Atalanta

Tutto su Toloi e Lollo in cima ai desideri della Dea

Tutto su Toloi e Lollo in cima ai desideri della Dea
Atalanta 07 Agosto 2015 ore 10:14

Il brasiliano Rafael Toloi e l’argentino Luciano Lollo sono i due difensori in cima alla lista dei desideri dei dirigenti nerazzurri. Dopo la cessione di Benalouane al Leicester e quella di Maxi Moralez, ormai quasi fatta, agli arabi dell’Al Ittihad, i tifosi atalantini aspettano nuovi innesti in difesa e l’Atalanta è decisa a chiudere con tutti e due i giocatori sudamericani. Ma chi sono Toloi e Lollo? Da dove arrivano e dove hanno giocato? Che caratteristiche hanno? Proviamo a raccontare qualcosa dei due ragazzi che presto potrebbero vestire la maglia della Dea.

 

CHI È RAFAEL TOLOI

20150627144916-toloi1

Chi è Rafael Toloi. Alto 185 centimetri per 75 chili di peso, Rafael Toloi è nato il 10 ottobre del 1990 ed è cresciuto calcisticamente nel Goias Esporte, squadra nella quale ha esordito nella Serie A del campionato brasiliano nel 2009. In quattro stagioni con il Goias ha totalizzato 88 presenze (realizzando 6 reti), 46 delle quali nella massima serie e 42 in B. La svolta nella carriera del 23enne è avvenuta nell’estate del 2012 quando è arrivata la chiamata dal San Paolo, uno dei club più prestigiosi del Brasile. In campionato con il San Paolo, Toloi è sceso in campo complessivamente 61 volte, totalizzando due gol.

Nel gennaio del 2014, il difensore è arrivato in Italia per giocare con la Roma, con la quale ha fatto però solo cinque apparizioni. Al termine del campionato scorso la società capitolina ha deciso di non esercitare il diritto di riscatto fissato a 5,5 milioni di euro. Toloi non fa parte della Nazionale brasiliana, ma è stato uno dei giocatori simbolo del Brasile Under 20 con il quale ha vinto l’argento ai Mondiali del 2009 e l’oro nel campionato Sudamericano in Venezuela nello stesso anno.

Le sue caratteristiche tecniche. Rafael Toloi è un difensore moderno, forte nell’anticipo. È stato paragonato al romanista Castan, ma è più veloce rispetto al numero 5 giallorosso. Per questo, in alcune partite, è stato utilizzato anche come mediano d’impostazione davanti la difesa. Possiede una buona tecnica di base e un piede (è un destro naturale) che gli permette di rilanciare l’azione dalle retrovie. Caratteristiche che Reja desidera per il ruolo di centrale difensivo.

 

 

Quanto costa? Il giocatore è stato seguito direttamente da Beppe Corti nel recentissimo viaggio in Brasile. Si parla di una valutazione da parte del San Paolo di circa 6 milioni di euro, l’Atalanta sarebbe ferma a quota 4, ma l’interesse è concreto e una soluzione dovrebbe essere trovata. Particolare da non sottovalutare, la situazione economica del club brasiliano, che è tutt’altro che rosea.

 

CHI È LUCIANO LOLLO

Lollo

Se Rafael Toloi è conosciuto nel campionato italiano, per Luciano Lollo è necessario affidarsi a chi conosce a fondo il calcio sudamericano. Luciano Lollo è nato il 29 marzo 1987, ha 28 anni e gioca da titolare nel Racing Club di Avellaneda. In carriera, quella biancoazzurra è la seconda maglia che indossa dopo aver militato per una vita nella formazione del Belgrano di Cordoba. Con la maglia neroazzurra, Lollo ha fatto la trafila nelle giovanili ed ha esordito in prima squadra nel 2007, collezionando 191 presenze e 13 gol in oltre sette stagioni.

Chi lo conosce e lo ha visto giocare, racconta di un giocatore forte fisicamente che ama uscire palla al piede e far partire la nuova azione. Bravo di testa e dotato di buona tecnica, Lollo è considerato un difensore tosto e d’esperienza. In Argentina si è meritato la considerazione di parecchi addetti ai lavori che ne parlano come uno dei difensori più bravi del campionato, al pari di Mainada del River Plate.

 

http://vimeo.com/101042121

 

Il prezzo del cartellino. Al pari di Toloi, anche Lollo è stato visionato da Beppe Corti in Argentina nelle scorse settimane. Stando all’edizione on-line del quotidiano argentino Olè, l’Atalanta avrebbe già fatto un’offerta ufficiale di circa 2,8 milioni di euro, ma il presidente del Racing ha detto no. Il giocatore ha una clausola rescissoria di circa 3,5 milioni di euro. È chiaro che per chiudere l’operazione sembra manchi decisamente poco e nei prossimi giorni potrebbero esserci sviluppi importanti.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter