Menu
Cerca

Bellini ha un pensiero fisso: fermare la striscia negativa

Bellini ha un pensiero fisso: fermare la striscia negativa
Atalanta 16 Ottobre 2014 ore 11:22

«Perdere, che si giochi bene o che si giochi male, è sempre negativo. Conta il risultato. In questo momento credo che sia importantissimo fermare la striscia negativa con una prova importante perché, se non lo facciamo, si rischiano contraccolpi psicologici. Domenica contro il Parma dovremo essere più cinici e magari meno belli: dobbiamo vincere».

GianPaolo Bellini parla con la solita voce tranquilla. Difficilmente capita di sentirlo alzare i toni, in ogni occasione tiene un equilibrio che, dall’alto della sua esperienza (una vita passata in maglia nerazzurra, record assoluto di presenze), risulta decisivo. Da poco è rientrato in gruppo, non c’erano infortuni particolari, ma qualche acciacco gli ha impedito di essere disponibile e dare una mano.

«Sto bene, ho avuto alcuni acciacchi che hanno limitato la mia possibilità di aiutare la squadra, ma adesso voglio esserci. Il mio contributo nel gruppo è importante e questo mi fa davvero piacere ma voglio tornare a dare supporto ai miei compagni anche dentro al campo. La voglia non manca di certo, spero di avere l’occasione di tornare titolare ma ci sono compagni che stanno facendo molto bene e meritano di giocare».

4 foto Sfoglia la gallery

La sfida contro i Ducali è densa di insidie, il numero 6 nerazzurro lo sa bene e drizza le antenne. «Il Parma è una squadra con valori importanti che si trova ora in una posizione di classifica complicata. Anche noi abbiamo armi e caratteristiche di livello ma in questo momento la sfida sarà tra due compagini che devono conquistare punti. Domenica, e nelle prossime giornate, dovremo tornare a mettere fieno in cascina, il campionato è equilibrato e forse ci sono squadre che ci si aspettava un gradino sotto che stanno facendo molto bene. La mia fiducia nel gruppo è forte, anche in passato abbiamo dimostrato di saper uscire da situazioni difficili».

Si gioca a Bergamo, il fattore campo ancora una volta può aiutare la Dea e sotto questo aspetto il capitano orobico non ha dubbi. «Sono certo che la nostra gente ci sosterrà fino alla fine come ha sempre fatto. L’aiuto dei tifosi è fondamentale, in momenti come questo ancora di più. Chiedo a tutti entusiasmo e positività per chiudere un periodo negativo nei risultati».

L’ultimo pensiero di Bellini è per il Tanque Denis. A chi gli chiede come vede in allenamento il numero 19 argentino, risponde con un sorriso e con parole che tutti sperano di vedere presto tradotte in gol. «Lo vedo tranquillo, si allena al massimo e ha una voglia pazzesca di fare gol. Spinge in ogni allenamento, non gli si può rimproverare nulla: è il primo a voler dimostrare di essere ancora il punto di riferimento per il nostro attacco, sono sicuro che si sbloccherà e che tornerà ad essere il nostro bomber».