Atalanta in Tour: Sassuolo tra ceramica e gnocco fritto

Atalanta in Tour: Sassuolo tra ceramica e gnocco fritto
05 Novembre 2014 ore 10:58

Trasferta atipica per l’Atalanta nell’undicesima giornata del campionato di serie A. La formazione di Stefano Colantuono sarà di scena al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia contro il Sassuolo, unica squadra del campionato italiano a disputare le proprie gare interne in una città diversa rispetto al comune sede della società. L’anno scorso anche il Cagliari giocò le partite casalinghe fuori città (addirittura a Trieste) ma per la squadra di Di Francesco i 26 km che separano Sassuolo da Reggio Emilia sono ormai un tragitto consolidato che ha regalato tante soddisfazioni.

Sassuolo sta vivendo la sua seconda esperienza nel massimo campionato di calcio italiano, i neroverdi del presidente di Confindustria Squinzi sono, insieme alla Juventus, gli unici a giocare in uno stadio di proprietà: nel dicembre del 2013 infatti la Mapei (azienda produttrice di materiali chimici per l’edilizia sponsor del Sassuolo) ha presentato un’offerta per l’acquisto dell’ex Stadio Giglio e, vista la mancanza di rilanci, ne è diventata proprietaria. Per questa stagione anche la Reggiana potrà giocare sul terreno del Mapei Stadium, i progetti del Sassuolo prevedono migliorie nell’impianto ed un nuovo centro di allenamento, magari seguendo l’esempio dell’Atalanta a Zingonia.

Un’altra peculiarità della prossima avversaria dell’Atalanta riguarda le dimensioni della città: per gli appassionati che volessero regalarsi una gita a Sassuolo prima di raggiungere lo stadio di Reggio Emilia è bene sottolineare come quello modenese sia il comune più piccolo della serie A. Con soli 41.100 abitanti la serie A trova proprio a Sassuolo il contesto più familiare tra le 20 protagoniste del calcio che conta.

Capoluogo del cosiddetto “comprensorio ceramico”, Sassuolo è uno dei principali centri industriali dell’Emilia Romagna e nel mondo è conosciuta come la capitale delle piastrelle: oltre alla Mapei, leader nel mondo delle colle e dei prodotti edilizi per rivestimenti, hanno sede proprio nelle vicinanze del comune emiliano le aziende più importanti del settore. I tifosi dell’Atalanta che raggiungeranno l’Emilia per la partita, culinariamente parlando, hanno diverse opportunità per mangiare molto bene: gnocco fritto, tigelle e stria (focaccia tipica) sono un must per gli amanti dei salumi. Piastrelle e buona cucina, Sassuolo è anche questo.

La sede della partita sarà dunque il Mapei Stadium di Reggio Emilia, da Bergamo sono circa 191 i km da percorrere per raggiungere l’impianto che curiosamente si trova in Piazza “Atleti Azzurri d’Italia”, gli stessi che danno il nome dell’impianto bergamasco. Il mezzo più comodo per raggiungere Reggio è l’automobile, percorrendo prima l’autostrada A4 fino a Brescia e poi la A21 in direzione Piacenza si raggiunge la A1 da percorrere verso sud fino a Reggio Emilia. L’alternativa è percorrere la A4 fino a Verona, scendere verso Modena dalla A22 del Brennero e poi risalire sulla A1 verso Reggio Emilia.

Il biglietto del settore ospiti costa 20 euro più prevendita, sul sito ufficiale www.sassuolocalcio.it sono indicati tutti i punti vendita e i circuiti abilitati per l’acquisto e per tutti i tifosi che volessero viaggiare in compagnia c’è l’opzione “Chei de la Coriera”. Da Bergamo, sabato pomeriggio alle 14.30, partiranno due mezzi alla volta del Mapei Stadium nella speranza che il terzo viaggio in due settimane, dopo Udine e Torino, porti in dote punti importanti per la classifica dell’Atalanta.

SASSUOLO_1415

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia