Atalanta
Le pagelle

Bravo de Roon, buona prova di Scalvini e Miranchuk, ma alcuni protagonisti girano a vuoto

Il più bravo è il centrocampista olandese, dietro Palomino e Musso non convincono e per evitare la sconfitta non bastano le buone prove di Scalvini e Miranchuk

Bravo de Roon, buona prova di Scalvini e Miranchuk, ma alcuni protagonisti girano a vuoto
Atalanta 03 Aprile 2022 ore 17:38

di Fabio Gennari

Qualche sbavatura di troppo (in primis Musso che sul rigore è in ritardo), poche prove di livello adeguato e una prestazione corale che non è bastata per superare un Napoli che, oggi, è oggettivamente più in palla.

Musso 5: è in ritardo nell’uscita su Mertens che conquista il rigore (visto al Var, decisione corretta): episodio decisivo per il risultato. Blocca un sinistro di Mario Rui al 33’ in bello stile e nella ripresa prende gol in ripartenza da Elmas praticamente alla prima azione di rimessa vista dopo l’intervallo.

Scalvini 6,5: buon primo tempo ma anche lui, come tutti i compagni, è troppo fermo sul gol del 2-0 di Politano, ed è lui ad averlo di fronte quando parte. Nella ripresa si propone molto in avanti e conquista una sufficienza piena.

Palomino 5: la punizione da cui nasce il 2-0 è una sbavatura perché, fuori posizione, si fa infilare da Lobotka ed è poi costretto a fare fallo, a fine primo tempo commette un brutto errore che per poco costa lo 0-3 di Koulibaly e complessivamente è molto meno sicuro di altre volte.

Djimsiti 6: Politano è un brutto cliente ma nel primo tempo lo contiene abbastanza bene, esce poco dopo l’ora di gioco per un problema alla spalla che speriamo sia recuperabile per giovedì a Lipsia. (63’ Maehle 5,5: un po’ meglio di Hateboer, ma nel complesso non incide sulla gara).

Hateboer 5: primo tempo zeppo di imprecisioni e con poche iniziative, in gare dove l’uno contro uno è decisivo e se non trovi mai lo spunto diventa un problema. E infatti Gasperini lo cambia. (46’ Boga 6: subito al tiro di testa su cross di Djimsiti, al 51’ col sinistro manda alle stelle e al 76’ costringe Ospina al grande intervento in angolo. Buona ripresa)

de Roon 7: il migliore, non solo per il gol. Il suo primo tempo non è affatto male nel controllo della zona di Zielinski, segna il punto dell’1-2 al 58’ su splendido cross di Miranchuk e al 74’ ha pure la palla del 2-2 ma calcia alto.

Freuler 6,5: al 20’ sfiora il pari con un destro dal cuore dell’area che finisce fuori di un soffio, tiene molto bene la sua zona e nella ripresa si lancia anche in avanti come quando serve Boga al centro. (83’ Pasalic sv)

Zappacosta 6: tante iniziative ma anche una sbavatura che nel primo tempo costa carissima visto che Zanoli lo sorprende e innesca Mertens. Poi recupera e alla fine gioca una buona gara.

Koopmeiners 5,5: si dedica molto al controllo di Lobotka, ma in fase di costruzione, fino al riposo, non si vede mai.  Anche nella ripresa non c’è mai la sua giocata decisiva in avanti e questa è una mancanza importante.

Malinovskyi 5: sfiora la rete all’8’ su bel cross di Zappacosta (para Ospina), è un po’ impreciso in diverse giocate e nel complesso protagonista di un primo tempo negativo. (46’ Miranchuk 6,5: pennella sulla testa di de Roon il gol dell’1-2, buono il suo secondo tempo).

Muriel 5,5: nei primi 45 minuti gioca molto al largo rispetto alla porta di Ospina e non incide, cresce un po’ dopo l’intervallo ma a conti fatti si vede poco al tiro e nella zona pericolosa. (83’ Cisse sv)

All. Gasperini 6: lo stop di Demiral lo costringe a mescolare le carte in difesa, la gara non è condotta nemmeno male, ma gli errori individuali alla fine pesano molto. E incidono sul risultato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter