La diretta

È stata una faticaccia, ma un lampo di Muriel ci regala il secondo posto: 1-0 sul Bologna

Con i tre punti i nerazzurri tornerebbero secondi in classifica in attesa che giochi l'Inter. Gasperini schiera Gomez con Pasalic e Zapata

È stata una faticaccia, ma un lampo di Muriel ci regala il secondo posto: 1-0 sul Bologna
20 Luglio 2020 ore 05:00

SECONDO TEMPO

90’+5′ – È stata una faticaccia, ma l’abbiamo portata a casa. Il guizzo di Muriel, diciottesimo gol stagione con sole undici presenze da titolare (pazzesco), regala all’Atalanta il secondo posto in solitaria in attesa che giochi l’Inter.

90′ – Saranno cinque i minuti di recupero.

85′ – Si è fatto male Djimsiti. Il numero 19 non riesce a continuare, entra Caldara.

84′ – Ora il Bologna preme a tutta forza, ma la Dea pare riuscire a reggere sena troppo affanno.

79′ – Altro cambio per l’Atalanta: fuori Palomino e dentro il giovane Sutalo.

77′ – Ancora Colley! Si incunea bene nella difesa avversaria e prova il sinistro, ma è bravissimo Skorupski a respingere.

68′ – Si fa vedere Colley: dopo uno scambio con Muriel, il giovane nerazzurro si invola verso la porta avversaria e cercando un diagonale che finisce fuori.

65′ – Ci prova subito Sansone con un destro da lontano che non impensierisce Gollini. Intanto cambi per la Dea: dentro Malinovskyi e Colley, fuori il Papu Gomez e Zapata.

63′ – Triplo cambio per Mihajlovic dopo aver subito il gol: dentro Orsolini, Sansone e Dominguez al posto di Skov Olsen, Barrow e Svanberg.

62′ – MURIEL!!! Serve una invenzione del numero 9 colombiano per sbloccare una partita davvero complicata. Zapata gliela appoggia e lui è bravissimo a scaricare una sberla di destro sul primo palo. Atalanta in vantaggio.

61′ – Azione bellissima del Bologna, con Soriano che pesca a destra l’inserimento di Tomiyasu. Il giapponese vede dietro Barrow e lo cerca, il tiro al volo del gambiano finisce però alto. Che brivido.

57′ – Il Papu, decisamente più vivo rispetto al primo tempo, costruisce una bella azione e poi va al tiro, ma la palla finisce altissima. Peccato, era una buona occasione.

53′ – Contropiede del Bologna sprecato e l’Atalanta ancora pericolosissima davanti con Zapata che fa a sportellate in area, difende il pallone e scarica sull’accorrente Toloi, che calcia verso la porta e su una deviazione avversaria quasi non trova lo specchio. Invece è solo angolo, che non porta però frutti.

50′ – Decisamente meglio ora l’Atalanta: questa volta è Castagne, ben trovato ancora da Muriel, a tentare il tiro, ma il portiere avversario blocca a terra.

49′ – Che occasione per Muriel!! Bravissimo il numero 9 a superare in corsa Danilo, entrare in area e tirare in diagonale, ma è bravissimo Skorupski a chiudere lo specchio con un grande intervento.

48′ – Palacio ruba palla, tunnel su Frueler e poi carica il destro, che finisce alle stelle.

46′ – Ripresa al via con Gasp che ha deciso (comprensibilmente) di sistemare un po’ la squadra inserendo Muriel e togliendo Pasalic.

PRIMO TEMPO

45’+1′ – Dopo un solo minuto di recupero, si chiude sullo 0-0 il primo tempo. Bel Bologna, ordinato e pericoloso soprattutto con Barrow, mentre l’Atalanta è parsa un po’ fiacca e nervosa, anche in panchina, tant’è che Gasp è stato espulso. Serve cambiare qualcosina in questo intervallo.

