Atalanta
Dea e beneficenza

"Chei de la Coriera" hanno donato ventimila euro all'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare

Il gruppo di tifosi nerazzurri ha fatto un'importante donazione a favore della locale sezione dell'associazione. Obiettivo: l'acquisto di un'auto

"Chei de la Coriera" hanno donato ventimila euro all'Unione italiana lotta alla distrofia muscolare
Atalanta Bergamo, 14 Settembre 2022 ore 17:46

di Fabio Gennari

Senza grandi proclami, con la voglia di stare sempre vicino a chi ne ha bisogno e coniugando la passione per l'Atalanta con la beneficenza. I ragazzi di "Chei de la Coriera" hanno concluso nei mesi scorsi un'importante operazione a sostegno della Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare): l'idea era quella di donare qualcosa di importante e la scelta è ricaduta su un'automobile per il trasporto di persone affette da distrofia muscolare.

Il gruppo ufficiale di tifosi atalantini ha raccolto la bellezza di ventimila euro, che sono stati versati all'Unione per partecipare all'acquisto della vettura. Si tratta di uno sforzo rilevante, reso possibile dalla grande partecipazione che i sostenitori della Dea che viaggiano con "Chei de la Coriera" hanno sempre garantito.

Sabato scorso (10 settembre), durante il consueto appuntamento annuale organizzato dalla sezione bergamasca di Uildm, sono stati presentati i progetti che l'associazione sta portando avanti ed è stata l'occasione giusta per raccontare alla comunità il progetto che ha visto protagonisti i tifosi nerazzurri e che sarà portato a termine in modo completo con l'allestimento del mezzo acquistato grazie a un nuovo appuntamento previsto per lunedì 3 ottobre e denominato "Pizza&Sorrisi", che coinvolgerà tre pizzerie di Bergamo e provincia in collaborazione con gli "Amici di Lori".

Il ristorante pizzeria Voci del Mare di Bergamo, il Barba di Bergamo e PizzAmoreFantasia di Dalmine si impegnano a devolvere l'incasso della giornata per il progetto "Trasporto Sociale", che punta a completare gli allestimenti per un Doblò che sarà in uso poi all'associazione. Si tratta di un appuntamento importante, mangiare una pizza in compagnia quella sera significherà dare un piccolo contributo a chi ne ha veramente bisogno: c'è la possibilità di consegna e asporto per tutti e tre i locali, la prenotazione è fortemente consigliata.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter