Chei de la Coriera a Dortmund (come ha fatto anche la Nord)

Chei de la Coriera a Dortmund (come ha fatto anche la Nord)
21 Dicembre 2017 ore 11:08

Il primo aereo che verrà completato per Borussia Dortmund-Atalanta del prossimo 15 febbaio 2018 sarà quello de “Chei de la Coriera”. All’indomani della vittoria per 2-1 in Coppa Italia contro il Sassuolo e alla vigilia di Milan-Atalanta in programma sabato a San Siro con fischio d’inizio alle ore 18, facciamo una breve divagazione per raccontare la piccola storia di un gruppo di tifosi atalantini che negli ultimi quattro anni hanno compiuto passi da gigante e che, grazie al nuovo sito www.cheidelacoriera.com, sono all’avanguardia nel campo dell’organizzazione delle trasferte.

 

 

 

Amicizia, sito e app: chi sono “Chei de la Coriera”. Dopo la prima trasferta a Parma nel 2013, i quattro amici di “Chei de la Coriera” (Fabio, Lissa, Marco e Ale) hanno portato avanti senza soluzione di continuità l’idea di organizzare trasferte per chi (pochi o tanti che siano) vuole andare a vedere l’Atalanta fuori casa. Grazie al passaparola e a tante piccole grandi iniziative, il gruppo si è sempre più allargato abbracciando singoli tifosi, compagnie più o meno grandi e appassionati dai capelli grigi. Anche nel momento del grande ritorno in Europa, i ragazzi non si sono scoraggiati e hanno fatto qualcosa che nessuno, a Bergamo, aveva mai fatto. Dall’inizio di questa stagione, infatti, grazie al prezioso supporto di alcuni amici esperti di informatica (Mauro), viaggi (Alessandro) e grafica, “Chei de la Coriera” si sono attrezzati per seguire la squadra anche in Europa e finora non sono mai mancati. Il nuovo sito e la relativa app Android permettono ai tifosi di restare in contatto con le iniziative del gruppo e prenotare le trasferte in modo semplice, diretto e via web. Nessuna coda, nessun pagamento manuale, nessun problema di gestione: tutto è stato automatizzato e viene seguito nei minimi particolari. Dettaglio importante: nessuno dei quattro “moschettieri” fa tutto questo come lavoro e il discorso vale anche per i professionisti che danno una mano e collaborano per la buona riuscita delle trasferte.

 

 

A Dortmund in aereo con 360 euro. Il gruppo ormai è conosciuto nell’ambiente della tifoseria e anche dalla società Atalanta; i ragazzi di “Chei de la Coriera” erano presenti a Lione, a Cipro e a Liverpool grazie ad un’organizzazione molto flessibile ma allo stesso tempo rigorosa che ha sempre l’unico obiettivo di portare più gente possibile al seguito della Dea. Nei giorni della ricerca spasmodica di biglietti, pacchetti, treni, bus o aerei per seguire l’Atalanta nella storica trasferta di Dortmund, il gruppo di amici nato sul web grazie anche al portale atalantini.com ha pubblicato la propria proposta. “Chei de la Coriera” hanno prenotato un volo charter che partirà da Bergamo la mattina del 15 febbraio (ore 9.15) e atterrerà a Colonia, l’organizzazione prevede anche i trasferimenti a terra sia prima che dopo la partita, con rientro la notte, e il costo del pacchetto completo anche di biglietto del settore ospiti è di 360 euro. La proposta è molto interessante ma, purtroppo, non sarà possibile per tutti accedere a questa offerta: sul gruppo Facebook e sul sito saranno pubblicati tutti i dettagli, già resi noti in anticipo nel nome della massima trasparenza.

Come partecipare: prima chi merita. Essendo il gruppo attivo da ormai quattro anni, gli organizzatori hanno deciso di riservare una prima fase delle prenotazioni a chi ha partecipato maggiormente alla iniziative di “Chei de la Coriera” e può contare su almeno 15 trasferte. Tutti questi utenti che si sono registrati per tempo al sito e che sono stati riconosciuti come fedelissimi, a partire dalle 10 di giovedì 21 dicembre fino alle 10 di sabato 23 dicembre potranno procedere all’acquisto. I posti rimanenti verranno messi a disposizione a partire da mercoledì 27 dicembre. Tutti i “corieristi” più fedeli che si prenoteranno nei primi due giorni avranno la certezza del posto, gli altri dovranno sperare di rientrare nei pochi posti liberi che rimarranno. Dal comunicato ufficiale del gruppo si legge che «la disponibilità sul sito potrà quindi chiudersi ed aprirsi diverse volte, fino alla nostra comunicazione finale di chiusura. Una volta effettuata la prenotazione, se verrà accettata dallo staff, invieremo via mail al diretto interessato il modulo di iscrizione da firmare e compilare con tutti i dati, copia documenti e dati bancari per il bonifico a saldo richiesti per finalizzare la prenotazione». La febbre è già altissima, il sistema è stato testato e sicuramente rappresenta un’ottima alternativa alle code fuori dall’agenzia viaggi (la data di inizio delle prenotazioni alla Ovet non è comunque stata ancora comunicata) ma gli organizzatori chiudono con una nota importante: «Prevediamo un sovraccarico di connessioni al sito, auspichiamo che funzioni tutto come deve andare, se ci fossero dei problemi tecnici, preghiamo di portare pazienza».

 

 

Vendita libera, Curva e Club Amici. Per la vendita libera, probabilmente bisognerà attendere il mese di gennaio inoltrato, ma è ormai chiaro che le modalità saranno le stesse delle prime trasferte: prenotazione su Listicket e ritiro del biglietto allo stadio. La Curva ha esaurito (per ora) le proprie disponibilità di biglietti e il viaggio sarà fatto in bus; il Club Amici (al pari della Ovet) non ha ancora comunicato l’apertura delle vendite, ma ormai anche quel canale pare essere in dirittura d’arrivo.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia