L'intervista

Muriel rompe gli indugi: «Scudetto? Attenta Juve, noi ci siamo» (sarà contento Percassi…)

Parole cariche di fiducia per l'attaccante della Dea, che crede ad una possibile scalata fino ai vertici. E regala belle parole sulle condizioni di Ilicic

Muriel rompe gli indugi: «Scudetto? Attenta Juve, noi ci siamo» (sarà contento Percassi…)
16 Settembre 2020 ore 00:28

di Fabio Gennari

«Lo scudetto resta un sogno, ma lotteremo per conquistarlo insieme alle altre big. Per la Juve non sarà così facile vincere». Firmato Luis Muriel. Cappellino all’indietro, sguardo deciso e solito sorriso contagioso, il centravanti colombiano dell’Atalanta ha parlato ieri (15 settembre) a Sky in esclusiva e non ha perso tempo: l’Atalanta può puntare al titolo. «Sicuramente – ha raccontato il numero 9 della Dea – quest’anno l’Inter si sta rafforzando molto, non si possono dimenticare il Milan e squadre come come Lazio, Roma, Napoli. Poi ci siamo anche noi. Sarà un bel campionato, non so se sarà facile per la Juve vincere come negli anni precedenti, visto che ci saranno più squadre a lottare le lo scudetto». Insomma, non proprio l’appello alla salvezza a cui ci ha abituati il presidente Antonio Percassi…

Tra i tanti temi toccati da Muriel ci sono anche le aspettative per la nuova Champions League («Ora tutti ci conoscono, sanno come giochiamo e cosa siamo in grado di fare. Ci aspetteranno, non ci affronteranno più come una squadra rivelazione, ma come una squadra consolidata che ha ancora voglia di fare bene e di stupire») e, soprattutto, le prime impressioni su Josip Ilicic. «L’ho visto bene – conclude Muriel -, molto bene, è motivato. Ha un viso diverso rispetto a prima. È tornato da noi e si vede che ha voglia di ricominciare e di fare bene. L’ho visto davvero bene, molto contento. Speriamo che possa recuperare il tempo che ha perso e ci aiuti come ha sempre fatto».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia