È caldo l’asse Roma-Atalanta Cristante, Defrel e Sportiello

È caldo l’asse Roma-Atalanta Cristante, Defrel e Sportiello
Atalanta 30 Maggio 2018 ore 10:19

Tanti indizi, un silenzio assordante e poche parole del presidente Antonio Percassi che svelano molto più di quanto possa sembrare. I primi importanti movimenti di mercato sono vicini e per l’Atalanta si profila una doppia operazione, forse tripla, di grande importanza: Bryan Cristante alla Roma e Gregoire Defrel alla Dea insieme a Soriano, per un restyling dell’attacco che va in porto ancor prima della fine di maggio. Il quadro di mercato, per la società nerazzurra, si completa con le parole su Barrow del numero uno orobico e la possibilità che Sportiello finisca alla Roma.

 

 

Cosa dicono i giornali in edicola di Cristante. Gazzetta dello Sport, Tuttosport e Corriere dello Sport sono d’accordo: l’operazione Cristante con la Roma è a un passo dalla conclusione. Qualcuno parla di contatti continui, altri sottolineano come nella giornata di ieri ci sia stato un incontro a Trigoria tra le due società. In ogni caso, la situazione viene fotografata nello stesso modo da tutti gli esperti che seguono il mercato nella capitale. L’Atalanta valuta Cristante trenta milioni di euro, la Roma metterebbe sul piatto 25 milioni con l’inserimento nella trattativa di contropartite tecniche ritenute molto interessanti dai dirigenti orobici. Il primo nome della lista è quello di Defrel: l’ex Cesena e Sassuolo è stato pagato oltre 20 milioni appena un anno fa e, considerando gli ammortamenti, ora vale circa 18 milioni. Un prestito con diritto di riscatto sarebbe la formula giusta (tra un anno il valore scende a 13 milioni abbondanti) e metterebbe l’Atalanta nella situazione ideale per valutare sul campo e poi decidere. Sciolto il nodo dell’ingaggio (siamo sui due milioni annui, serve un intervento della Roma), Defrel può sbarcare a Bergamo e sarebbe un rinforzo molto gradito a mister Gasperini. A vario titolo, si parla anche del centravanti Tumminiello e del centrocampista Gerson, ma la quadratura si può trovare proprio con Defrel. Da Bergamo nessuna conferma ma un silenzio che vale più di mille parole.

Percassi a San Pellegrino: «Defrel ci piace». Alla presentazione del Torneo Quarenghi di San Pellegrino, il numero uno nerazzurro Antonio Percassi ha fatto il punto della situazione e le sue parole su Defrel sono state molto importanti. «Defrel è un giocatore che ci piace, vediamo. Speriamo di non sbagliare». Quest’ultima parte della dichiarazione di Percassi conferma in modo certo e inequivocabile che l’operazione è imbastita, il presidente è sempre molto cauto soprattutto quando si tratta di nuovi arrivi e la sua speranza di non sbagliare operazione dimostra che l’arrivo dell’attaccante francese della Roma è concreto. Con Defrel, l’Atalanta inserirebbe un giocatore interessante nel pacchetto avanzato di Gasperini ma non si tratta del sostituto naturale di Cristante. Per quel ruolo l’obiettivo numero uno è sempre Soriano del Villareal e anche su questo fronte arrivano spifferi interessanti: i contatti continuano, il giocatore vuole l’Atalanta e la fiducia è massima. Con Defrel e Soriano a Bergamo e Cristante a Roma, l’Atalanta sarebbe già a un ottimo punto a oltre un mese dall’avvio della nuova stagione, con due nuove pedine preziose e gradite a Gasperini.

 

 

Barrow, Sportiello e il lavoro di Riso. La situazione di mercato dell’Atalanta è dunque in piena evoluzione e la figura dell’agente Beppe Riso, da quello che trapela, è in questo momento decisiva. Cristante è uno dei suoi assistiti e pare che con il ds della Roma Monchi sia già stato trovato un accordo per due milioni l’anno di stipendio; verso la capitale potrebbe presto muoversi anche Sportiello per far da vice Alisson e anche in questo caso è Riso che cura gli interessi del portiere. Sullo sfondo poi c’è la situazione di Andrea Petagna: partito per le vacanze a New York con la fidanzata, il numero 29 triestino è in attesa di capire come cambierà il reparto avanzato e i buonissimi rapporti con Riso della società orobica (anche Gollini ha lo stesso agente) permetteranno di trovare una soluzione ideale per tutti. Sempre sul fronte attaccanti, il presidente Percassi a San Pellegrino ha detto altre parole importanti, chiudendo la porta del mercato sul nome di Musa Barrow: «L’Inter? Siamo contenti che ci sia grande considerazione, ma Barrow non si muove. È un giocatore su cui puntiamo molto e crescerà ancora». Dopo questa presa di posizione, il centravanti della Primavera ormai promosso in pianta stabile in prima squadra è certo della permanenza e a luglio sarà in ritiro con il tecnico Gasperini.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli