoria esterna degli orobici per 1-0 al ritorno.

La fase finale del Campionato Primavera si disputa con il formato dell’eliminazione diretta su gare uniche. Le prime due classificate della regular season (Inter e Roma) sono teste di serie e accedono direttamente alle semifinali. Le squadre dalla terza alla sesta posizione (Lazio, Atalanta, Sassuolo e Milan) si affrontano nel primo turno in scontri incrociati. In caso di parità al 90’, si qualifica la meglio piazzata nella regular season senza supplementari né rigori.

Le semifinali vedranno l’Inter, prima classificata, affrontare la vincente di Atalanta-Sassuolo, mentre la Roma, arrivata seconda, opposta alla vincente di Lazio-Milan. A differenza del primo turno, però, in caso di parità dopo 90’ si disputano direttamente i calci di rigore. Stesso discorso per la finalissima, in programma il 31 maggio, che decreterà la squadra Campione d’Italia.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali