Atalanta
Le griglie per il futuro

Champions 2021/22, l'Atalanta balla tra la seconda (quasi impossibile) e la terza fascia

Analizzando le squadre coinvolte, quasi sicura la conferma nella penultima fascia per la squadra orobica allenata dal Gasp

Champions 2021/22, l'Atalanta balla tra la seconda (quasi impossibile) e la terza fascia
Atalanta 21 Maggio 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

In attesa del verdetto finale su posizionamento in Serie A della Dea, per la griglia Uefa che determinerà la fascia di sorteggio dell'Atalanta nella prossima edizione di Champions League si va verso una conferma nella terza griglia. Il regolamento della competizione prevede la suddivisione delle 32 squadre partecipanti in quattro blocchi da otto, determinati dal coefficiente Uefa (la Dea è quota 50.500), ma ci sono alcuni distinguo regolamentari che vanno tenuti in considerazione.

La prima fascia è quasi completa: saranno inserite la vincitrice della Champions 2020/21 (finale tra Chelsea e Manchester City) e quella dell'Europa League (il titolo sarà in palio tra Manchester United e Villareal) e gli altri sei posti andranno ai vincitori del campionato di Italia (Inter), Germania (Bayern Monaco), Inghilterra (Manchester City), Francia (una tra Lille e Paris Saint-Germain), Portogallo (Sporting Lisbona) e Spagna (Atletico o Real Madrid).

Nella seconda fascia ecco invece molte big del calcio europeo. Sono già sicure di essere davanti all'Atalanta visto il coefficiente più alto squadre come Atletico o Real Madrid, Barcellona, Siviglia, Borussia Dortmund, Porto, Ajax e Lipsia e alla lista vanno aggiunte il Paris Saint-Germain se non vince il campionato, il Napoli se si qualifica, il Manchester United se non vince l'Europa League, il Chelsea se non vince la Champions e Benfica e Shakhtar Donetsk se passano i preliminari.

Detto che è quasi impossibile entrare in seconda fascia, ora sarà importante capire chi vincerà le manifestazioni in corso, ovvero Champions ed Europa League. Villareal, Lille e Sporting Lisbona sarebbero tre avversarie potenziali sulle otto che si qualificano in quella porzione di tabellone quasi inedite. Le gare sono sempre da giocare, ma da qui al 26 agosto (giorno del sorteggio di Montecarlo) sarà davvero interessante studiare le possibili opzioni e seguire i turni preliminari.