38′ – Fa tutto Barrow: dopo essersi conquistato una punizione da buona posizione (spostata sulla destra), il gambiano tira e centra in pieno la traversa. Sul proseguo dell’azione, cross in mezzo e ancora l’ex nerazzurro ci prova al volo: palla a lato. Brivido per l’Atalanta.

35′ – Espulso Gasperini. Dopo un litigio con Mihajlovic, il tecnico nerazzurro deve aver detto qualche parola di troppo e così, non appena ricevuto il giallo da parte dell’arbitro (così come l’allenatore bolognese), ecco il rosso.

33′ – Alla mezz’ora, l’Atalanta sembra aver recuperato un po’ di ordine e ha iniziato a pressare con maggiore insistenza. Il Bologna fa massa in mezzo e così la Dea cerca spazi sulle fasce. Per ora però il muro felsineo sta reggendo.

28′ – Su un errore in uscita del Bologna, occasione Dea: Gomez pesca Zapata che prova a girarsi in area ma viene ben contrato. Subito dopo, Zapata è bravissimo a toccare per Pasalic, che però viene chiuso benissimo da Skorupski in uscita bassa, coraggioso anche a buttarsi tra i piedi del colombiano nella ribattuta.

27′ – Nuova fiammata di Barrow, che da sinistra vede bene l’inserimento di Soriano e lo cerca con una rasoiata sul quale l’ex Torino non ci arriva di poco.

25′ – Fase fiacca della partita, con l’Atalanta che fatica a trovare spazi anche perché il Papu, stasera, appare decisamente poco ispirato.

19′ – Accelerata pazzesca di Barrow, che parte da sinistra, si accentra sfidando Toloi e appena trova un varco lascia partire un destro potente diretto sul primo palo e che finisce fuori di poco. Attenzione a Musa!

15′ – Grandissima ripartenza dell’Atalanta: Pasalic apre per de Roon, che con un bellissimo passaggio pesca il Papu, il cui diagonale però è larghissimo. Peccato, era una bella occasione.

14′ – Bologna che gioca bene e l’Atalanta è un po’ in difficoltà, ma quando attaccano i nerazzurri creano problemi: in seguito a una punizione dalla trequarti del Papu, Pasalic colpisce di testa ma palla alta. Sulla ripartenza è bravo Gollini in uscita a respingere un bel lancio in profondità di Svanberg.

8′ – Risponde il Bologna con un gran tiro dalla distanza di Soriano, una sberla di destro che Gollini in allungo mette in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto.

7′ – Primo vero acuto della partita (se così possiamo dire): palla rubata a centrocampo dall’Atalanta, Pasalic serve Zapata che dal limite opta per il tiro. Blocca a terra Skorupski.

5′ – Le due squadre sono belle vivaci, entrambe reattive e pronte ad attaccare con più uomini. In avvio, più pericolosa la Dea, ma non è stato creato ancora alcun pericolo degno di nota.

FORMAZIONI UFFICIALI

Per la storia, ma anche per… “vendetta”. Atalanta-Bologna, anticipo di questa ennesima giornata estiva di Serie A, potrebbe permettere alla Dea, con i tre punti, di scavalcare nuovamente l’Inter al secondo posto, lanciando una volata finale proprio con i nerazzurri meneghini per una seconda piazza finale in campionato che avrebbe il sapore veramente della storia. Dall’altro lato, però, non bisogna dimenticarsi che di fronte c’è il Bologna, formazione ostica, l’unica che fino a questo punto, in Serie A, è riuscita a battere l’Atalanta in trasferta grazie al 2-1 dell’andata. Tra i felsinei, attenzione a Musa Barrow, vecchia conoscenza nerazzurra che, dal suo passaggio al Bologna nel mercato invernale, ha iniziato a segnare e non ha intenzione di fermarsi. Ma ecco le formazioni scelte da Gasperini e Mihajlovic.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Pasalic; Zapata.

BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Krejci; Medel, Svanberg, Soriano; Skov Olsen, Palacio, Barrow.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia