di Fabio Gennari

C'è attesa tra i tifosi della Dea in vista dell'apertura della vendita per i biglietti del settore ospiti di Cremonese-Atalanta, gara in programma dopo la sosta per le nazionali allo stadio Zini di Cremona.

Ieri (22 marzo) è stata ufficializzata la lista delle prescrizioni suggerite dall'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive e di indicazioni, per la gara di sabato 1 aprile alle ore 15, ce ne sono abbastanza poche: il nocciolo della questione è capire se servirà o meno la tessera del tifoso per andare allo stadio.

Il passaggio che riguarda Cremonese-Atalanta è a pagina 4 della determinazione 14/2023, si parla di gara con «profili di rischio» e si suggerisce «l'adozione in sede di Gos» di questa misura: «Vendita dei tagliandi per i residenti della Provincia di Bergamo esclusivamente per il settore ospiti».

Il passaggio è importante, perché non si parla in nessun modo di limitazioni relative ai possessori o meno di Dea Card. A questo punto si attendono conferme ufficiali dal sito della Cremonese.

Dal punto di vista della sicurezza, quello che definisce la determinazione dell'Osservatorio è un suggerimento e quindi spetta al Gos - Gruppo Operativo di Sicurezza cremonese decidere in ultima istanza come procedere. Ieri è circolata voce che ci fosse comunque l'obbligo di Dea Card ma, in questo momento, mancano indicazioni e per capire chi potrà o meno acquistare i circa 2.500 biglietti del settore ospiti è necessario stare in attesa e monitorare il sito uscremonese.it.