Chei de la Coriera

Niente trasferta con l’Atalanta? Allora quei soldi diamoli all’ospedale Papa Giovanni

Il gruppo di tifosi nerazzurri ha dato il via ad una raccolta fondi in sostegno dell'ospedale cittadino. Ecco come partecipare

Niente trasferta con l’Atalanta? Allora quei soldi diamoli all’ospedale Papa Giovanni
09 Marzo 2020 ore 14:04

di Fabio Gennari

Abbiamo una chat di WhatsApp, ci scambiamo impressioni e consigli e parliamo, come fate tutti. Una cosa tra amici, insomma. Marco e Lissa sono due persone eccezionali, e insieme ci siamo inventati “Chei de la Coriera”: ogni volta che l’Atalanta gioca lontano da Bergamo ci scervelliamo per trovare la soluzione migliore per esserci. La prossima gara che l’Atalanta (forse) giocherà in trasferta sarà in quel di Udine. Se non fermano tutto, saranno novanta minuti a porte chiuse e quindi i tifosi la guarderanno da casa. La solidarietà, l’impegno e la voglia di fare del bene, però, non si ferma di fronte a nulla.

«Raga, facciamo qualcosa. Facciamolo in fretta», ci siamo scritti. «Proponiamo una trasferta virtuale: definiamo la quota e invece di mettere la gente sui bus chiediamo di devolvere quella cifra (ma anche di più) al nostro ospedale». Detto, fatto. Prima il volantino, poi la ricerca dell’Iban su cui fare i versamenti. Qualche contatto con le autorità del posto e domenica 8 marzo pomeriggio, nel giorno della Festa della Donna, un paio di post sul gruppo chiuso “Chei de la Coriera” e sulla pagina Facebook Radiodea: la gara di solidarietà è partita.

L’iniziativa è semplice. Sappiamo tutti che all’Ospedale Papa Giovanni XXIII operano autentici eroi che passano ore a salvare la vita e curare la nostra gente. Lo fanno con una forza che non si può nemmeno descrivere, soprattutto in questi giorni di vera emergenza per il Coronavirus. Ci hanno spiegato di stare a casa e non fare nulla che possa aumentare il contagio, ma “Chei de la Coriera” ha pensato a un modo per dare comunque una mano. Senza spostarsi da casa, ognuno di noi può dare il suo contributo con un bonifico sul conto dell’ospedale: la quota “simbolica” è di 25 euro ed equivale al costo del servizio bus che sarebbe stato realizzato per raggiungere Udine. Il gruppo “Chei de la coriera” ha donato mille euro e sono tantissime le testimonianze di partecipazione già arrivate anche da tifosi che non seguono la Dea e non vivono a Bergamo.

Per partecipare basta fare un bonifico all’Iban IT75Z0569611100000008001X73 – Codice Swift: PosoIT22, indicando come causale: «Donazione Covid-19» seguita da nome, cognome e codice fiscale del benefattore. Grazie a tutti, di cuore. Ma soprattutto a tutti coloro che stanno lavorano al nostro ospedale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia