Allarme rosso a centrocampo Sta bene solo Carmona

19 Novembre 2014 ore 09:12

C’è un buco enorme in mezzo all’Atalanta. Quando mancano meno di quattro giorni alla partita contro la Roma, in programma sabato alle ore 18 allo Stadio Comunale di Bergamo, Stefano Colantuono vive un allarme rosso nella zona centrale del campo: a parte Carmona, impegnato con la Nazionale del Cile e di ritorno a Zingonia solo giovedì pomeriggio, nessun altro centrocampista dei cosiddetti “titolari” è a disposizione e sano al 100%.

La situazione è decisamente complicata. L’assenza che ormai si conosceva da alcune settimane è quella di Luca Cigarini. Contro i giallorossi, il metronomo emiliano sconterà la terza ed ultima giornata di squalifica che il giudice sportivo gli ha comminato dopo l’espulsione subita contro il Napoli. Contro il Torino e il Sassuolo Cigarini è rimasto ai box, la società ha provato con un ricorso d’urgenza ma la sperata riduzione non è arrivata e quindi le tre giornate (una per somma di ammonizioni, due per espressioni ingiuriose nei confronti del direttore di gara) sono rimaste.

A Reggio Emilia contro il Sassuolo mister Colantuono ha schierato il centrocampo a 3 scegliendo Baselli, Migliaccio e Molina. Dei tre giocatori, nessuno è sano al 100%. Daniele Baselli è rientrato dall’impegno con la Nazionale Under 21 con un fastidio muscolare, l’entità verrà valutata nella giornata di oggi ma il dubbio sulla sua presenza sabato contro la Roma rimane. Salvatore Molina è risultato il migliore in campo nella gara contro il Sassuolo, il grande sforzo prodotto unito al fatto che dopo la partita di Genova (6 ottobre) non è praticamente più sceso in campo gli ha causato una contrattura.

Giulio Migliaccio stava attraversando un grande momento di forma. Il coriaceo centrale napoletano ha concluso la partita del Mapei Stadium, ma nella fase finale anche per lui sono sorti alcuni problemi muscolari che si trascinano da una decina di giorni e lo mettono in dubbio per sabato. Si parla di una leggera elongazione, non dovrebbe essere un problema insuperabile e il numero 8 nerazzurro sta facendo di tutto per rispondere presente alla chiamata di Colantuono, ma nemmeno la sua presenza può essere certa.

Resta Carlos Carmona. Il mastino cileno è rientrato in patria per il doppio impegno con la sua Nazionale, sabato scorso ha giocato solo una decina di minuti contro il Venezuela nella gara vinta per 5-0 e la speranza è che anche contro l’Uruguay non ci sia un grande dispendio di energie. Il rientro a Zingonia è previsto giovedì pomeriggio, questo significa che il tecnico nerazzurro avrà a disposizione il numero 17 per soli due allenamenti. Con un viaggio intercontinentale di mezzo.

La situazione, insomma, è tutt’altro che semplice. Un centrocampo folto come quello visto contro il Napoli sarà molto complicato da mettere in campo, ci sono maggiori soluzioni in difesa, sulle fasce e in attacco ma il buco è al centro: i prossimi giorni saranno molto importanti, per la verità ci sarebbe anche Grassi (classe 1995, mai impiegato da Colantuono) ma la speranza è che qualcuno esca sano dall’infermeria nerazzurra.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia