Atalanta

Alberto Bollini è il vice Reja Il 12 raduno al Lazzaretto

Alberto Bollini è il vice Reja Il 12 raduno al Lazzaretto
Atalanta 04 Luglio 2015 ore 08:11

Si apre con una novità importante nello staff di Edy Reja l’ultimo fine settimana di vacanza per l’Atalanta. Alberto Bollini, ex tecnico delle giovanili della Lazio, che solo un paio di giorni fa aveva rescisso il contratto con il Lecce, approda nella grande famiglia atalantina e sarà il vice allenatore. Si ricompone così la coppia laziale che nel gennaio del 2014 guidò i biancocelesti fino al termine della stagione. Bollini si affiancherà dunque a Sergio Porrini nel lavoro quotidiano con Edy Reja, nessuna sostituzione ma un’aggiunta importante.

Chi è Alberto Bollini. Diplomato Isef e con una breve parentesi da calciatore alle spalle, Bollini nel recente passato ha dimostrato di saperci fare con i giovani della Primavera. Dal 2006 al 2014 ha allenato la Sampdoria, la Fiorentina e la Lazio raggiungendo per ben tre volte la finale scudetto: con i blucerchiati e la prima volta con la Lazio arrivarono due brucianti sconfitte contro l’Inter, al terzo tentativo, nel 2013, Bollini si laureò Campione D’Italia proprio contro l’Atalanta, vincendo per 3-0 la finale di Gubbio. Per lui si è trattato del secondo scudetto, dopo quello del 1999 sempre con la Lazio .

Terminata l’esperienza alla Lazio, nel giugno 2014 il tecnico mantovano (è nativo di Poggio Rusco) è rimasto fermo per alcuni mesi fino alla chiamata del Lecce. In Salento, dopo 9 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte Bollini non è riuscito a centrare la promozione in serie B e al termine della stagione ha rescisso il contratto per approdare all’Atalanta e lavorare di nuovo con Reja.

Il raduno di Zingonia. Bollini e gli altri membri dello staff accoglieranno a Zingonia, dopo un mese abbondante di ferie (nazionali under 21 e cileni esclusi), la truppa nerazzurra. I giocatori sono attesi al Centro Bortolotti per la cena programmata per giovedì 9 luglio. Sarà l’occasione per ritrovarsi e conoscere i dettagli dei primi giorni di lavoro. Venerdì 10 luglio il programma prevede test atletici e visite mediche durante la mattinata, il pranzo in sede e un allenamento aperto al pubblico nel tardo pomeriggio. Anche per sabato 11 luglio, il canovaccio sarà lo stesso e la seduta del tardo pomeriggio sarà aperta ai tifosi che vorranno vedere i primi passi della nuova stagione.

Domenica 12 luglio ci sarà la presentazione della squadra ai tifosi. Rispetto al consueto abbraccio allo Stadio, il gruppo nerazzurro (per la prima volta senza GianPaolo Bellini) incontrerà i tifosi al Lazzaretto prima di partire per il ritiro di Castione della Presolana dove rimarrà dal 12 luglio al 1 agosto. Gli allenamenti in Valle Seriana si faranno a Rovetta, il campo è stato accuratamente preparato e lo staff di Reja lo ha già visionato ritenendo ampiamente soddisfacente la struttura. I giocatori e lo staff dormiranno a Lantana di Dorga (frazione di Bratto) al Grand Hotel Presolana.

Maglie e abbonamenti. Rispetto all’anno scorso e salvo cambiamenti di programma dell’ultima ora, il raduno programmato al Lazzaretto per domenica 12 luglio (l’orario non è stato ancora comunicato ma dovrebbe essere attorno alle 11 del mattino) sarà anche l’occasione per svelare al pubblico e alla stampa le nuove divise 2015/2016. Dalla società non filtra alcune indiscrezione, qualche spiffero racconta di una terza maglia che potrebbe essere verde (abbandonato quindi l’arancione della passata stagione) e anche sul motivo della prima maglia nerazzurra c’è sentore che si possa ripetere quanto già accaduto.

L’Atalanta dovrebbe avere dalla Nike ancora delle casacche “da catalogo” (normale quando il fornitore è un colosso mondiale) che verranno poi personalizzate con gli sponsor e il logo ufficiale. La formazione belga del Bruges ha da pochi giorni svelato la propria casacca sempre a marchio Nike: i colori sono gli stessi, cresce l’attesa per capire se quella dei nerazzurri sarà la stessa oppure no.

La campagna abbonamenti verrà presentata mercoledì 8 luglio, la nuova organizzazione dei posti in Tribuna Centrale lascia intendere che ci saranno parecchie novità (il parterre non c’è più e i nuovi posti a bordo campo sono molto intriganti), ma oltre ai prezzi c’è grande curiosità per scoprire i giubbini primavera–estate che verranno regalati agli abbonati. Il produttore è la bergamasca ESZ, dopo le anticipazioni della scorsa settimana e sulla scorta di quanto fatto l’anno scorso con il piumino camouflage ci si aspetta qualcosa di bello.

Chi andrà in ritiro? All’appello di giovedì prossimo potrebbero rispondere circa 45-50 giocatori. E’ scontato che tutti non potranno andare in ritiro in Valle Seriana, tra venerdì e sabato è probabile che venga comunicata la lista definitiva (la decisione sarà presa all’inizio della settimana) e in attesa dei prossimi sviluppi di mercato qualche nome di chi non sarà a Rovetta si può già ipotizzare. In difesa uno tra Brivio e Del Grosso tra i terzini è in partenza come Almici, dei dieci centrali a disposizione Caldara, Capelli, Canini, Contini e Suagher (ancora infortunato) sembrano destinati ad un lavoro diverso in sede così come i giovani Kone, Varano, Gagliardini, forse anche Molina, non dovrebbero rimanere.

In attacco, Ardemagni e De Luca piacciono molto al Bari, Rosseti e Boakye sono in bilico per un organico che in poco tempo potrebbe subito scendere di poco sopra alle 32-34 unità. Il calendario delle amichevoli non è ancora definitivo ma si vocifera che potrebbero esserci più partite rispetto a quanto si faceva con Colantuono: l’eventuale gara all’estero di fine ritiro, poi, è ancora top secret.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter