Travolto il Brescia

Atalanta, dica 93 (reti in campionato). Goleada anche al Brescia (6-2) e Pasalic ne fa tre

Grande prova della squadra nerazzurra nonostante tanti cambi Gomez, Ilicic e Muriel che restano a guardare

Atalanta, dica 93 (reti in campionato). Goleada anche al Brescia (6-2) e Pasalic ne fa tre
14 Luglio 2020 ore 23:48

di Fabio Gennari

Vittoria doveva essere e vittoria è stata con la squadra orobica che travolge addirittura per 6-2 il malcapitato Brescia e vola a quota 70 in classifica mettendosi in tasca il quinto posto aritmetico salendo al secondo posto momentaneo. Protagonista assoluto del match è Pasalic (tripletta) con de Roon, Malinovskyi e Zapata a chiudere il 6-2 (di Torregrossa e Spalek i due gol degli ospiti).

Pronti, via e l’Atalanta va subito in vantaggio. I nerazzurri al 2’ sbloccano il risultato con Pasalic che in bello stile insacca alle spalle di Andrenacci su assist di Malinovskyi. Sembra tutto molto facile, ma il risultato torna subito in equilibrio per via di un paio di svarioni di Caldara che libera al tiro Torregrossa: al 4’ è bravo Sportiello a dire di no, all’8’ invece l’estremo della Dea non può intervenire e Gasperini, in panchina, si arrabbia parecchio. Con il passare dei minuti i nerazzurri crescono a vista d’occhio e tra il 25’ e il 30’ arriva la tripletta firmata de Roon, Malinovskyi e Zapata per il 4-1 che al riposo ha già messo in ghiaccio il risultato. La differenza di valori tra le due squadre è abissale, appena i padroni di casa accelerano fioccano pericoli dalle parti del portiere del Brescia (al 38’ Castagne serve a Gosens il pallone del 5-1 ma la palla finisce sul fondo) e senza recupero Manganiello manda tutti negli spogliatoi.

In avvio di ripresa il Brescia prova ancora a impensierire Sportiello con Donnarumma (46’ para Sportiello) ma nel giro di tre minuti i nerazzurri si portano sul 6-1 con la doppietta di Pasalic (55’ e 58’) che permette al croato di arrivare a quota 9 e alla Dea di chiudere completamente i giochi dando il via a una serie di cambi importanti soprattutto per le statistiche. Con l’ingresso di Bellanova e Czyborra, Gasperini regala l’esordio in serie A con la maglia della dea a tutta la rosa con il dettaglio dello spezzone finale sia del centravanti della Primavera Piccoli che del terzo portiere Rossi. Al fischio finale, senza recupero, il risultato è di 6-2 per la rete di Spalek all’83’, i nerazzurri salgono a 70 punti in campionato con 110 gol stagionali e ben 93 in campionato quando mancano ancora 5 gare da giocare. Numeri di una squadra impressionante.

ATALANTA – BRESCIA 6-2

Reti: 2’, 55’ e 58’ Pasalic (A), 8’ Torregrossa (B), 25’ de Roon (A), 27’ Malinovskyi (A), 30’ Zapata (A), 83’ Spalek (B)

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello (80’ Rossi), Sutalo, Caldara, Djimsiti (74’ Czyborra), Castagne (74’ Bellanova), de Roon, Tameze, Gosens, Malinovskyi (74’ Piccoli), Pasalic, Zapata (46’ Colley). All. Gasperini.

Brescia (4-4-2): Andrenacci, Semprini, Chancellor, Mangraviti, Mateiu, Spalek, Viviani (56’ Tonali), Dessena, Bjarnason, Torregrossa (61’ Ndoj), Donnarumma (67 Ayè). All. Lopez

Arbitro: Manganiello di Pinerolo (Baccini e Muto; Maggioni; Pasqua e Peretti)

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia