Atalanta
Le pagelle

Bravo Muriel, finalmente decisivo! Buona prestazione, ma questo Venezia è poca roba...

Grande prestazione dell'attaccante, che entra in tutte le azioni più pericolose della partita. Bravissimo anche Scalvini

Bravo Muriel, finalmente decisivo! Buona prestazione, ma questo Venezia è poca roba...
Atalanta 23 Aprile 2022 ore 17:28

di Fabio Gennari

E bravo Muriel! Il colombiano entra in tutte le azioni importanti della squadra ed è finalmente decisivo. Buona prova anche di Scalvini e in generale tante indicazioni importanti per il presente e per il futuro.

Musso 6: spaventato dal gol in fuorigioco di Henry (5’), per tutta la prima frazione di gioco guarda i compagni che provano a tessere la tela. Al 51’ è bravo a smanacciare il tiro-cross di Okereke, poi si ripete al 68’ sul destro di Crnigoj ed è fortunato poco dopo sul palo di Henry. Sempre Crnigoj all’80’ lo sorprende sul primo palo, ma pomeriggio comunque positivo.

Scalvini 7: spinge subito, al 17’ arriva anche al tiro ma il suo sinistro è debole. Ciò che più impressiona è che anche dopo il giallo (giusto) preso per fallo su Okereke continua a giocare con attenzione e buona personalità. (64’ Demiral 6: entra nell’ultima mezz’ora con la gara e l’attenzione generale un po’ calata. Sbroglia un paio di matasse e non demerita).

Palomino 6,5: fuori posizione sul gol di Crnigoj, piccola sbavatura in una gara di grande sostanza che lo vede sempre giocare con personalità e praticità.

Djimsiti 6: grande combinazione al 4’ con Muriel e palla sul fondo di un soffio. Per il resto, pomeriggio di controllo, con una disattenzione (che poteva essere molto pericolosa) su Henry: per fortuna il colpo di testa del centravanti del Venezia si ferma sul palo.

Hateboer 6,5: destro a colpo sicuro al 22’ con Ceccaroni che devia sulla traversa. Qualche errore tecnico di troppo ma anche tante corse in profondità e una bella azione nella ripresa su assist di Zapata che andava però conclusa meglio.

De Roon 6: buon primo tempo, ma controlla la situazione senza dover fare nemmeno troppa fatica: il livello tecnico degli avversari è decisamente basso.

Freuler 6: buona prima frazione in cui cerca di mettere ordine e portare pericoli negli ultimi 40 metri del Venezia. Esce dopo un’ora abbondante con il risultato già in cassaforte. (64’ Koopmeiners 6: ultima mezz’ora in pieno controllo della situazione e senza particolari problemi di gestione).

Zappacosta 6,5: si propone con continuità e spesso arriva sul fondo. Bravo a pennellare per Muriel in occasione dello 0-3 che chiude virtualmente il match.

Pasalic 6,5: segna al tramonto del primo tempo il decimo gol stagionale in campionato su auto-traversa di Ampadu. Prima e dopo sbaglia qualcosa di troppo ma ha il merito di aver sbloccato la partita riempiendo l’area di rigore come troppe volte, in passato, non è successo. (76’ Pessina 6: finale senza patemi in controllo del match).

Muriel 8: il migliore. Subito molto bravo a servire Djimsiti in profondità (4’), prova tante cose interessanti e il gol del vantaggio nasce da una sua iniziativa personale (44’). A inizio ripresa difende palla su Svoboda e poi serve a Zapata la palla del raddoppio; al 58’ colpisce il palo su assist di Pasalic e al 63’ finalmente insacca su bel cross di Zappacosta. (87’ Cisse s.v.).

Zapata 6,5: palla persa malamente al 5’ da cui nasce il vantaggio poi annullato di Henry (giusto il fuorigioco), vicino al vantaggio di testa al 23’ su angolo di Muriel e finalmente in rete a inizio ripresa (47’) su assist di Muriel. (76’ Boga 5,5: perde due o tre palloni che regalano fiducia al Venezia e fanno un po’ arrabbiare il tecnico).

Gasperini 6,5: contro una squadra in grossa crisi di risultati, propone una Dea a due punte con Pasalic rifinitore. E segnano tutti e tre. La squadra risponde molto bene anche sul piano del gioco e dell’intensità e lui riesce a risparmiare un po’ di forze in vista della partita contro il Torino di mercoledì.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter